Novità Cartelle Equitalia: dal 15 maggio giù gli interessi di mora

equitalia

Parliamo di Equitalia ma questa volta per darti una buona notizia. A partire dal 15 maggio 2015 caleranno gli interessi di mora sulle cartelle di pagamento. Vediamo di quanto e cosa comporta.

Il provvedimento

L’Agenzia delle Entrate, dalla quale dipende Equitalia, con il provvedimento del 30 aprile 2015 ha stabilito che dal 15 maggio 2015 gli interessi di mora sulle somme versate in ritardo a seguito della notifica di una cartella di pagamento verranno ridotti passando dal 5,14% al 4,88% su base annua.
A determinare la nuova aliquota è stata la Banca d’Italia che ha analizzato la media dei tassi bancari attivi rilevando una leggera flessione registrata nel 2014.

Novità cartelle: dal 15 maggio giù gli interessi di mora
Novità cartelle Equitalia: dal 15 maggio giù gli interessi di mora http://bit.ly/1dYQOHE via @6sicuro

Cosa succede se paghiamo in ritardo una cartella?

Una volta ricevuta la notifica di una cartella esattoriale, abbiamo 60 giorni di tempo per versare la somma indicata sul documento. Nel corso di quei 60 giorni possiamo porre in atto tutte le azioni necessarie ad sgravare la cartella nel caso l’importo non sia dovuto, oppure per ottenere una rateizzazione della somma da versare.
Passati i 60 giorni, se non abbiamo ottenuto alcuno sgravio e non abbiamo pagato, l’importo della nostra cartella cambia. Equitalia innanzitutto eleva l’aggio di riscossione dal 4,65% all’8%, inoltre vengono applicati gli interessi di mora per ritardato pagamento.

Come si calcolano gli interessi di mora?

Gli interessi vanno calcolati dal giorno della notifica della cartella, attenzione non da quello successivo alla scadenza dei 60 giorni, fino al giorno dell’avvenuto pagamento.
Un esempio numerico:

  • abbiamo una cartella di 1000 notificata il 2 maggio 2015 e che pagheremo il 15 luglio 2015;
  • dobbiamo calcolare gli interessi al 5,14% per i giorni che vanno dal 2 maggio al 14 maggio;dobbiamo poi calcolare gli interessi con il nuovo tasso del 4,88% per i giorni che vanno dal 15 maggio al 15 luglio.

Andremo quindi a pagare:

  • 1000 euro x 5,14 x 12 giorni / 36500 = 1,69 euro (importo che sarebbe stato pari a 1,60 euro se fosse stato già in vigore il nuovo tasso;
  • 1000 euro x 4,88 x 61 giorni /36500 = 8,16 euro;
  • in totale verseremo 9,85 euro di interessi di mora.
Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

3 Commenti

  1. Avatar
    Luciano maggio 14, 2015

    A mio avviso gli interessi sono ancora troppo alti anche perché non si sa dove vanno a finire. Io lo immagino ma me la tengo per me.

    Rispondi
  2. Avatar
    maurizio vio maggio 14, 2015

    Possono scendere gli interessi il problema e che io ho sempre pagato ma equitalia ha rimandato le cartelle già pagate e io dopo 12 13 anni non ho più le ricevute da 6 milioni delle vecchie lire passate a 60 mila euro roba già pagata da tempo. Io se devo avere dei resi di tasse devo aspettare non possono mettere le more equitalia anche se è già pagata; oltretutto sono disoccupato troppo vecchio per lavorare troppo giovane per andare in pensione .

    Rispondi
    • Avatar
      Michele maggio 16, 2015

      Buongiorno Maurizio ma dopo 10 anni i debiti vanno prescritti. Rivolgiti a un buon commercialista

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*