Auto cabrio: capote in tela o tetto rigido?

Auto cabrio

L’estate è alle porte e chi possiede una cabriolet sta già viaggiando con il vento tra i capelli… Per quelli che ancora non ce l’hanno, ma stanno pensando di acquistarne una, vogliamo dare qualche utile indicazione sulla capote, mettendo a confronto tela e tettino rigido.

Il tetto in tela, nonostante possa sembrare di qualità inferiore rispetto a un tetto rigido, è montato sulla maggior parte delle macchine cabriolet, tra cui anche i modelli di punta di Audi, Alfa Romeo e Mini. E’ molto elegante e pratico, ma vi sono alcune accortezze da tenere a mente.

Pro:
– La tela è un materiale più leggero, quindi la macchina pesa meno e i consumi saranno più bassi.
– La tela si ripiega in un piccolo spazio dietro i sedili posteriori, senza occupare il bagagliaio, come avviene invece nelle auto a tetto rigido: c’è più spazio.
– E’ più facile personalizzare la macchina: le case automobilistiche permettono di scegliere tra più combinazioni di colore auto/cappotta.

Contro:
Maggiore rumorosità sia alle alte velocità, dove si avvertono più fruscii, che in caso di pioggia, quando il martellare diventa più incessante e fastidioso.
– Più soggetta a sporcarsi con il tempo. La tela è piuttosto delicata, lo smog intacca quelle di colore chiaro, e anche il gelo può rovinarla a lungo andare.
– Più soggetta agli atti vandalici. la tela si può squarciare anche con un semplice coltellino. Se abitate in una zona a rischio, meglio metterla in un garage!

Il tetto rigido è presente sui modelli cosidetti Coupè-Cabriolet, cioè quelle auto che aperte sono delle cabrio, ma quando sono chiuse hanno la linea filante di una coupè. Anche il tetto rigido è montato su molte “scoperte”, tra cui le Peugeot, le Renault e le BMW, e presenta alcuni vantaggi e svantaggi. Ecco quali:

Pro
E’ più resistente. A tetto chiuso si viaggia come in una macchina “normale”, con pochissima rumorosità anche a velocità elevate.
E’ meno “delicato”. Non c’è da aver paura che si rovini o si sporchi e si può lavare tranquillamente con i normali prodotti per la pulizia delle auto.
– C’è una maggiore visibilità posteriore, in quanto il lunotto tende ad essere più grande rispetto a quello delle auto in tela, che invece è in plexiglass.

Contro
– Il tetto in lamiera è più pesante, di conseguenza la macchina risulta meno agile e può consumare leggermente di più.
– Il tetto rigido si ripiega all’interno del bagagliaio, occupando fino a metà dello spazio e rubando un po’ di posto anche ai sedili posteriori
– Dopo alcuni anni potrebbero avvertirsi delle rumorosità dovute all’allentamento di alcune componenti del tetto. Il tetto, infatti, è solitamente diviso in due parti, e si aggancia al lunotto anteriore tramite un meccanismo di ripiegamento elettroidraulico. Nulla di grave comunque, basta fare un salto dal meccanico.

Insomma, qualunque sia la vostra scelta, preparatevi a godere le sensazioni di un viaggio all’aria aperta e del fascino irresistibile di una macchina cabriolet!

Simone Moriconi

Profondo conoscitore del web e Blogger/Editor per diverse realtà editoriali, Simone Moriconi si occupa di marketing, e-commerce e comunicazione (online e offline), offrendo i suoi servizi di consulenza ad aziende, organizzazioni e persone

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*