Aloe vera: benefici, controindicazioni e proprietà curative

Aloe vera: ecco le proprietà curative e le controindicazioni della pianta più utilizzata per le sue proprietà nel campo della cosmesi e della salute.

aloe vera

La pianta di Aloe vera è conosciuta e utilizzata da secoli per le sue proprietà nel campo della cosmesi e della salute. Il termine Aloe deriva dalla parola araba “Alloeh“, che significa “splendente sostanza amara“. Duemila anni fa gli scienziati greci consideravano l’Aloe vera come la panacea di tutti i mali mentre gli egiziani definirono l’Aloe “la pianta dell’immortalità”. Oggi, la pianta di Aloe vera ha molte applicazioni, soprattutto in dermatologia.

L’’loe vera appartiene alla famiglia delle Asphodelaceae (Liliaceae) e cresce soprattutto nelle regioni aride di Africa, Asia, Europa e America. In India, si trova in Rajasthan, Andhra Pradesh, Gujarat, Maharashtra e Tamil Nadu. La pianta ha foglie carnose triangolari con bordi seghettati, fiori gialli e frutti che contengono numerosi semi.

Aloe vera: i benefici

L’Aloe ver, contiene vitamine, minerali e molti altri principi in grado di aiutarci con numerosi problemi. Vediamo quali sono:

  • Vitamine: l’Aloe contiene vitamina A (beta-carotene), C ed E, che hanno funzione antiossidante. Contiene inoltre vitamina B12, acido folico e colina, utili nel contrasto ai radicali liberi;
  • Enzimi: Contiene 8 enzimi che aiutano a ridurre l’infiammazione in caso di problemi alla pelle;
  • Minerali: l’Aloe vera fornisce calcio, cromo, rame, selenio, magnesio, manganese, potassio, sodio e zinco, essenziali per il corretto funzionamento dei vari sistemi enzimatici in differenti vie metaboliche;
  • Zuccheri: l’Aloe fornisce monosaccaridi (glucosio e fruttosio) e polisaccaridi che sono presenti nello strato di mucillagine della pianta.
  • Antrachinoni: l’aloe vera fornisce 12 antrachinoni, composti fenolici tradizionalmente noti per il loro effetti lassativi;
  • Acidi grassi: l’Aloe vera fornisce elementi dalla spiccata azione antinfiammatoria e dalle proprietà antisettiche e analgesiche;
  • Ormoni: l’Aloe vera contiene auxine e gibberelline, ormoni vegetali che aiutano nella guarigione delle ferite e hanno azione antinfiammatoria;
  • Altri elementi: l’Aloe vera fornisce 20 dei 22 aminoacidi necessari alla vita umana e 7 degli 8 aminoacidi essenziali. Contiene inoltre acido salicilico dalle proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, lignina, una sostanza inerte che aumenta l’effetto di penetrazione degli altri ingredienti nella pelle, e saponine dalle proprietà antisettiche.

Aloe vera: le proprietà curative

  • Ferite: il glucomannano, un polisaccaride ricco-mannosio, e le gibberelline, un ormone vegetale presente nell’Aloe vera, interagiscono con i recettori del fattore di crescita dei fibroblasti, aumentando in modo significativo la sintesi di collagene e favorendo una migliore e rapida guarigione in caso di ferite;
  • Effetti sulla esposizione della pelle ai raggi UV e radiazioni gamma: il gel di Aloe vera ha un effetto protettivo contro i danni da radiazione alla pelle poiché, con il suo utilizzo, la pelle genera una maggiore quantità di metallotioneina, una proteina antiossidante che distrugge i radicali idrossilici;
  • Azione anti-infiammatoria: l’Aloe vera riduce la produzione di prostaglandine ottenendo così un effetto antinfiammatorio. Recentemente, inoltre, alcune ricerche hanno isolato nell’Aloe vera un nuovo composto anti-infiammatorio chiamato cromone C-glucosyl;
  • Effetti lassativi: gli antrachinoni presenti sono un potente lassativo: aumentano il contenuto di acqua intestinale, stimolando la secrezione di muco e aumentando la peristalsi intestinale;
  • Attività antivirale e antitumorale: queste azioni possono essere dovute agli effetti diretti o indiretti dell’Aloe vera. L’effetto indiretto è dovuto alla stimolazione del sistema immunitario e l’effetto diretto è dovuto agli antrachinoni. La aloina antrachinone inattiva diversi virus come l’herpes simplex, il varicella zoster e l’influenza. In alcuni studi sui ratti si è visto che un polisaccaride presente nell’Aloe vera era in grado di inibire alcuni legami impedendo, così, la formazione e proliferazione di cellule tumorali;
  • Idratante e anti-invecchiamento: i mucopolisaccaridi presenti nell’Aloe vera consentono di preservare l’idratazione della pelle e stimolano i fibroblasti a produrre collagene ed elastina che rendono la pelle più elastica e meno rugosa. Gli aminoacidi presenti nell’Aloe vera ammorbidiscono la pelle, mentre lo zinco agisce come astringente sui pori. Inoltre ha un buon effetto anti acne;
  • Effetto antisettico: l’Aloe vera contiene agenti antisettici che inibiscono la proliferazione di funghi, batteri e virus.

Aloe vera: le controindicazioni

L’utilizzo topico di Aloe vera potrebbe causare problemi nelle persone con pelle particolarmente sensibile, come arrossamento e bruciore. Inoltre, la presenza di antrachinoni potrebbe dare reazioni allergiche. Consiglio, quindi, di applicare una porzione di gel di Aloe vera su una piccola pozione di pelle per fare un test che scongiuri eventuali allergie.

L’uso di Aloe vera per via orale potrebbe provocare, in soggetti sensibili, crampi addominali e, in virtù dell’effetto lassativo, potrebbe causare bassi livelli di potassio. L’uso di Aloe vera è controindicato nei casi di allergia nota alle piante della famiglia Liliaceae.

Inoltre si sconsiglia l’uso di Aloe vera durante la gravidanza a causa della stimolazione teorica delle contrazioni uterine, e durante l’allattamento, poiché a volte provoca disturbi gastrointestinali nel lattante.

Interazioni: l’applicazione di Aloe vera sulla pelle può aumentare l’assorbimento di creme steroide, come quelle a base di idrocortisone. Può ridurre l’efficacia di digossina e digitossina e riduce i livelli di zucchero nel sangue e, quindi, può interagire con i farmaci ipoglicemizzanti orali e l’insulina.

Aloe vera: benefici, controindicazioni e proprietà curativeAloe vera: benefici, controindicazioni e proprietà curative http://bit.ly/2ac0pgQ via @6sicuro

Aloe vera da bere

L’Aloe vera da bere, o succo di Aloe Vera, è disponibile presso erboristerie e farmacie e supermercati con reparto erboristico. Nel succo di Aloe vera in commercio non è però presente l’Aloina: molti produttore, infatti, lavorano il succo per privarlo di questo componente, che è il responsabile dell’effetto lassativo del succo.

Questo perché chi assume succo di Aloe in grandi quantità può andare incontro a gravi irritazioni intestinali, proprio a causa dell’aloina. Se si desidera, quindi, assumere un succo di Aloe vera “completo” è necessario trovare un produttore che non esegua trattamenti per rimuovere l’aloina, oppure procedere con la coltivazione, a casa propria, di piante di aloe, da cui poi ricavare il succo.

Il gel

L’Aloe vera in gel è utile per tutte le applicazioni topiche, cioè sulla pelle. È indicata per scottature e abrasioni, ma alcune ricerche hanno evidenziato che non permetta un corretta guarigione delle ferite chirurgiche profonde. È acquistabile presso erboristerie e farmacie e supermercati con reparto erboristico.

L’Aloe vera cura i tumori?

Recentemente si stanno diffondendo nuove metodiche che vedrebbe l’Aloe vera come un potente ed efficace anticancro (prima fra tutte la teoria di padre Romano Zago, un frate brasiliano che sostiene di avere la “ricetta magica” a base di Aloe per sconfiggere il cancro). Sfatiamo, perciò, subito il mito che l’Aloe vera sia un anticancro. L’unica cosa che possiamo considerare scientificamente vera è l’azione degli antichinoni presenti nell’Aloe vera: l’aloina e il suo aglicone denominato l’aloe emodina.

Sono molecole conosciute da tempo dai ricercatori, che sono già state sperimentate in laboratorio (in vitro e su cavie) che hanno dimostrato una certa utilità contro alcuni tipi di cancro. Di contro, però, da un lato hanno dimostrato di ridurre l’azione di alcuni farmaci anti tumorali e dall’altro di avere effetti collaterali tali da favorire lo sviluppo di altri tipi di cancro. Inoltre, c’è da ricordare che non sempre ciò che risulta efficace in vitro o su cavie, si dimostra poi altrettanto efficace quando viene applicato all’essere umano.

Concludendo, pur riconoscendo all’Aloe vera un vastità di azione benefiche per l’organismo, raccomando di non affidarsi esclusivamente ad essa per la cura di gravi patologie (cancro in primis), facendo attenzione nel caso in cui si assumano farmaci anticancro quali la daxorubicina e il paclitaxel, i cui effetti diminuiscono se assumete Aloe vera.

Sonia Milan

Formatrice, consulente di comunicazione digitale, copywriter, storyteller e blogger.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*