Zenzero: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo

Accelera il metabolismo trasformando il cibo in energia anziché in grasso e ha un effetto drenante. Ma lo zenzero ha anche molte altre virtù. Scopriamo tutti i segreti di questa radice piccante.

zenzero

Lo zenzero (o “ginger”) è una pianta perenne originaria dell’Asia orientale che ha l’aspetto di una canna e che arriva all’altezza di circa un metro. Impiegata per millenni nella medicina Ayurvedica e giunta in Europa nell’epoca romana, è costituita da grossi rizomi nodosi dall’odore aromatico e dal sapore pungente e piccante.

Le proprietà dello zenzero

Le proprietà dello zenzero sono davvero numerose. La più conosciuta è la capacità di contrastare la nausea: basta masticare un pezzetto di zenzero durante un viaggio in auto per ridurre il senso di nausea che spesso ci attanaglia. È poi utile anche nella dispepsia, la condizione che provoca gonfiori addominali e meteorismo.

Se si sta seguendo una dieta dimagrante, lo zenzero è considerato tra i cibi bruciagrassi: la sue proprietà termogeniche producono calore trasformando il cibo in energia e non in adipe che si deposita sul corpo. Per riattivare il metabolismo è sufficiente assumerne da 500 a 2000 mg al giorno.

Infine, il gingerolo contenuto nella radice riattiva la circolazione sanguigna e il drenaggio dei liquidi con un effetto anticellulite, mentre gli olii essenziali presenti al suo interno favoriscono la digestione.

Controindicazioni

Pur avendo incredibili e accertate proprietà, lo zenzero non è esente da controindicazioni: è da evitare se si soffre di ulcere e gastriti. In questi casi se ne sconsiglia l’uso, poiché stimola la secrezione gastrica.

Zenzero per abbassare il colesterolo

Numerose ricerche hanno dimostrato l’efficacia dello zenzero nell’abbassare il colesterolo. Alcuni ricercatori israeliani hanno studiato gli effetti di un estratto di zenzero standardizzato sullo sviluppo di aterosclerosi e aumento del colesterolo nei topi geneticamente predisposti a sviluppare la malattia prematuramente.

La ricerca ha evidenziato che i topi che avevano assunto 25 microgrammi di estratto di zenzero avevano ottenuto i seguenti risultati:

  • Lesioni ateroscleroticche ridotte del 44%;
  • Riduzione dei trigliceridi plasmatici e del colesterolo (rispettivamente del 27% e del 29%);
  • Riduzione del colesterolo VLDL del 53%;
  • Riduzione del colesterolo LDL del 33%.

Gli autori hanno concluso che:

“il consumo alimentare di estratto di zenzero attenua notevolmente lo sviluppo delle lesioni aterosclerotiche. Questo effetto antiaterogeno è associato ad una significativa riduzione dei livelli plasmatici di colesterolo e LDL e una significativa riduzione dello stato ossidativo LDL basali, nonché loro suscettibilità all’ossidazione e aggregazione”.

Zenzero: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarloZenzero: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo http://bit.ly/1srFATa via @6sicuro

Zenzero: come si consuma?

Lo zenzero per il consumo alimentare si trova fresco oppure essiccato, in pezzi o in polvere. È possibile trovare lo zenzero fresco presso alcuni fruttivendoli o nei negozi di alimentazione naturale.

Nei Paesi del Nord Europa viene utilizzato in polvere, per aromatizzare salse, pietanze e dolci, ai quali conferisce un sapore piccante e al tempo stesso aromatico (ad esempio, il pan di spezie).

Nella cucina orientale, lo zenzero è molto diffuso ed entra nella composizione del curry indiano.

Tisana allo zenzero

Per preparare la tisana, e quindi per beneficiare di tutte le sue proprietà, bastano pochi e semplici operazioni. Versate 100 ml di acqua bollente su 5 g di polvere di zenzero essiccato o di zenzero fresco grattugiato, coprite e si lasciate riposare per dieci minuti, e infine filtrate il liquido. A questo punto è possibile dolcificare sia con lo zucchero che con il miele. L’uso dello zenzero renderà il gusto del vostro infuso caratterizzato da una nota pungente nel retrogusto e rinfrescante appena lo si beve.

Nel caso, invece, di radice essiccata si potrà seguire la medesima procedura, sostituendo semplicemente la radice fresca taglia a fettine con un cucchiaino di quella in polvere per ogni tazza.

Ricette con lo zenzero

Il suo sapore deciso e intenso è riuscito a conquistare finanche la cucina, che se ne serve per la realizzazione di molte ricette; prima fra tutte troviamo quelle relativa ai dolci, che aggiungono quel tocco di dolcezza a contrastare la nota pungente non particolarmente amata da tutti.

Biscotti aromatizzati allo zenzero

Ecco qui di seguito un’idea facile e gustosa per realizzare dei biscotti aromatizzati con questa radice. Ingredienti:

  • 250 grammi di farina
  • 70 grammi di burro
  • 200 grammi di zucchero integrale
  • un paio di uova
  • zenzero
  • lievito
  • un pizzico di sale.

Unire il burro, le uova e lo zucchero in un composto omogeneo, a cui successivamente si aggiungerà il pizzico di sale e due cucchiai di zenzero precedentemente grattugiato. A questo punto è possibile unire un cucchiaio di lievito e la farina ed amalgamare il tutto fino ad ottenere una composto compatto da lavorare manualmente su una base di lavoro infarinata. Ad impasto ottenuto si consiglia di lasciarlo riposare in frigo per sessanta minuti circa. A tempo ultimato è possibile dare formai ai propri biscotti ed infornarli a 180°C per un quarto d’ora. Il benessere non è mai stato così gustoso!

Sonia Milan

Formatrice, consulente di comunicazione digitale, copywriter, storyteller e blogger.

Commenti Facebook

2 Commenti

  1. Avatar
    GIANNI ottobre 24, 2016

    MA E’ CONSIGLIATO O NO CONTRO L’IPERTENSIONE?

    Rispondi
    • Avatar
      Sonia Milan ottobre 28, 2016

      Ciao Gianni. Lo zenzero sembra avere alcuni effetti positivi contro l’ipertensione. Fermo restando che in caso di ipertensione niente può sostituire i medicinali prescritti dai medici, alcuni recenti studi avrebbero assegnato allo zenzero proprietà anticoagulanti e fluidificanti per il sangue, che aiuterebbero a tenere sotto controllo l’ipertensione. Attenzione, però, a non abusare con lo zenzero se hai problemi di stomaco e, nello specifico, di gastrite.

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*