6sicuro > Blog > Consigli per risparmiare > Bolletta gas: come leggerla e scegliere la tariffa migliore
Confronta 18 Assicurazioni Online
Confronta 18 assicurazioni

Bolletta gas: come leggerla e scegliere la tariffa migliore

25 ottobre 2012 | In: Blog | Tags: , , | Commenti:

Bolletta gas

Il tempo passa e l’interrogativo delle famiglie non cambia: Come risparmiare su gas ed elettricità? Preoccupazione comprensibile visto che bolletta del gas e bolletta elettrica incidono parecchio sul budget mensile. Eliminare gli sprechi e adottare comportamenti più responsabili può aiutare a ridurre i consumi. Inoltre, con il mercato libero è finalmente possibile scegliere l’offerta più conveniente, organizzando un confronto attento tra le proposte degli operatori.

  • Mercato del gas: cos’è cambiato?

Inizialmente l’energia elettrica era controllata solo da Enel, mentre il gas era gestito da Eni. Con la liberalizzazione i gestori si sono moltiplicati, entrando in concorrenza tra loro. Oggi si può decidere di rimanere nel vecchio regime e usufruire del servizio di tutela (alle condizioni fissate dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas) oppure cambiare fornitore: in quest’ultimo caso, non sono previste spese aggiuntive per il passaggio (a parte eventuali costi per la sottoscrizione di un nuovo contratto).

  • Fornitura di gas: meglio le tariffe a consumo o a taglia?

Non si parla più solo di gas Eni o di bolletta Enel. Tra i fornitori più celebri per luce e gas possiamo menzionare anche Edison EnergiaSorgenia, E-On. Quale proposta scegliere per ridurre i consumi delle bollette gas? Innanzitutto, bisogna analizzare il consumo medio annuo di gas in base alla zona di residenza e al nucleo familiare: si vive da soli o in coppia? La famiglia è di 3 – 4 persone o più numerosa? Soprattutto: si trascorre più tempo in casa o fuori casa?
In base a queste risposte è  facile avere un quadro chiaro della situazione e rendersi conto se sia meglio aderire ad un’offerta a consumo (senza fare stime a priori) o usufruire di una tariffa “a taglie”, che si caratterizza per un costo fisso mensile. Per decidere la taglia (e non avere sorprese all’arrivo della bolletta) bisogna prevedere con precisione il consumo di gas: un consumo sovrastimato, infatti, farà lievitare i costi. Al contrario, si rischia di pagare una quantità di gas non effettivamente consumata.

Un esempio? Enel Gas propone Tutto Compreso, tariffa con 4 taglie in base alle personali necessità: S, M, L, XL. Il costo mensile parte da 15 euro e raggiunge un importo di 88 euro per l’ultima taglia. Se si sceglie la taglia S e poi il consumo effettivo equivale alla taglia L, gli importi in bolletta saranno maggiori. Al contrario, se si opta per la taglia L, ma il consumo corrisponde alla M, si dovrà comunque pagare l’importo previsto per la taglia scelta, anche se il consumo stimato non è stato raggiunto. Se non si è in grado di fare una previsione esatta, insomma,  meglio evitare le tariffe a taglia.

  • Bolletta del gas: guida alla lettura

Normalmente la bolletta presenta tre fogli, il primo con le informazioni più importanti esposte sinteticamente, il secondo con i dati dettagliati su consumo e costi, il terzo con le informazioni relative alla fornitura. Spesso si aggiungono altri fogli per ulteriori informazioni o per offerte commerciali.

  • Quadro di sintesi: in alto a destra sono presenti i dati del cliente (codice fiscale e numero cliente), oltre al nome della società di vendita con cui è stato stipulato il contratto. Il numero cliente serve a identificare il tipo di fornitura sottoscritta.

In alto a sinistra è indicato l’indirizzo di fornitura del gas.

Al centro, in grassetto, è visibile il totale da pagare, insieme a numero e data della fattura e periodo di fatturazione. In questo spazio si può trovare il nome della Banca scelta per l’addebito della bolletta. Se, invece, la modalità preferita per il pagamento è il bollettino postale, si troverà il prestampato in allegato.

In fondo al primo foglio c’è  il riepilogo dei consumi e dei singoli importi che hanno contribuito al totale da pagare: è qui che può trovarsi l’eventuale voce “extra-taglia”, se  il consumo effettivo è stato maggiore rispetto alla taglia scelta.

  • Quadro di dettaglio: qui si trovano i dettagli di lettura, degli importi bolletta e dei calcoli, visualizzati nello specifico, comprese le imposte suddivise in base al consumo di gas.

Per il pagamento bollette gas ci si può recare presso un ufficio postale, tabaccherie e bar abilitati al servizio ( collegati alle reti Lottomatica e Sisal ). Oppure si può direttamente saldare la bolletta online con carta di credito (oltre alla possibilità di addebito su conto corrente bancario e conto corrente postale).

avatar

Copywriter e digital PR freelance, specializzata in marketing e comunicazione sociale, lavora con aziende, agenzie e Terzo Settore. Ironia, ottimismo e spiccato senso pratico le sue caratteristiche. Sempre in cerca di risorse utili, easy e low cost per facilitare la vita quotidiana, online è @chicasablan.

Commenti

Preventivo Assicurazione
Cerca nel Blog Assicurazioni
Cerca Assicurazione Auto
Ultimi Post Blog Assicurazioni
 
Google Plus

newsletter
Iscrizione
NEWSLETTER
Seguici su Facebook Seguici su Google+ Seguici su Twitter Iscriviti ai Feed