Come mettere in regola la baby-sitter o la badante?

come mettere in regola la baby-sitter

Hai dei figli e hai deciso di avvalerti dell’aiuto di qualcuno? Magari ti stai chiedendo come mettere in regola la baby-sitter. In realtà sono diverse le opzioni per far emergere il lavoro di chi collabora con noi nella gestione dei bambini, un aiuto prezioso che necessita di tutele sia per chi ti sta aiutando che per te, soprattutto in caso di inconvenienti.

Come mettere in regola la baby-sitter: Assunzione

La baby-sitter rientra a pieno titolo nella categoria dei lavoratori domestici. “Sono lavoratori domestici coloro che prestano un’attività lavorativa continuativa per le necessità della vita familiare del datore di lavoro come ad esempio colf, assistenti familiari o baby-sitter, governanti, camerieri, cuochi ecc.” si legge sul sito dell’INPS.

Per procedere con un’assunzione vera e propria, come da contratto collettivo nazionale, occorre necessariamente rivolgersi ad un consulente del lavoro, che predisporrà tutta la documentazione del caso e di mese in mese si occuperà della busta paga e di tutti i versamenti necessari; molto difficile procedere con il fai da te. Ricordiamo che la comunicazione all’INPS dell’avvenuta assunzione deve avvenire entro la mezzanotte del giorno precedente l’inizio del rapporto di lavoro.

Si tratta dell’opzione più costosa per il datore di lavoro, ma sicuramente la più completa se si desidera avvalersi di una collaborazione quotidiana, a tempo pieno, e continuativa. Difficile che una persona con un solido contratto di lavoro ti abbandoni dall’oggi al domani.

Come mettere in regola la baby-sitter o la badante?Come mettere in regola la baby-sitter o la badante? http://bit.ly/1e7uE5A via @6sicuro

Come mettere in regola la baby-sitter: Voucher

In caso di prestazioni occasionali, puoi avvalerti dei voucher dell’INPS, buoni del valore di 10 euro sui quali è già stato calcolato il contributo pensionistico, per cui alla baby sitter spettano 7,50 euro. In sostanza nel voucher sono conteggiati 2,50 che andranno a coprire i contributi e l’assicurazione infortuni presso l’INAIL.

I voucher possono essere acquistati online, presso le sedi INPS oppure semplicemente dal tabaccaio. Prima che cominci il rapporto di lavoro, se intendi acquistare i buoni online, devi richiedere i voucher che pagherai direttamente sul sito o con il modello F24. I voucher non utilizzati non possono essere rimborsati.

Per attivare i voucher devi comunicare all’INPS il tuo codice fiscale, quello della baby-sitter, la data d’inizio e fine rapporto e l’indirizzo presso cui verrà svolto il lavoro di babysitting. Nel caso di acquisto dei i voucher online, la baby-sitter riceverà una tessera su cui sarà accreditato lo stipendio. Se invece hai preso i voucher in tabaccheria o presso le sedi Inps, la baby-sitter potrà incassare il relativo importo sempre in tabaccheria o in un ufficio postale, presentando voucher, codice fiscale e documento d’identità.

Per la baby-sitter abbiamo chiarito ma come mettere in regola la badante o la colf? Le regole appena descritte sono le stesse e valgono anche in questi casi.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook