Rateizzazione Equitalia: come fare, modulo e interessi

La rateizzazione Equitalia è una di quelle azioni necessarie quando non si riesce a pagare una cartella. Come fare, i tipi, modulo e interessi per la rateizzazione Equitalia.

rateizzazione equitalia

Sei rientrato a casa e hai trovato quel famigerato plico bianco e azzurro ad attenderti? Fermati un attimo, siediti e leggi tutto quello che devi sapere sulla rateizzazione Equitalia, ovviamente solo dopo aver verificato che l’importo richiesto sia realmente dovuto (ogni tanto partono le cosiddette “cartelle pazze”).

Modulo rateizzazione Equitalia

Chi non è in grado di pagare le cartelle ricevute in un’unica soluzione può usufruire della rateizzazione Equitalia.
Se il debito è inferiore a 50.000 mila euro la domanda di rateizzazione può essere fatta compilando semplicemente un modulo, scaricabile dal sito di Equitalia, che richiede l’inserimento dei propri dati anagrafici e del numero della cartella esattoriale per la quale si chiede la dilazione.

Occorre inoltre inserire il numero di rate mensili che si intende pagare, ma è opportuno ricordare che Equitalia non accetta rate inferiori a 100 euro. Ad esempio se il tuo debito è pari a 1.000 euro, non potrai chiedere più di 10 rate, anche se il numero massimo di rate che l’esattore può concedere è pari a 72 e in alcuni casi particolari sale a 120.

Il modulo correttamente compilato può essere consegnato ad Equitalia in tre modi (ricordati sempre di allegare copia del documento di identità):

  • direttamente allo sportello di competenza;
  • tramite raccomandata A/R;
  • online sul sito di Equitalia.

Rateizzazione Equitalia online

Per la richiesta online è sufficiente collegarsi al sito di Equitalia, andare nella sezione dedicata ai servizi online, selezionale l’opzione “rateazione” e compilare il form (che non è altro che il modulo cartaceo compilabile direttamente online). Per la compilazione serve la cartella esattoriale e una copia del documento di identità in pdf. Se la procedura va a buon fine verrai contattato dall’ente di riscossione che ti comunicherà piano di ammortamento con numero di rate e relativi importi.

La comunicazione di Equitalia ti arriverà via posta raccomandata, con i bollettini precompilati già pronti per i pagamenti.
Se il debito è superiore ai 50.000 euro, la procedura diviene un po’ meno semplice. L’ente di riscossione richiede infatti oltre il suddetto modulo anche della documentazione comprovante lo stato di difficoltà economica.

Una novità introdotta nel luglio 2016 è Equiclick, l’app mobile di Equitalia che tra i diversi servizi offerti consente anche di fare la richiesta di rateizzazione via smartphone o tablet.

Rateizzazione Equitalia da 50 euro: le limitazioni

Una buona notizia sebbene legata alla tanto temuta Equitalia. Sempre a partire da luglio 2016 arrivano le cartelle amiche, cartelle esattoriali che contengono già la proposta di rateazione e le cui rate, per i debiti inferiori ai 3.600 euro, sono ridotte da 100 a 50 euro al mese.
Come sottolinea Ruffini, amministratore delegato di Equitalia

“non fa mai piacere ricevere una cartella, ma vedere subito che si può pagare gradualmente spinge a togliersi il pensiero. Nella stessa logica, i contribuenti possono fare la domiciliazione bancaria. Sembra una sciocchezza, ma a volte si saltano le rate per dimenticanza”.

E saltare le rate può anche far decadere il diritto alla dilazione con la conseguente pretesa del versamento di quanto dovuto in un’unica soluzione.

Attenzione! Le cartelle amiche riguardano esclusivamente i debiti di importo inferiore a 50mila euro.

Rateizzazione Equitalia: come fare, modulo e interessiRateizzazione Equitalia: come fare, modulo e interessi http://bit.ly/1LxtXBq via @6sicuro

Rateizzazione Equitalia: costante o crescente

Le rate richieste possono essere di due tipi: costanti oppure crescenti. Con le rate costanti pagherai lo stesso importo tutti i mesi fino ad esaurimento del debito. Le rate crescenti invece saranno più basse il primo anno e cresceranno in quello successivo e in quello successivo ancora.
La scelta delle rate crescenti è un’opzione utile per chi ha un debito consistente e sa che la precaria situazione economica è temporanea.

Rateizzazione Equitalia: 72 rate

Il numero massimo concedibile di rate mensili, dicevamo sopra, è pari a 72 e può arrivare a 120 in casi particolari.
Le 72 rate mensili riguardano il piano di rateizzazione ordinario, che quindi viene “spalmato” su 6 anni. È però possibile usufruire dell’innalzamento a 120, e dunque passando da 6 a 10 anni, nel caso in cui il debitore si trovi, per ragioni estranee alla propria volontà, in una “comprovata e grave situazione di difficoltà legata alla congiuntura economica”.

Insomma non è sufficiente affermare di essere in difficoltà, bisogna documentare la propria situazione economica.

Rateizzazione Equitalia: interessi

La rateizzazione, ovviamente, non è un’operazione a costo zero per il debitore. Scegliendo di pagare a rate, bisogna considerare che si andranno a versare anche gli interessi di dilazione.

Il tasso di interesse varia a seconda del debito a cui fa capo la cartella:

  • per i debiti erariali, quelli relativi ad imposte e tasse, è pari al 4,5%;
  • per i debiti previdenziali è pari al 6,05%;
  • per gli altri debiti, il tasso viene stabilito dal singolo ente che ha dato l’incarico all’agente di riscossione.

Gli interessi di dilazione aprono uno scenario alternativo per il debitore: conviene di più la rateizzazione di Equitalia o chiedere un finanziamento, magari ad un tasso più vantaggioso, per pagare la cartella per l’intero importo senza dilazioni? Si tratta di una domanda da porsi per tenere sotto controllo le proprie finanze.

Rateizzazione Equitalia: indice alfa

L’indice alfa riguarda le richieste di rateizzazione inoltrate da parte delle imprese, non parliamo dunque di privati cittadini.

L’indice alfa è un parametro applicato da Equitalia in fase di valutazione della concessione del numero di rate per debiti superiori ai 50mila euro. In sostanza si misura la capacità dell’impresa di poter sostenere i propri impegni finanziari con la liquidità che ha a disposizione.

Rate scadute e proroga

E se salti una o più rate perché quel mese proprio non ce la fai? Può succedere, no? Saltare le rate può portare alla decadenza della dilazione e all’obbligo di pagare l’intero debito, pena l’avvio delle procedure esecutive, come il fermo auto ad esempio.

Ma nel corso degli anni la situazione è migliorata a vantaggio del debitore e ad oggi è possibile saltare fino a 8 rate, anche non consecutive, prima che il piano di rateizzazione Equitalia venga dichiarato decaduto.

E se non paghi più di 8 rate? Purtroppo perdi il diritto alla rateizzazione a meno che non intervenga un provvedimento una tantum come quello che quest’anno consentiva a chi aveva superato, nel 2014, il limite di rate saltate di richiedere nuovamente la rateizzazione. Ma per il momento non è previsto nulla in tal senso e quindi occhio al calendario!

Rateizzazione Equitalia: le altre novità

Un’altra importante novità partirà dal mese di giugno: i soggetti obbligati ad avere la PEC, posta elettronica certificata, non riceveranno più le cartelle Equitalia in formato cartaceo, ma esclusivamente via posta elettronica.

In attesa poi di scoprire se quanto affermato da Renzi circa l’abolizione di Equitalia, per ora è stata attuata l’eliminazione delle società Equitalia Nord, Centro e Sud. A partire da luglio 2016 resta la sola Equitalia Servizi riscossione Spa per l’intero territorio nazionale. Ruffini, AD di Equitalia, utilizzando una metafora calcistica afferma “dalla marcatura a uomo passiamo a quella a zona”, con l’obiettivo di risparmiare 300mila euro annui in spese di riscossione.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

10 Commenti

  1. Avatar
    arturo agosto 26, 2015

    Gentile signora io 10 mesi fa ho fatto una domanda di rateizzazione online ma nessuno mai mi ha risposto.lei e sicura che questa procedura funzioni?.saluti

    Rispondi
  2. Avatar
    Andrea agosto 26, 2015

    Buongiorno,
    ho 3 cartelle emesse in 2 diverse regioni (Lazio e Piemonte) e in tre provincie (ROma, Torino, Asti).
    E possibile chiedere la rateizzazione di tutte le cartelle ottenendo un unica rata?
    Chiedo questo in quanto se dovessi ottenere un unica rata il limite dei 100 Euro minimi non sarebbero un problema.
    Al contrario se mi venissero accordate 3 rate, l0importo minimo da pagare sarebbe 300 euro (100 x 3)
    Grazie
    Andrea

    Rispondi
  3. Avatar
    elisabetta agosto 26, 2015

    Buongiorno vorrei sapere se posso richiedere la rateazione di cartelle esattoriali equitalia che mi arrivano dal 2007 a causa di una truffa fattami e che non ho potuto denunciare
    visto che le cartelle continuano ad arrivarmi vorrei mettermi in paro ma non ho grandi possibilità economiche
    ringrazio anticipatamente in attesa duna vs risposta

    Rispondi
  4. Avatar
    Elena febbraio 23, 2016

    Buongiorno vorrei avere delle delucidazioni,ho comprato un auto mobile con il fermo amministrativo sapendolo, di circa 1800 euro con gli interessi dal 2010 ho acquistato la macchina perché il prezzo era vantaggioso decidendo di pagare le rate ad equitalia per liberare il mezzo da blocchi.
    Il proprietario che aveva da saldare equitalia è deceduta e ha ereditato tutto sua” figliastra “,mi chiedo quali documenti servano e di chi per effettuare il pagamento come terza persona visto che ho acquistato l’auto.ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli luglio 06, 2016

      Ciao Elena,
      il debito di Equitalia non è cedibile. Dovrebbe essere l’erede della vecchia proprietaria dell’auto a richiedere le rate e a comunicarle il piano da ammortamento. Poi potrebbe pagare lei le rate così ottenute.

      Rispondi
  5. Avatar
    juri luglio 04, 2016

    Funziona molto male, se ai 2000,00£ con le rate fine pagamento va 5000,00£ sono tutte le bugie.

    Rispondi
  6. Avatar
    Maurizio luglio 07, 2016

    Buongiorno ho un debito con equitalia di circa 53000.00 euri e mi è stato pignorato lo stipendio per 1/10 con una rata variabile di 160.00 euri che per me diventa veramente isostenibile è possibile avere la rata a 50.00 euri come spiegato nell’articolo? Eventuale liquidazione verrà fatto un prelievo di 1/10 o altra percentuale? in attesa di Sua risposta cordiali saluti

    Rispondi
  7. Avatar
    antonio luglio 27, 2016

    salve ho avevo un piano di rimborso rateale con equitalia ma mer motivi di soldi ho lasciato dietro da piu di un anno almeno 7 rate è possibile riprendere il piano di pagamento??

    Rispondi
  8. Avatar
    GLORIA INCERPI settembre 29, 2016

    buon giorno
    HO UN DEBITO CON EQUITALIA DI 8.300 EURO. QUANDO IL MIO RAPPRESENTATE E ANDATO A PATTARE IL PAGAMENTO DEL DEBITO LORO HANNO VISTO NELLO SCHERMO CHE AVEVO UN ISEE MOLTO BASSO MA C’ERA ANCHE UN PAGAMENTO DEL INPS PER ARETRATTI E, HANNO DECISO, SENSA CONSIDERARE LA MIA SITUAZIONE ECONOMICA ,FARMI PAGARE IL MONTO TOTALE DEL DEBITO. IO, INTANTTO, SONO ANDATO ALLE PAGINE DEL INPS E HO CHIESTO LA RATEZZIZAZION DEL DEBITO IN 72 QUOTE CHE NON E STATA ACETTATA. LA DOMANDA E SE IO DEVO CONTATTARE UN AVOCCATO PER DIFENDERMI O PAGARE SEMPLICEMENTE IN DETRIMENTO DELLA MIA SITUAZIONE ECONOMICA

    Rispondi
  9. Avatar
    Eleonora ottobre 26, 2016

    Buongiorno volevo sapere se una cartella esattoriale è stata formulata nel comune di Lodi e io sono fuori comune è possibile la rateizzazione in qualunque altro ufficio Equitalia d Italia?

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*