Bollette luce e gas: cosa aumenta e cosa diminuisce

Dal 1°Ottobre bollette luce e gas subiscono subisce dei cambiamenti: giù l'energia elettrica e su il metano. Ecco cosa sta succedendo e come si può risparmiare.

bollette luce e gas

L’Autorità per l’energia ha deciso gli aggiustamenti tariffari per l’energia relativi all’ultimo trimestre del 2016. Dopo i grossi rincari di luglio–agosto settembre cala il prezzo dell’energia elettrica, ma aumenta quello del gas in concomitanza con l’arrivo dei mesi freddi.

energia

Bolletta luce e gas: diminuisce solo l’energia elettrica

Secondo quanto stabilito dall’Autorità per l’energia, nell’ultimo trimestre 2016 la bolletta della luce vedrà una riduzione dell’1,1% mentre quella del gas aumenterà dell’1,7%.

In termini assoluti, nell’arco dell’intero anno 2016, la famiglia tipo godrà di un risparmio di 96 euro rispetto all’anno scorso. Notizia tutto sommato apprezzabile per i consumatori che, tuttavia, si vedono puntualmente di fronte ad uno spiacevole aumento delle tariffe del gas proprio nei mesi di maggior consumo.

Nonostante il sostanziale risparmio e nonostante quella del gas sia stata negli ultimi nove mesi la bolletta che ha subito il maggiore calo, Federconsumatori considera l’aumento del gas come un “segnale che dimostra l’esistenza di un intollerabile meccanismo speculativo a danno dei consumatori”.

Ad ogni modo il risparmio sul gas rispetto al 2015 è di 91 euro, mentre di soli 5€ è il risparmio sull’energia elettrica.

Bollette luce e gas: cosa aumenta e cosa diminuisceBollette luce e gas: cosa aumenta e cosa diminuisce http://bit.ly/2dLzWd4 via @6sicuro

Bollette luce e gas: perché aumenta quest’ultimo?

Il prezzo del metano aumenta per un effetto stagionale, nello specifico si incrementa proprio il prezzo della materia prima per poi ridursi all’arrivo della stagione primaverile.

Bollette luce e gas: perché diminuisce l’energia elettrica?

Il meccanismo di formazione dei prezzi dell’elettricità è piuttosto complesso. L’aumento del 4,3% sull precedente trimestre è dovuto ai costi d’acquisto di energia all’ingrosso da parte di Terna (la società che gestisce le infrastrutture della rete elettrica italiana).

Questo aumento è stato considerato anomalo e l’Autorità ha disposto un’indagine per effetto della quale si potrebbe arrivare anche a un risarcimento per i consumatori. I giudici amministrativi hanno infatti imposto all’Autorità dell’energia di istituire un fondo dedicato. Il calo del prezzo dell’energia elettrica registrato in quest’ultimo trimestre ha avuto luogo, infatti, in seguito a tali disposizioni.

Nel frattempo Codacons annuncia di voler dare seguito alla faccenda per capire chi abbia “speculato sulle spalle delle famiglie” e attende il “rimborso automatico agli utenti previsto dal Tar della Lombardia, assolutamente indispensabile se nella prossima bolletta saranno introdotti gli aumenti di luglio”.

Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*