Bollette gas e luce: risparmio in arrivo?

Bollette gas luce

Le Associazioni dei Consumatori hanno deciso di dire “basta”: con un comunicato stampa del 15 gennaio 2013, AdusbefAssoconsum, Cittadinanza attiva, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori e Unione Nazionale Consumatori hanno evidenziato il meccanismo poco chiaro che ruota intorno alla definizione delle tariffe gas e luce.

Il prezzo del metano, infatti, diminuito di circa il 20% sui mercati internazionali, in Italia ha subito invece dei rincari, a totale beneficio dei gestori e, come sempre, a discapito delle famiglie.

Cosa chiedono le Associazioni dei Consumatori?

La posizione è chiara e decisa:

Le Associazioni dei Consumatori confermano il loro sostegno all’Autorità per l’energia per  l’azione svolta a tutela dei consumatori e chiedono con forza che i nuovi prezzi del gas non subiscano slittamenti ed entrino in vigore dal prossimo 1° aprile. Inoltre, esprimendo la propria opinione sul Documento in consultazione, le Associazioni Consumatori ritengono che si debba rinviare l’introduzione di una polizza assicurativa a garanzia della stabilità del prezzo del gas, in quanto nell’attuale situazione non appare necessaria e si tradurrebbe in un ulteriore onere sulle bollette delle famiglie.

Come abbiamo sottolineato più volte anche noi di 6sicuro in una serie di post dedicati alle bollette luce e alle tariffe gas, la spesa complessiva da pagare è composta dalla componente energia solo in parte: la percentuale restante comprende le imposte, i servizi di vendita e i servizi di rete. Per questo motivo le Associazioni hanno richiesto allAEEG (Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas) di bloccare i prezzi per almeno un biennio, in modo da venire incontro alle esigenze dei consumatori, ormai alla perenne ricerca di consigli per ridurre i costi e ottimizzare il budget familiare.

Dal 1° aprile bollette gas più leggere?

Tenendo conto del fatto che il prezzo del gas, ad esempio, dovrebbe essere fissato in base al confronto delle tariffe con gli altri mercati di riferimento (e non in base ad accordi ormai obsoleti tra i grandi gestori), sembrerebbe che dal 1° aprile prossimo la situazione possa diventare più sostenibile: l’AEEG ha infatti annunciato l’avvio di nuovi criteri per stabilire il prezzo del gas del Mercato Tutelato. Nuovi meccanismi che, in base al minor costo del gas sul mercato, promettono una riduzione dei costi, pari al 7%, per le bollette del gas in arrivo in primavera.
Ciò dovrebbe valere anche per le bollette elettriche (salvo reclami da parte delle società distributrici, ovviamente poco contente di quanto annunciato dall’AEEG).

Un consumatore informato è un consumatore consapevole

In attesa di scoprire quali saranno i concreti cambiamenti per il consumatore è importante mantenersi aggiornati: potrebbero tornarvi utili, ad esempio, i nostri suggerimenti per risparmiare sul riscaldamento (essendo ancora in pieno inverno), per scegliere la tariffa più conveniente e, in generale, tutti i consigli per risparmiare e vivere felici nonostante tutto!

Chiara Casablanca

Sono una comunicatrice sociale, copywriter e digital PR freelance. Studio strategie, scrivo, promuovo, creo iniziative di sensibilizzazione e workshop per aziende, professionisti, organizzazioni non profit.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*