Cartelle Equitalia: stop dall’8 al 22 agosto

L'8 agosto scatta l'operazione zero-cartelle di Equitalia: tregua per i debitori fino al 22 agosto. Si prospetta un Ferragosto senza "ansia da notifica" per 360 mila contribuenti.

zero-cartelle equitalia

Zero-cartelle: l’iniziativa di Equitalia

Capita di ricevere una cartella esattoriale alla vigilia di una festa importante o prima delle tanto agognate vacanze (che si vada via o meno dalla città). Non è una bella esperienza e rovina l’aria di festa, anche se magari quel debito è dovuto e lo sappiamo. Questa estate però l’amministratore delegato di Equitalia, Ernesto Maria Ruffini, ha stabilito uno stop delle notifiche delle cartelle esattoriali, informando tutti gli uffici territoriali e gli operatori postali.

La sospensione partirà l’8 e si concluderà il 22 agosto. Verranno bloccati 273.854 atti che avrebbero dovuto essere trasmessi tramite posta e 86.337 cartelle che sarebbero state notificate via PEC. Per 360mila contribuenti sarà un Ferragosto senza “ansia da notifica”.
Queste le parole di Ruffini:

“Vogliamo utilizzare ogni strumento per essere efficienti come società pubblica che ha degli obiettivi da raggiungere, un servizio da offrire, e nel contempo però deve sapere dialogare con i contribuenti che sono innanzitutto persone, cittadini che non possono percepire lo Stato come un avversario, come un ostacolo.”

Attenzione! Lo stop non sarà totale e verranno comunque notificate circa 20 mila comunicazioni ritenute urgenti.

Zero-cartelle: dopo il 22 agosto si riprende con le notifiche

Lo stop stabilito da Ruffini è ovviamente temporaneo e dopo il 22 agosto tutte le cartelle bloccate verranno prontamente notificate ai debitori. Questo significa che sapendo di essere in debito con Fisco, Enti previdenziali o Enti Locali, bisogna segnare in agenda questa data perché da quel momento in poi potrebbero arrivare le temute cartelle.

Ma niente panico. Innanzitutto ci sono le cartelle amiche, che contengono la proposta di rateizzazione già al loro interno, e nel caso questa non sia presente è sempre possibile richiedere una rateizzazione Equitalia.

In questo modo sarà possibile far fronte al proprio debito in piccole rate da 100 o addirittura 50 euro mensili, in modo da non far pesare troppo la cartella sulle finanze famigliari.

Zero-cartelle: Equitalia ferma tutto dall'8 al 22 agostoZero-cartelle: Equitalia ferma tutto dall’8 al 22 agosto http://bit.ly/2azkzk2 via @6sicuro

Le Cartelle Amiche vanno in ferie?

La risposta è si. La “sospensione” di Equitalia durante questo periodo sarà quasi totale e, anche le cartelle amiche che contengono la proposta di rateazione, verranno stoppate. Per accettare la proposta di dilazione contenuta nei plichi consegnati a casa sarà sufficiente firmare il modulo contenuto e consegnarlo:

  • fisicamente recandosi allo sportello;
  • via posta con raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • via PEC (posta elettronica certificata).

Equitalia in ferie per sempre

Il sogno di molti italiani è che Equitalia possa prendersi una pausa non solo ad agosto, ma per sempre. Un sogno che, stando alle ultime dichiarazioni del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, potrebbe essere realtà. A proposito dell’abolizione di Equitalia ha recentemente affermato:

“Entro l’anno arriverà il decreto che cambierà definitivamente il rapporto tra fisco e cittadini ed Equitalia non ci sarà più… Non è che le multe non si pagano più, ma si pagheranno in modo diverso. Il fatto che non ne abbia più parlato non significa che non si farà, confermo che entro la fine dell’anno ‘bye bye Equitalia’

Un’operazione complicata da gestire in soli 5 mesi considerati gli 8 mila dipendenti e un giro d’affari pari a 25 miliardi di euro. Attenzione però: l’eventuale chiusura di Equitalia non significherebbe la cancellazione delle cartelle esattoriali. Semplicemente la riscossione dei debiti sarebbe affidata ad altri.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

4 Commenti

  1. Avatar
    Antonio luglio 31, 2016

    Caro dottor Renzi.il punto non è tanto che l’Equitalia sparisca dalle pll. Il punto è che bisogna dare più flessibilità alle famiglie,e permettere comode rate più piccole. Se no saremo sempre punto a capo.

    Rispondi
  2. Avatar
    tommy luglio 31, 2016

    Questa tassazione fiscale é un IMPOSIZIONE FISCALE…Detto ciò vorrei che ci fosse una EQUITÀ di rapporto fra legislatori e “sovranità popolare”in quando.. come il governo sta tracciando i soldi dei contribuenti con il C.F.
    VORREMMO ANCHE NOI TRACCIARE LE TASSE CHE PAGHIAMO….COME? ….PER ESEMPIO I BOLLI LE MULTE (AUTOVELOX ECC…ECC..) E NN SONO POCHI SOLDI MA FANNO MILIARDI DI EURO…DOVREBBERO. ESSERE USATI PER LA VIABILITÀ…STRADE,ILLIMINAZIONE,SEGNALETICA…ECC…ECC…A ME NN SEMBRA CHE VENGANO FATTI TUTTI QUESTI LAVORI ANCHE PER CHE LA GENTE CHE VA IN BICICLETTA CADE IN QUESTE VORAGINI…CHE VI SONO PER LE STRADE E VANNO IN COMA IRREVERSIBILE….ALLORA MI CHIRDO TUTTI QUESTI SOLDI DOVE VANNO?….

    Rispondi
  3. Avatar
    Giorgio luglio 31, 2016

    Mi viene da ridere .come no levano il nome equitalia e ne metteranno uno diverso il contenuto e sempre quello è l’ennesima pigliata per i fondelli.

    Rispondi
  4. Avatar
    gianni agosto 04, 2016

    spero sempre ad un fallimento totale…..

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*