Bollette luce e gas: l’Italia è tra le più care d’Europa

Triste primato per il nostro Paese. Le bollette luce e gas italiane sono le più care della UE, ma si può ancora risparmiare. Ecco come salvaguardare il tuo portafoglio e ridurre la bolletta.

bollette luce e gas

Le bollette luce e gas sono tra le più care d’Europa, mentre il prezzo dei biglietti per il trasposto pubblico è tra i più economici nel suolo della UE. Ma si può ancora risparmiare? Sì, e in questo articolo ti spieghiamo come.

Bollette luce e gas: tutta colpa delle tasse

La CGIA di Mestre ha reso pubblico uno studio sulle tariffe dei servizi pubblici nei Paesi della UE. Gli italiani pagano bollette luce e gas a prezzi molto più elevati degli altri cittadini europei:

  • per l’energia elettrica il costo è di quasi 243 euro per 1000 chilowatt/ora, con un 10% in più rispetto alla media UE;
  • per il gas il costo è di 90,5 euro per chilowatt/ora con un più 18,6%.

A commentare i dati, Paolo Zabeo, coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA:

“Oltre a scontare l’handicap di essere un paese importatore di prodotti energetici le nostre bollette della luce e del gas sono tra le più care d’Europa anche perché il carico fiscale è pesantissimo. Nelle tariffe elettriche, ad esempio, l’incidenza della tassazione sul prezzo totale nelle fasce di consumo medio da noi è al 39 per cento contro una media europea del 32 per cento. In quelle del gas, invece, la componente fiscale presente in Italia è del 36 per cento, mentre in Ue si attesta al 23 per cento”

Nella classifica creata dall’Istituto, l’Italia si trova in un “prestigioso” terzo posto, dietro a Germania e Irlanda:
tariffe bollette luce energia
Ci si rende conto come siano pochi i paesi che registrano il segno + rispetto alla media europea. Al di là della Germania, i restanti stati (Irlanda, Italia, Spagna, Belgio e Portogallo) non stanno vivendo un periodo d’oro a livello economico e questo non fa che contribuire alle difficoltà delle famiglie.

Non va meglio per il prezzo della bolletta del gas:
bolletta gas cgia
A farci compagnia nel gruppo degli stati con la bolletta del gas più cara troviamo Spagna, Portogallo e Paesi Bassi con una differenza, rispettivamente, del +22,0% / +28,7% e +1,0%.

Bollette luce e gas: in Italia le più care d'EuropaBollette luce e gas: in Italia le più care d’Europa http://bit.ly/2cSthex via @6sicuro

energia

Come risparmiare energia elettrica e abbassare la bolletta

Salvaguardare il portafoglio e risparmiare sulla bolletta dell’energia è ancora possibile, se sai come fare. Nell’articolo “Come risparmiare energia elettrica in casa, in ufficio e in azienda” ti abbiamo elencato le principali tecniche per ridurre i consumi e i costi:

  • usa lampadine a di ultima generazione o a led, consumano l’80% in meno di quelle tradizionali;
  • usa pompe di calore;
  • scollega la spina di tutti gli elettrodomestici che non usi;
  • scegli elettrodomestici di classe A, preferibili quelli A++;
  • unisciti a gruppi di acquisto;
  • sugli ambienti di passaggio potresti installare dei sensori di presenza che eviteranno frasi come “mi sono dimenticato la luce accesa tutta la notte“;
  • lava e asciuga a pieno carico;
  • confronta le tariffe.

Ma soprattutto, scegli la fascia energetica più adatta alle tue esigenze:

  • la tariffa monoraria prevede un prezzo unico per qualsiasi ora di utilizzo;
  • la tariffa bioraria prevede due tariffe a seconda delle fasce scelte;
  • la tariffa trioraria (offerta da alcune compagnie) lavora su mattino-pomeriggio-sera.

Ti consiglio quindi di fare una attenta valutazione delle tue abitudini per capire cosa è meglio per te e, soprattutto, come puoi risparmiare in base all’utilizzo che fai dell’energia elettrica.

Bollette luce e gas: il contrappeso dei trasporti pubblici

Lo studio dell CGIA di Mestre ci regala una magra consolazione: in Italia i trasporti pubblici costano meno rispetto agli altri Paesi UE. Nel nostro Paese bus, tram e metropolitana costano mediamente 1,5 euro (per le tratte urbane), un prezzo molto basso se si considerano i 3,8 euro di Stoccolma, i 3,6 di Londra e i 2,8 di Dublino.

Anche per il trasporto ferroviario, considerando un biglietto di seconda classe su su una tratta di 200 chilometri, la media italiana, considerando Roma e Milano, è di poco più di 25 euro mentre a Londra il costo sale a 66,7 euro, a Berlino, Francoforte e Monaco è di 52,4 euro, a Parigi è di 39,5 euro e a Stoccolma di 37,7 euro. Commenta Zabeo:

“Se pendolari e viaggiatori possono contare su biglietti a basso prezzo è anche vero che la qualità dell’offerta che ricevono è molto scadente. Ad eccezione delle tratte di lunga percorrenza, il nostro trasporto ferroviario regionale, ad esempio, versa in pessime condizioni. Mancano gli investimenti, il parco rotabile spesso è obsoleto e la disorganizzazione è molto diffusa, soprattutto nel Mezzogiorno.”

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

1 Commento

  1. Avatar
    SIRIO settembre 21, 2016

    Dovremmo sorprenderci?

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*