Acquisto auto on-line: come muoversi?

acquisto auto online

Acquisto auto on line: come muoversi?

Una recente ricerca di Accenture condotta sui consumatori di 11 paesi diversi, dimostra che il 75% delle persone si affida ancora ai media tradizionali per ottenere informazioni sulle auto. Gli italiani risultano piuttosto indietro: solo il 60% sono propensi ad utilizzare il sito web delle case per l’acquisto, complice il basso livello digitale del nostro paese e la scarsa fiducia verso gli acquisti on-line.

In particolare, quello che emerge dalla ricerca è che su Internet manca la possibilità di personalizzare i gusti del cliente, un’efficace comparazione dei prezzi e la possibilità di comunicare direttamente con il customer care durante la configurazione dell’auto. Le persone vorrebbero essere guidate meglio mentre cercano di capire quale tipo di auto si adatta alle loro esigenze, ma trovano delle difficoltà.

Un altro dato interessante (e strano) è che 1 italiano su 5 pensa di sostituire l’auto attuale entro i prossimi 3 mesi, contro l’1/10 del campione globale. Questo dato sembra in controtendenza con la crisi attuale, ma forse ci dice che gli italiani stanno sostituendo la propria auto con motorizzazioni più economiche, come metano e GPL.

Ma quali strumenti si possono usare per cercare informazioni o acquistare un’auto on-line?

Sito web della casa produttrice. Ogni sito di produttore, oltre alla possibilità di guardare modelli e scaricare brochure, ha il cosiddetto car configurator, uno strumento molto bello perché permette di costruire la propria auto su misura, passo dopo passo. Di fatto dovrebbe sostituire un preventivo, ma in realtà non considera 2 cose: la valutazione dell’usato e gli sconti sul nuovo. Ecco perché in realtà è uno strumento poco utile per invogliare all’acquisto: il cliente dovrà comunque andare in concessionaria per conoscere il vero prezzo, oppure scoraggiato dal costo elevato opterà per un’altra soluzione. È qui che le case automobilistiche sono rimaste indietro (come diceva l’indagine): mancano personalizzazione e supporto diretto, fondamentali per “convincere” il cliente ad acquistare un’auto nuova, cosa tra l’altro sempre meno frequente.

Siti di ricerca usato e km 0. Il grande boom lo hanno avuto i siti di ricerca di auto usate e km 0 (come ad es. AutoScout24 e Autosupermarket). Qui, selezionando modello, motorizzazione, chilometri, anni dell’auto e vicinanza dal proprio paese, si possono trovare sia auto vendute da privati che dai concessionari, alcune anche praticamente nuove. Un’auto a km zero è di fatto un veicolo nuovo già immatricolato, ma mai utilizzato. Con un km 0 si può risparmiare fino al 30% e molti venditori on-line fanno anche permuta dell’usato. Ecco perchè molti preferiscono comprare su questi siti piuttosto che farsi spennare dalla concessionaria.

Siti web di autosaloni. Si tratta perlopiù di concessionarie multi-marca, che trattano qualsiasi tipo di veicolo. Alcuni sono specializzati su modelli super-sportivi. Questi siti sono praticamente delle vetrine dove vengono esposte le vetture disponibili al momento (anche qui soprattutto usate e km 0) con l’invito a contattare direttamente il salone. Sono un’altra valida alternativa all’acquisto di un’auto nuova.

Forum di appassionati. È bene non sottovalutare i forum di brand o di auto in generale (e ce ne sono tantissimi) perché si possono trovare informazioni molto tecniche sul modello che stiamo cercando, e soprattutto le esperienze di chi ha già posseduto quel tipo di auto. Nei forum si possono trovare dettagli che nessun venditore dirà mai (malfunzionamenti, scarsa qualità, ecc.), risultando un canale decisivo per la decisione finale. Io, ad esempio, avevo trovato su un forum un difetto congenito della mia auto che ho riscontrato una volta acquistata, e anche una scheda tecnica che spiegava come quel problema meccanico poteva essere risolto. Fantastico!

Ricordiamo infine che quella della ricerca e della comparazione on-line è un aspetto in forte crescita: lo dimostra il grande aumento delle polizze RC effettuate sul sito 6sicuro.it nel 2012 rispetto al 2011. A dimostrazione che gli acquisti si fanno sempre di più ricorrendo a ricerche internet, anche se poi la decisione finale prende in considerazione anche il passaparola e i consigli di parenti e amici.

Simone Moriconi

Profondo conoscitore del web e Blogger/Editor per diverse realtà editoriali, Simone Moriconi si occupa di marketing, e-commerce e comunicazione (online e offline), offrendo i suoi servizi di consulenza ad aziende, organizzazioni e persone

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*