Energia elettrica: il frigo consuma troppo?

Arriva il caldo e i consumi di energia elettrica possono aumentare. Limitiamoli con un corretto uso del frigorifero: ecco 7 consigli d'oro.

energia elettrica frigo

Il caldo è già arrivato e presto sarà estate, ciò significa che per raffreddare sarà necessaria molta energia elettrica. Ciò vale anche per il cibo e il frigorifero è un elettrodomestico che va gestito bene: ecco 7 consigli per fargli consumare meno corrente.

Frigoriferi: divoratori di energia elettrica

Il frigorifero consuma molta energia elettrica. Questo è inevitabile. Ma alcune scelte e comportamenti possono aiutare a ridurre la bolletta della luce. Il frigo non è l’unico colpevole dei conti salati per la corrente elettrica. Se stai pensando a lavatrice, ferro da stiro e lavastoviglie, hai ragione: sono molto dispendiosi in termini di energia. E spesso viene sottovalutata l’illuminazione domestica, infatti ne abbiamo parlato nell’articolo Energia elettrica: come risparmiare sull’illuminazione.

Ma torniamo al frigorifero, vorresti sapere come risparmiare sui suoi consumi di energia elettrica? Vediamo subito 7 veloci consigli per limitare la spesa di energia elettrica dedicata a questo fondamentale elettrodomestico.

Scegli un frigo a basso consumo

Dai un’occhiata al tuo frigorifero: è un modello molto vecchio? Magari fa ancora il suo dovere, ma tieni presente che i suoi consumi possono essere sconvenienti. Valuta di sostituirlo con un apparecchio nuovo che si in classe energetica A, A+ o A++.

È vero, questi frigoriferi possono essere più costosi, ma il risparmio sul lungo periodo è assicurato. E ricordati di non esagerare! So che i super mega frigo giganti sono molto seducenti, ma non sono necessari quando si vive da soli o in coppia. Sprecheresti denaro in energia elettrica e spazio in casa.

Dove hai messo il frigo?

Lo sapevi che non tutte le posizioni sono ottimali per il frigo? Mettilo lontano dalle fonti di calore, ad esempio forno, fornelli, termosifoni ecc. Il motivo è semplice quanto sottovalutato: per raffreddarsi, la macchina ha bisogno di più energia.

Energia elettrica: il frigo consuma troppo?Energia elettrica: il frigo consuma troppo? http://bit.ly/2sa0JCy via @6sicuro

Controlla la temperatura

È sempre una buona idea tenere sotto controllo la temperatura all’interno del frigo. Usa pure un normale termometro, lascialo dentro e se i gradi sono tra 4 e 6 va tutto bene. Per il freezer cerca di rimanere tra i -15° e i -18°.

Raffreddare troppo non è necessario e i consumi di corrente aumenterebbero inutilmente.

Dove posizionare il cibo?

Questo è un trucchetto che pochi conoscono: allontana i cibi dalle pareti interne del frigo. Se l’aria può circolare meglio tra pareti e alimenti, il frigorifero lavora meglio consumando meno. È un dettaglio, certo, ma è meglio tenerlo presente.

Risparmia sulla bolletta!

In realtà questo è un suggerimento che vale sempre. Vuoi risparmiare sulla bolletta della luce? Inizia attivando una fornitura conveniente. Se confronti gratuitamente online le offerte dei fornitori, puoi scegliere la tariffa meno cara e iniziare a risparmiare da subito.

Confronta tariffe luce

Sbrina il freezer!

Questa è un’attività che non piace a nessuno (e ci mancherebbe!). Ma la crosta di ghiaccio che si forma sul congelatore, lo costringe a lavorare e a consumare più del dovuto.

Ultimo consiglio

Forse non ci hai mai fatto caso, o forse lo sai già. In ogni caso ti ricordo che ogni volta che apri frigo, l’aria calda dell’esterno si mescola a quella raffreddata. Il frigorifero deve quindi ripristinare la temperatura interna, lavorando sodo.

Non ti sto dicendo di non aprire il frigo, bisogna pur mangiare, ma di evitare di tenerlo aperto troppo a lungo. E, sì, non aprirlo senza motivo.

Francesco Candeo

Dalla passione per i media agli studi in Comunicazione e Strategie di Comunicazione all'Università di Padova. Il mio lavoro è dare vita digitale alle migliori idee per raccontare in rete le persone e le loro attività. Realizzo i progetti di persona, oppure offro consulenze specifiche. Mi piace occuparmi anche di ciò che rende interessante il web: i contenuti.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*