Superfood: quali sono i cibi che ci fanno rimanere giovani e in forma

Riportare indietro l'orologio biologico e prevenire le malattie? Oggi si può, grazie ai superfood, i cibi che ci permettono di rimanere in forma e in salute. Scopriamo quali sono.

superfood

Superfood (o super alimenti): un termine che si legge sempre più spesso quando si parla di salute e benessere. Numerose ricerche scientifiche hanno confermato le proprietà davvero super di alcuni alimenti estremamente ricchi di sostanze nutritive come vitamine, minerali, fibre e antiossidanti. Il loro consumo quotidiano è in grado di farci guadagnare salute, riconquistare la linea e, addirittura, riportare indietro l’orologio biologico.

Superfood: quali sono

Le ricerche scientifiche hanno individuato due classi di superfood (o super cibi): cibi che sono in grado di influenzare le vie genetiche che regolano la durata della vita (longevity food), e cibi che difendono dai malanni e permettono il dimagrimento (protective food).
Vediamo alcuni dei principali cibi appartenenti a queste categorie.

Longevity food: cibi in grado di regolare la durata della vita

Quando si digiuna si innesca un processo che attiva i geni in grado di aumentare la sopravvivenza delle cellule (al contrario di quando si ingrassa e si accumula tessuto adiposo, con il risultato di stimolare i processi di invecchiamento precoce). I superfood denominati longevity food sono cibi che, nell’organismo, simulano l’effetto benefico di un digiuno, attivando i geni che ci permettono di rimanere giovani. Vediamo quali sono e come agiscono.

Arance rosse: negli esperimenti sui topi si è potuto notare che le arance rosse di Sicilia sono in grado di stimolare i geni legati alla durata della vita, oltre a proteggere dalle malattie cardiovascolari. La ricerca ha anche evidenziato che l’arancia rossa di Sicilia impedisce l’accumulo di grasso nel corpo, andando a modificare il metabolismo lipidico.

Cachi: l’albero di caco fu tra le poche specie a sopravvivere al bombardamento atomico di Nagasaki nel 1945. Secondo recenti studi, una sua molecola, la fisetina, legandosi ai geni della longevità avrebbe un potente effetto antiage oltre ad avere effetti preventivi sull’ictus.

Cavolo cappuccio rosso: la varietà rossa del cavolo ha numerosi vantaggi. Un’azione anticancro (soprattutto su tumori ormono-dipendenti, come quello al seno), un’azione battericida contro l’Elicobacter Pylori, ma soprattutto, grazie alle antocianine, un’azione anti età che mima l’effetto della restrizione calorica data dal digiuno, regalandoci così un potente alleato contro l’invecchiamento.

Cioccolato: 30 – 40 grammi al giorno (uno o due quadratini) di cioccolato fondente sono in grado di abbassare la pressione e regolare i livelli di colesterolo.

Curcuma: blocca lo stato infiammatorio che è alla base di patologie come obesità, tumori, diabete, malattie cardiovascolari. Aumenta il colesterolo buono (HDL) a scapito del colesterolo cattivo (LDL).

Patate viola: ricche di antocianine, riducono le infiammazioni e lo stress ossidativo dato dall’attività sportiva.

Tè verde e tè nero: proteggono il sistema cardiovascolare e, grazie alla catechine, sembra siano in grado avere un effetto anti tumorale.

Protective food: cibi in grado di prevenire i malanni

I protective food non dialogano con i nostri geni come i longevity food, ma parlano al sistema immunitario e al resto dell’organismo, per prevenire malanni e chili di troppo. Sono aglio, cereali integrali e loro derivati, erbe aromatiche, frutta fresca, frutta a guscio, legumi, olio extravergine di oliva (olio EVO), olii di semi spremuti a freddo, semi oleosi e verdure.

 

Superfood: quali sono i cibi che ci fanno rimanere giovani e in forma
Superfood: quali sono i cibi che ci fanno rimanere giovani e in forma http://bit.ly/2bByDXo @6sicuro

Superfood: dove si trovano

I superfood sono alimenti reperibili ovunque, dal contadino, alla bottega di quartiere, al grande supermercato. La cosa davvero importante a cui prestare attenzione è la stagionalità dei prodotti. A causa dei prodotti importati dall’estero, abbiamo ormai dimenticato che la maggior parte della frutta e della verdura non è normalmente disponibile 12 mesi l’anno. Se tenessimo sotto mano un “calendario dell’orto” sapremmo sempre cosa acquistare e in quale stagione, per avere la certezza di acquistare prodotti che non abbiano attraversato più di un continente rischiando di perdere parte dei princìpi salutari che li compongono.

Frutta e verdura: la stagionalità

Ti propongo, qui di seguito, un calendario che ti permetterà di fare gli acquisti di frutta e verdura con consapevolezza. Seguilo e sarai sempre sicuro di acquistare prodotti freschi di stagione.

Gennaio

Frutta: Arance, Clementine, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi.
Verdura: Bietole da coste, Carciofi, Carote, Broccoli, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Patate, Radicchio, Rape, Spinaci, Zucche.

Febbraio

Frutta: Arance, Clementine, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi.
Verdura: Bietole da coste, Carciofi, Carote, Broccoli, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Patate, Radicchio, Rape, Sedano, Spinaci, Zucche.

Marzo

Frutta: Arance, kiwi, Limoni, Mele, Pere, Pompelmi.
Verdura: Asparagi, Bietole da coste, Carciofi, Carote, Broccoli, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Cipolline, Finocchi, Insalata, Patate, Radicchio, Rape, Sedano, Spinaci.

Aprile

Frutta: Arance, Fragole, Kiwi, Limoni, Mele, Nespole, Pere, Pompelmi.
Verdura: Aglio, Asparagi, Bietole da coste, Carciofi, Carote, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Cipolline, Finocchi, Insalata, Patate, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Spinaci.

Maggio

Frutta: Ciliegie, Fragole, Kiwi, Lamponi, Mele, Meloni, Nespole, Pere, Pompelmi.
Verdura: Aglio, Asparagi, Bietole da coste, Carote, Cavoli, Cicoria, Cipolline, Fagioli, Fagiolini, Fave, Finocchi, Insalata, Patate, Piselli, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Spinaci.

Giugno

Frutta: Albicocche, Amarene, Ciliegie, Fichi, Fragole, Lamponi, Meloni, Pesche, Susine.
Verdura: Aglio, Asparagi, Bietole da coste, Carciofi, Carote, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Fave, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Piselli, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Zucchine.

Luglio

Frutta: Albicocche, Amarene, Angurie, Ciliegie, Fichi, Fragole, Lamponi, Meloni, Mirtilli, Pesche, Prugne, Susine.
Verdura: Aglio, Bietole da coste, Carote, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Fave, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Zucchine.

Agosto

Frutta: Angurie, Fichi, Fragole, Lamponi, Mele, Meloni, Mirtilli, Pere, Pesche, Prugne, Susine, Uva.
Verdura: Aglio, Bietole da coste, Carote, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Zucche, Zucchine.

Settembre

Frutta: Fichi, Lamponi, Mele, Meloni, Mirtilli, Pere, Pesche, Prugne, Susine, Uva.
Verdura: Aglio, Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Spinaci, Zucche, Zucchine.

Ottobre

Frutta: Castagne, Clementine, Kaki, Lamponi, Limoni, Mele, Pere, Uva.
Verdura: Aglio, Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavolfiore, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Radicchio, Rape, Ravanelli, Sedano, Spinaci, Zucche.

Novembre

Frutta: Arance, Castagne, Clementine, Kaki, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi, Uva.
Verdura: Aglio, Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavolfiore, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Insalate, Patate, Radicchio, Rape, Sedano, Spinaci, Zucche.

Dicembre

Frutta: Arance, Castagne, Clementine, Kaki, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi, Uva.
Verdura: Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavolfiore, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Insalate, Patate, Radicchio, Rape, Spinaci, Zucche.

Superfood esotici

Tra i superfood non posso non citare alcuni alimenti che provengono da luoghi lontani (come il Nord Europa, l’Oriente, i Paesi tropicali) e ricchi di sostanze nutritive. Ecco un elenco dei principali alimenti e le loro proprietà benefiche.

Pitaya: detto anche “frutto del drago”, è ricca di vitamina C, B1, B2, B3 e vitamina E (contenuta principalmente nei semi), proteine, antiossidanti, minerali (tra cui ferro, fosforo, calcio e potassio) e le fibre. Regola anche le funzioni dell’intestino combattendo la stitichezza, stimola la produzione di collagene con effetto anti-invecchiamento, regola la pressione sanguigna e contrasta ritenzione idrica e cellulite.

Bacche di schisandra: originarie della Russia orientale e della Cina settentrionale sono un cibo nutriente ed energetico e un tonico naturale per il corpo e per la mente.

Ulu: l’ulu è il frutto dell’albero del pane e ogni frutto contiene più potassio di dieci banane. Per le sue caratteristiche nutrizionali è un alimento fondamentale per le popolazioni dei Paesi in via di sviluppo.

Acerola: ricca di vitamina C, provitamina A, vitamine del gruppo B, flavonoidi e tannini, aiuta a prevenire e combattere gli stati influenzali, le malattie da raffreddamento e le infezioni del tratto respiratorio. Stimola le difese immunitarie e contrasta i radicali liberi.

Bacche di Acai: piccoli frutti blu originari della foresta pluviale sudamericana, somigliano ai mirtilli e come loro hanno un elevato contenuto di antiossidanti che proteggono il cuore e l’apparato cardiocircolatorio. Abbassano i livelli di colesterolo nel sangue e contengono steroli vegetali, preziosi per salvaguardare i vasi sanguigni.

Moringa: è un albero dal quale si ricava una polvere da usare come integratore per la sua ricchezza di vitamine, calcio e ferro.

Maca: conosciuta anche come “ginseng peruviano”, viene venduta in polvere ed è un energizzante naturale. Aiuta a combattere lo stress, a sciogliere le tensioni e favorisce la fertilità.

Alga spirulina: stimola il sistema immunitario in quanto ricca di vitamine A, B, C, E, ferro, calcio, magnesio e potassio. Ha proprietà antiossidanti e antinvecchiamento.

Graviola: è un antibiotico e un antidepressivo naturale. Ricco di antiossidanti, alcuni studi stanno analizzando la sua presunta efficacia nella prevenzione del cancro.

Aronia: bacca tipica del Nord Europa, contiene antociani in quantità tre volte superiori rispetto ai mirtilli. È ricca di antiossidanti, polifenoli, sali minerali e vitamine e depura l’organismo.

Ricordati, pertanto, di consumare con frequenza i superfood, per aiutare l’organismo a rimanere in forma e per combattere su più fronti gli stati infiammatori alla base di malattie come diabete, colesterolo alto, tumori, obesità, malattie cardiovascolari.

Sonia Milan

Formatrice, consulente di comunicazione digitale, copywriter, storyteller e blogger.

Commenti Facebook

2 Commenti

  1. Avatar
    MARC settembre 01, 2016

    La Moringa da sola è superiore in proprietà benefiche, vitamine, minerali e aminoacidi di tutti gli altri alimenti sopra indicati …… e cresce tutto l’anno.
    Comunque un bel blog, brava

    Rispondi
    • Avatar
      Sonia Milan settembre 02, 2016

      Ciao Marc! Grazie per il tuo commento. Hai ragione, a ben guardare dovrei approfondire le qualità di questi superfood, perché sono davvero tante. In questo articolo ho preferito dare un’informazione di massima su questi alimenti (gli alimenti sono numerosi e loro proprietà benefiche ancora di più!) e forse, più avanti, potrei pensare di approfondire meglio le caratteristiche di alcuni di essi, come la Moringa, con nuovi articoli.

      Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*