Curcuma: proprietà, benefici e controindicazioni

La curcuma, anche conosciuta come zafferano delle Indie, è una spezia dalle mille proprietà e benefici. Scopriamo a cosa serve, dove comprarla e le controindicazioni.

curcuma

La curcuma è una spezia molto diffusa e dalle numerose proprietà. È originaria dell’India (viene anche denominata “zafferano d’India”) e dell’Indonesia, ha l’inconfondibile color ocra e un sapore simile alla senape e si ricava da una pianta erbacea chiamata Curcuma Longa.

Usata in abbondanza nella cucina dei Paesi asiatici non serve solo per insaporire le pietanze che mettiamo in tavola, ma ha anche grandi proprietà benefiche che la rendono un alleato prezioso per la nostra salute.

Le proprietà della curcuma

La curcuma ha proprietà coleretiche-colagoghe, favoriscono cioè la produzione della bile e il suo deflusso nell’intestino. Assumere la curcuma significa, quindi, contribuire ad eliminare gli eccessi di colesterolo e facilitare la digestione dei pasti particolarmente abbondanti e ricchi di grassi. Viene consigliata anche a chi ha difficoltà digestive e problemi di meteorismo e flatulenza.

Tra i benefici della curcuma ricordiamo anche le sue proprietà antiossidanti derivate dalla presenza di curcumina, una sostanza piccante e amarognola presente nella curcuma che è in grado inibire i radicali liberi.

L’utilizzo più diffuso della curcuma rimane però quello in qualità di antinfiammatorio, poiché aiuta ad alleviare i dolori articolari. Per ottenere questo effetto antinfiammatorio naturale (utile in chi soffre di artrosi, ad esempio) è necessario assumere la curcuma costantemente, possibilmente associando alla curcuma anche il pepe, che contiene piperita, e che è in grado di migliorare la biodisponibilità della curcumina: grazie a questo abbinamento si aumenta di circa 20 volte la disponibilità della curcumina.

Dove si compra la curcuma?

Essendo una spezia è acquistabile sotto forma di polvere nei negozi specializzati o online su Amazon. Ecco alcune offerte interessanti

Dose giornaliera da assumere

È consigliato consumare da 400 mg a 800 mg al giorno di curcuma.

Curcuma: proprietà, benefici e controindicazioniCurcuma: proprietà, benefici e controindicazioni http://bit.ly/2tRAl0y via @6sicuro

Curcuma per dimagrire

La curcuma può dare una mano anche nel dimagrimento: essa stimola gli adipociti a rilasciare l’adinopectina, molecola in grado di stimolare l’organismo a liberare e utilizzare i grassi accumulati.

Inoltre la curcumina agisce a livello profondo, contrastando l’infiammazione cronica di basso livello (o basso grado), causata anche dall’obesità, e punto di partenza di patologie quali il diabete di tipo 2, le alterazioni aterosclerotiche, l’insulino-resistenza, la depressione.

La curcuma, poi, aiuta a dimagrire anche perché diminuisce la sensazione di fame grazie alla stimolazione della leptina, molecola prodotta dal tessuto adiposo che va a regolare il senso di sazietà.

Le controindicazioni

L’assunzione di curcuma è sconsigliata a chi soffre di calcoli biliari. Se hai problemi alla cisitifellea, questa spezia può peggiorare il tuo stato fisico, soprattutto durante la fase di gravidanza e allattamento

Infine l’assunzione elevata di curcuma può causare disagi gastrici come indigestioni, nausea o diarrea.

Sonia Milan

Formatrice, consulente di comunicazione digitale, copywriter, storyteller e blogger.

Commenti Facebook

1 Commento

  1. Avatar
    Emilio giugno 05, 2016

    A me però la dietologa diceva di aggiungerla alla fine e di non farla cuocere, altrimenti i benefici si perdono…

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*