Risparmio energetico: dai banchi di scuola al salotto di casa

Risparmio energetico: dai banchi di scuola al salotto di casa

Il rispetto per l’ambiente si impara da giovani: per questo motivo sono sempre più numerose le iniziative di sensibilizzazione e formazione in materia di risparmio energetico, utilizzo di fonti alternative, raccolta differenziata e così via.
È un esempio la campagna online “At Home”, in partenza il prossimo 18 febbraio, promossa da Ikea e Legambiente. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

  • “At Home” – La sicurezza di sentirsi a casa

L’iniziativa realizzata da Ikea e Legambiente non è altro che un gioco a premi dedicato a docenti e alunni delle scuole secondarie di primo grado e delle quarte e quinte classi delle scuole primarie. L’obiettivo è di “imparare a vivere la casa in modo corretto e consapevole”.
Gli studenti saranno invitati a rispondere ad una serie di domande a risposta multipla (3 le risposte disponibili, di cui 1 soltanto corretta). Il punteggio verrà stabilito in base al numero di risposte valide e alla velocità di compilazione. Per aderire all’iniziativa il docente dovrà accedere all’area riservata del sito scuola.ikea.it, iscriversi e richiedere la password con cui far partecipare al gioco la propria classe. Un campagna davvero interessante, che ha lo scopo di consentire ai ragazzi di discutere sulle proprie abitudini in casa e di confrontarsi con i compagni e i genitori.

  • Risparmio energetico: e tu, quanto consumi?

Ce ne siamo occupati spesso sul blog di 6sicuro: azzerare gli sprechi, ridurre i consumi, risparmiare energia dovrebbero essere buone abitudini quotidiane, capaci di contenere i costi delle bollette elettriche (e del gas). Eppure, spesso si predica bene e si razzola male. Meglio ripassare, ogni tanto, alcune regole base:

  1. Riscaldare l’acqua consuma energia: utilizzala quando necessario e non lasciare aperto il rubinetto.
  2. Scegli le lampadine di nuova generazione: consumano l’80% in meno rispetto alle lampadine tradizionali.
  3. Per ridurre gli sprechi impara a suddividere i rifiuti con la raccolta differenziata.
  4. Non dimenticare la TV accesa e non lasciare attiva la spia rossa: risparmierai energia.
  5. Per risparmiare sul riscaldamento mantieni una temperatura costante e scegli i doppi vetri.
  6. Utilizza lavastoviglie e lavatrice sempre a pieno carico e sfruttando i cicli economici.

Insomma, è importante non sottovalutare piccoli accorgimenti che possono aiutarci a vivere in modo più consapevole e salutare la nostra casa, a tutto vantaggio del budget familiare.

  • Rendi ecologica la tua casa e riduci la spesa

Attenzione per l’ambiente e risparmio sono due esigenze ormai conciliabili: aumentano ogni giorno di più le famiglie che decidono di passare all’energia verde.
Scegliere una fornitura di energia proveniente da fonti rinnovabili (acqua, sole, vento, terra) significa diminuire le emissioni di CO2 nell’atmosfera e salvaguardare la nostra salute. Passare alle sorgenti rinnovabili incide pochissimo, circa 50 euro in più all’anno, ma con benefici per tutti e a lungo termine: con l’energia pulita si eviteranno le importazioni di gas, carbone e petrolio e si contribuirà a contenere il tanto temuto riscaldamento globale, con tutti i gravi fenomeni atmosferici che ne conseguono.

Le energie alternative, tra l’altro, favoriscono l’occupazione e i nuovi progetti: Med in Italy, ad esempio, è una casa green, ideata in Italia, che ha ottenuto il terzo posto al Solar Decathlon Europe 2012, le «olimpiadi della bioedilizia» svoltesi a Madrid alla fine di settembre.
La sua maggiore peculiarità? La facilità di montaggio: 5 giorni per comporla e altri 5 giorni per attivare gli impianti. Una tempistica da record, che la rende ideale in situazioni di emergenza. Per sfruttare al massimo i pannelli fotovoltaici di ultima generazione, gli ideatori consigliano di utilizzare simultaneamente gli elettrodomestici durante le ore di sole. Un meccanismo che serve anche per ridurre i consumi sull’illuminazione, dato che un particolare sistema acquisisce la luce di giorno per rilasciarla di notte (all’interno e all’esterno).

Un altro sguardo all’innovazione? A pochi chilometri da Copenaghen è stata progettata la casa ecologica del futuro, costruita senza betoniere o gru: basta partire dal modello 3D, basato sulle specifiche dello sviluppatore, e passare ad una fresatrice computerizzata ad alta precisione, per tagliare il legno nelle forme e nelle dimensioni necessarie per l’assemblaggio.
Legno certificato, pochissimi scarti, pannelli fotovoltaici rendono questa costruzione davvero ecofriendly. Un progetto, per le sue caratteristiche, replicabile ovunque.

E oggi teniamo d’occhio il risparmio e dite la vostra con #iorisparmio!

Chiara Casablanca

Sono una comunicatrice sociale, copywriter e digital PR freelance. Studio strategie, scrivo, promuovo, creo iniziative di sensibilizzazione e workshop per aziende, professionisti, organizzazioni non profit.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*