Energia elettrica: lampioni comunali allacciati abusivamente

Lampioni comunali allacciati abusivamente alla rete dell'energia elettrica: è successo in provincia di Caserta. Sono in corso le indagini per chiarire le responsabilità.

energia elettrica

Furto di energia elettrica da parte del Comune. È successo a Santa Maria a Vico, nel casertano, dove i carabinieri hanno accertato delle irregolarità sugli allacci dell’illuminazione pubblica alla rete elettrica.

Il danno economico è ingente e al momento sono in corso ulteriori indagini per chiarire le eventuali responsabilità.

Furto di energia elettrica: questa volta è un Comune

Sono piuttosto frequenti le notizie sui furti di energia elettrica. Di recente abbiamo visto il caso di un intero complesso residenziale che rubava l’energia, è accaduto in paese in provincia di Foggia. E ogni giorno si allunga la lista di chi viene scoperto ad allacciarsi abusivamente alla rete elettrica. Di solito si tratta di semplici cittadini o al massimo di piccole aziende di tipo privato.

Ma ciò che i carabinieri, assieme al personale tecnico dell’Enel, hanno scoperto ieri in un comune in provincia di Caserta, ha davvero del singolare. A Santa Maria a Vico ben 26 lampioni comunali erano alimentati illegalmente tramite un allaccio diretto alla cabina principale Enel.

L’illuminazione pubblica alimentata abusivamente è stata scoperta in via Monticello. Carabinieri e tecnici Enel lo hanno verificato ieri pomeriggio (7 giugno 2017), accertando l’ipotesi di reato di furto aggravato continuato. Dovrà risponderne proprio l’Ente Comunale di Santa Maria a Vico.

Energia elettrica: lampioni comunali allacciati abusivamenteEnergia elettrica: lampioni comunali allacciati abusivamente http://bit.ly/2qZo9sK via @6sicuro

Il Comune rubava l’energia: danni ingenti

La porzione di impianto pubblico allacciato in modo illegale è ancora in funzione. Si è preferito non interrompere l’erogazione del servizio pubblico di illuminazione.

Confronta tariffe luce

Sono tuttora in corso indagini per chiarire le attribuzioni di quanto accaduto. Le eventuali responsabilità saranno di tipo penale e verranno plausibilmente imputate agli amministratori comunali che detenevano gli incarichi specifici riguardo l’illuminazione pubblica.

Per quanto riguarda il danno economico subito da Enel S.p.A, al momento si parla di una cifra compresa tra gli 80 e i 100mila euro.

Francesco Candeo

Dalla passione per i media agli studi in Comunicazione e Strategie di Comunicazione all'Università di Padova. Il mio lavoro è dare vita digitale alle migliori idee per raccontare in rete le persone e le loro attività. Realizzo i progetti di persona, oppure offro consulenze specifiche. Mi piace occuparmi anche di ciò che rende interessante il web: i contenuti.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*