Riscaldamento: risparmiare con la stufa elettrica

Risparmio stufa elettrica

Con il freddo di queste settimane, scaldare la casa – o perlomeno gli ambienti principali – è una necessità. Anche in questo caso l’occhio va sempre ai consumi dei nostri impianti. Una soluzione economica per il riscaldamento sono le stufe elettriche.

Le stufe elettriche sono piccoli elettrodomestici che si attaccano alla corrente e irradiano calore nella stanza: essendo molto versatili e maneggevoli possono essere spostati di stanza in stanza e trasportati anche in altre case.

Le stufe elettriche, se da una parte utilizzano energia elettrica e quindi consumano, dall’altra sono molto economiche e possono essere programmate con dei timer per razionalizzare le spese. Inoltre, i modelli che vengono venduti attualmente sono più ecologici e consumano meno rispetto a prima.

Quali modelli di stufa elettrica si trovano in commercio?

  • A resistenza: è la tipologia più cara, e non solo all’acquisto. Può consumare più di 2.000 W.
  • Alogena: è la soluzione low-cost ecologica, in quanto utilizza lampade alogene per emanare calore, risparmiando anche sui consumi.
  • Al quarzo: le lampade al quarzo scaldano come quelle alogene, ma con un consumo maggiore. Fino a 800 W.
  • A infrarossi: il calore viene emesso in forma di raggi infrarossi.

Le stufe elettriche (perlomeno alcuni modelli) possono essere impostate con un timer, regolando la temperatura e il consumo della stufa, magari programmandola prima del nostro arrivo in casa. Generalmente un stufa elettrica con tutte le resistenze accese (2000watt) consuma circa 35 centesimi in 1 ora.

Quello che sconsigliamo è di usarle per scaldare stanze troppo grandi. Magari utilizzatele per camere e stanze più piccole: difficilmente riuscirete a portare a temperatura ampi saloni e corridoi. Inoltre, è sempre meglio limitare la potenza della stufa a massimo 2 Kilowatt per non far scattare il contatore di casa.

Un vantaggio che compensa il consumo è l’economicità: le stufe elettriche si trovano a partire da 15 € in ogni supermercato ben fornito, o in ogni catena di elettronica. Si possono anche acquistare on-line, su qualsiasi sito di commercio di largo consumo, anche su Amazon. Per vedere tutti i modelli disponibili e fare un confronto tra i prezzi, provate a fare una ricerca su siti come Trovaprezzi.it.

Ricordiamo che per risparmiare sul riscaldamento, oltre ai piccoli elettrodomestici si può dotare l’abitazione di accorgimenti per l’isolamento termico, come infissi e doppi vetri, che mantengono l’ambiente più caldo d’inverno e più fresco d’estate.

Simone Moriconi

Profondo conoscitore del web e Blogger/Editor per diverse realtà editoriali, Simone Moriconi si occupa di marketing, e-commerce e comunicazione (online e offline), offrendo i suoi servizi di consulenza ad aziende, organizzazioni e persone

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*