Celiachia: sintomi, esenzioni e agevolazioni

Aumentano vertiginosamente le diagnosi di celiachia, sia per adulti che per bambini. In questo articolo vediamo cos'è la celiachia, come si cura e quali sono le agevolazioni per chi soffre di questa malattia.

celiachia

Cos’è la celiachia

La celiachia (o malattia celiaca) è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, causata dall’ingestione di glutine. Oltre alla celiachia esiste un’altra patologia legata all’ingestione di glutine: la dermatite erpetiforme. Si tratta di una dermatite caratterizzata da lesioni cutanee che regrediscono se si elimina il glutine dalla propria dieta, ed è considerata una variante della malattia celiaca.

Cos’è il glutine e dove si trova

Il glutine è una sostanza lipoproteica contenuta nei cereali quali frumento, farro, segale, orzo, kamut. Sono invece considerati dei “quasi cereali” poiché senza glutine, ma ricchi di proteine e fibre, amaranto, quinoa, grano saraceno, miglio.

Quali sono i sintomi della celiachia

La celiachia ha un quadro clinico che può essere estremamente variabile: i malati possono infatti riscontrare uno o più sintomi. Tra i più comuni abbiamo il gonfiore addominale, la diarrea con forte dimagrimento, la stanchezza cronica e la dermatite erpetiforme. La celiachia si manifesta solo con l’ingestione del glutine e non è quindi da confondere con l’allergia al grano, che invece si scatena con il contatto della pelle con il glutine. Se non trattata, la celiachia può portare a gravi conseguenze, come il linfoma intestinale.

Come diagnosticare la celiachia

È possibile diagnosticare la celiachia tramite una ricerca sierologica (un’analisi del sangue per ricercare la presenza di anticorpi antitransglutaminasi tissutale o antiendomisio). Se gli esami del sangue sono positivi, si va a confermare la diagnosi tramite una gastroscopia con biopsia dell’intestino tenue (il medico preleva un piccolo pezzo di tessuto dell’intestino tenue per verificare che i villi intestinali siano danneggiati).

Come si cura la celiachia?

Dalla celiachia non si guarisce, ma si possono tenere sotto controllo i sintomi attraverso la dieta, che dovrà escludere qualunque fonte di glutine. A tal proposito ecco qualche manuale che puoi trovare su Amazon per iniziare subito il tuo regime alimentare, conoscerne le cause e approfondire il tema.

15%
Celiachia intolleranze, allegie alimentari. 800 ricette naturali senza glutine, uova latte vaccino,......

Teresa Tranfaglia - Macro Edizioni - Copertina flessibile: 544 pages

9,80 EUR 8,33 EUR
15%
Celiachia. Tutto ciò che è utile sapere...

Alex Gazzola - Tarka - Copertina flessibile: 176 pages

13,50 EUR 11,48 EUR
15%
E se fosse il glutine? Intolleranza, sensibilità e celiachia: riconoscerle e risolverle...

Philippe Barraqué - Il Punto d'Incontro - Copertina flessibile: 119 pages

6,90 EUR 5,87 EUR
15%
Cucinare senza glutine. Ricettario per celiaci...

Demetra - Copertina flessibile: 128 pages

8,90 EUR 7,57 EUR
15%
Celiachia senza sacrifici...

Luisa Ferrari, Antonio Zucco - Terra Nuova Edizioni - Copertina flessibile: 115 pages

14,00 EUR 11,90 EUR
15%
Celiachia e dieta mediterranea senza glutine...

Letizia Saturni, Gianna Ferretti - Il Pensiero Scientifico - Copertina flessibile: 144 pages

14,00 EUR 11,90 EUR
Celiachia: problematiche nutrizionali e dieta senza glutine: Salute e alimentazione gluten-free...

Elena Marinelli Busilacchi - Edizioni Accademiche Italiane - Copertina flessibile: 52 pages

23,22 EUR

Celiachia: da malattia rara diventa malattia cronica e invalidante

In seguito all’introduzione dei nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) previsti dal Ministero della Salute nel 2017, per la prima volta la malattia celiaca entra nell’elenco delle malattie croniche e invalidanti e non più in quello delle malattie rare, dove fino ad ora era inserita. Questo ha portato sicuramente dei vantaggi per i malati di celiachia, ma il nuovo dispositivo non è esente da criticità.

I nuovi LEA, infatti, si sono focalizzati sulla gestione della malattia già diagnosticata, mentre non sono più gratuiti, ma a carico della persona, tutti gli esami che servono alla diagnosi della malattia.

Inoltre, dopo aver ottenuto la diagnosi di malattia cronica, non si dovrà più far capo a dei centri di riferimento, come è stato fatto finora, ma le prescrizioni anche in esenzione potranno essere effettuate da qualsiasi medico. Infine, e cambieranno anche le modalità per ottenere l’esenzione, aderendo alle procedure di tutte le malattie croniche (la presentazione di una certificazione di malattia redatta da uno specialista). Questo significa che le amministrazioni sanitarie locali potrebbero richiedere la procedura anche ai celiaci già titolari del codice esenzione per malattia rara.

Celiachia: sintomi, esenzioni e agevolazioniCeliachia: sintomi, esenzioni e agevolazioni http://bit.ly/2stG3rK via @6sicuro

Le esenzioni per i malati di celiachia

Al di là dei nuovi LEA, rimangono invariate le altre esenzioni per i malati di celiachia, e in particolare

  • buoni acquisto mensili per prodotti sena glutine;
  • agevolazioni presso scuole ed enti pubblici.

Dopo aver effettuato gli esami necessari (esami del sangue e biopsia intestinale) e aver ricevuto una diagnosi specialistica di malattia celiaca, è necessario recarsi presso la propria ASL per fari assegnare il codice di esenzione regionale e i buoni acquisto per prodotti alimentari senza glutine. La quantità dei buoni acquisto varia da Regione a Regione, ma questo è uno schema di massima del valore dei buoni a cui è possibile avere diritto:

Fascia d’età Tetto mensile uomini Tetto mensile donne
Veneto 439,57 434,82
6 mesi – 1 anno Euro 45,00 Euro 45,00
Fino a 3,5 anni Euro 62,00 Euro 62,00
Da 3,5 a 10 anni Euro 94,00 Euro 94,00
Adulti Euro 140,00 Euro 99,00

Ricordo, inoltre, che un decreto ministeriale del 2001 ha istituito il Registro Nazionale dei Prodotti Destinati a un’Alimentazione Particolare che viene aggiornato con cadenza mensile dal Ministero: al suo interno sono presenti tutti gli alimenti senza glutine erogabili dal Sistema Sanitario Nazionale e che sono facilmente identificabili grazie ad un logo ministeriale ufficiale che le aziende possono apporre sulle confezioni.

Per quanto riguarda le agevolazioni presso scuole ed enti pubblici, la legge n. 123 dello 04.07.2005, “Norme per la protezione dei soggetti malati di celiachia” riconosce la possibilità di ottenere, su richiesta, la somministrazione di pasti senza glutine nelle mense scolasticheospedaliere e nelle mense di strutture pubbliche.

Sonia Milan

Formatrice, consulente di comunicazione digitale, copywriter, storyteller e blogger.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*