Rateizzazioni decadute: il Fisco riapre le porte

Nuova opportunità per i contribuenti che, per qualsiasi motivo, hanno delle rateizzazioni decadute. Grazie al decreto Enti Locali è ora possibile recuperare.

rateizzazioni decadute

Rateizzazioni decadute: la nuova norma

Approvato alla Camera, con 271 voti a favore e 109 contrari, il decreto Enti Locali. Tra le norme introdotte la possibilità di riammettere alla rateizzazione Equitalia i contribuenti decaduti. Ecco le caratteristiche del provvedimento:

  • riammissione alla rateizzazione fino ad ulteriori 72 rate mensili, che possono arrivare a 120 nei casi in cui i debitori si trovino, per ragioni estranee alla propria volontà, in una “comprovata e grave situazione di difficoltà legata alla congiuntura economica”;
  • obbligo di domanda di riammissione entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del provvedimento;
  • si ha diritto alla riammissione anche se al momento della domanda “le rate scadute alla stessa data non siano state integralmente saldate”;
  • soglia massima per la richiesta di dilazione per documentate difficoltà economica, che passa da 50mila a 60mila euro;
  • riammissione concessa a chi è decaduto entro il 1° luglio 2016;
  • la rateizzazione decade definitivamente nel caso in cui il contribuente dovesse saltare due rate anche non consecutive.

Più tempo per gli Enti Locali in materia di riscossione

Il decreto approvato dalla Camera, concede più tempo agli Enti Locali che non si sono ancora dati un’organizzazione per la riscossione diretta dei tributi. Per 6 mesi ancora se ne occuperà Equitalia. Le operazioni di accertamento, liquidazione e riscossione, faranno capo alla società dell’Agenzia delle Entrate fino al 31 dicembre 2016, mentre avrebbe dovuto cessare la propria attività al 30 giugno 2016.

Dal 2017 la riscossione dei tributi locali dovrebbe passare totalmente agli enti creditori. Il decreto Enti Locali, per completezza, prevede inoltre:

  • rinvio al 2017 dell’incremento dell’addizionale sulla tassa d’imbarco;
  • stanziamento di 10 milioni di euro per i familiari delle vittime dell’incidente ferroviario del 12 luglio 2016 in Puglia;
  • proroga delle concessioni sulle spiagge;
  • introduzione delle cartelle esattoriali per la riscossione delle multe per irregolarità nei documenti di viaggio rilevate sui mezzi pubblici locali.
Rateizzazioni decadute: il Fisco riapre le porteRateizzazioni decadute: il Fisco riapre le porte http://bit.ly/2aEZFxB via @6sicuro
Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*