Energia elettrica: un futuro senza fili

Energia elettrica senza fili, prese e spine. Ma anche senza tralicci e cavi. È un sogno? No, esiste già e il progetto è italiano.

energia elettrica

Niente più cavi, prese elettriche e spine per utilizzare l’energia elettrica. E nemmeno tralicci e piloni. Il futuro dell’energia è wireless.

Energia elettrica senza fili: esiste già

Hai mai sognato di eliminare cavi di alimentazione degli elettrodomestici in casa tua? Quante volte te li sei trovati tra i piedi e quanto è scomodo doverli gestire quando sono tanti? E i cavi di alimentazione degli oggetti più piccoli? Si aggrovigliano sempre, occupano spazio ed è facile dimenticarli in giro. Senza contare che i paesaggi italiani, belli in ogni loro angolo, meriterebbero di essere sgomberi da pali e tralicci.

Ti farà piacere sapere che nell’Area Marina Protetta del Cerrano, in Abruzzo, il terzo piano della Torre di Cerrano è stata illuminata con energia elettrica senza fili. Marco Santarelli è direttore scientifico di Res On Network e membro del progetto Netonnets, e dirige una squadra di ricercatori con i quali ha dato questa prima applicazione pratica sulla base di esperimenti che Nikola Tesla tentò a fine ottocento.

Il progetto realizzato da Santarelli e il suo team sarà presentato al Festival dell’energia, che prende il via oggi a Milano con la decima edizione.

Energia elettrica: un futuro senza filiEnergia elettrica: un futuro senza fili http://bit.ly/2sCzxfz via @6sicuro

Un futuro migliore per tutti

I vantaggi di una rete elettrica senza fili sono innumerevoli. Ne parla lo stesso Santarelli:

“In questo momento la trasmissione dell’energia senza fili è la frontiera della ricerca in tutto il mondo perchè eliminare i ‘cavi’ renderà i nostri dispositivi e tutto ciò con cui interagiamo molto più efficiente, pratico e decisamente meno costoso. Con tale scoperta potremmo prevenire black-out e fornire re interi quartieri con energia in surplus di impianti rinnovabili. Stiamo conducendo esperimenti importanti sulla rete elettrica tradizionale con un approdo ad un’energia senza fili che sfrutta anche l’energia da elementi ambientali secondo il principio della cosiddetta ‘risonanza reciproca’. L’esperimento è registrato come ‘Elastic Energy’ in team con esperti internazionali”.

Confronta tariffe luce

I tempi per la diffusione su larga scala di questa rivoluzione energetica potrebbero non essere troppo lontani. È possibile inviare energia elettrica a una distanza di 500 metri, lo ha dimostrato l’esperimento in Abruzzo, così come produrre e stoccare 1 kw e mezzo di energia al giorno. Presto sarà pronto il primo prototipo di un sistema che potrà trasmettere l’energia a 20 km di distanza.

Santarelli apre un varco di entusiasmo sul futuro dell’energia:

“[…] sto cercando di dimostrare che dalla scienza arrivano le soluzioni per abbattere i costi, l’inquinamento ambientale e prevenire i black-out. Nel prossimo futuro il costo dell’energia, luce e calore, potrà essere quasi zero e avremmo sempre meno interruzioni monitorando meglio l’efficienza energetica. Questo studio permetterà anche di monitorare meglio fenomeni legati alle infrastrutture critiche quali crisi e attacchi terroristici”.

I progetti di Santarelli e il suo team saranno presentati oggi al Festival dell’energia di Milano al centro Unicredit Pavilion in piazza Gae Aulenti 10 alle 14:30.

Francesco Candeo

Dalla passione per i media agli studi in Comunicazione e Strategie di Comunicazione all'Università di Padova. Il mio lavoro è dare vita digitale alle migliori idee per raccontare in rete le persone e le loro attività. Realizzo i progetti di persona, oppure offro consulenze specifiche. Mi piace occuparmi anche di ciò che rende interessante il web: i contenuti.

Commenti Facebook

1 Commento

  1. Avatar
    Ruggero Vaia agosto 29, 2017

    A proposito di queste eclatanti “scoperte” credo sia interessante per tutti la lettura di questo articolo www. qualenergia .it/articoli/20170630-il-misterioso-caso-della-trasmissione-di-elettricita-a-distanza

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*