Auto a 3 porte o 5 porte? Vediamo come scegliere

3 porte Vs 5 porte

Come l’hai presa a 3 o 5 porte?
Questa una delle domande che ci sentiamo porre quando annunciamo l’acquisto di un’auto nuova, ovviamente subito dopo l’affermazione universale “auto nuova, paghi da bere!”.

E perché abbiamo scelto 3 o 5 porte? Probabilmente abbiamo fatto le nostre valutazioni e una lista di pro e contro. Ve ne proponiamo una anche noi.

  • 3 porte PRO
  • Per i veri sportivi: la sportività è una delle caratteristiche principali, irrinunciabile per gli appassionati del genere.
  • Risparmio assicurato: se l’obiettivo è quello di ridurre i costi, la scelta giusta è questa.
  • Quei centimetri in meno: possono essere un bel vantaggio nel caso i costruttori del nostro box auto abbiano risparmiato un po’ troppo sugli spazi.
  • Single e viaggiatori solitari o in coppia: se i sedili posteriori sono degli utili portapacchi e non trasportano quasi mai delle persone.
  • 3 porte CONTRO
  • Bambini off-limits: se avete figli, soprattutto in età da seggiolino auto, la decisione può rivelarsi un disastro, a meno che non siate degli abili contorsionisti senza acciacchi.
  • Sicurezza: meno porte, minori vie di fuga, è una questione aritmetica.
  • Quando fuori piove: bisogna bagnarsi un po’ per far salire e scendere i passeggeri.
  • Abitacolo: non è molto ospitale per chi occupa i sedili posteriori.
  • 5 porte PRO
  • Praticità: la madre di tutti i vantaggi.
  • Se “tieni famiglia”: apri la portiera, sistemi bene i bambini sui seggiolini e via! Se ci si muove sempre in tre o quattro è la soluzione ideale.
  • Rivendere è più semplice: molto più richieste sul mercato dell’usato.
  • Adatta ai passeggeri: perché optare per uno sgabuzzino se possiamo ricevere gli ospiti in salotto?
  • 5 porte CONTRO
  • Troppo grande: potrebbe diventare un limite se si vive in città e parcheggi e box diventano mignon, se ci piace proprio quel modello riduciamo porte e lunghezza.
  • Estetica: l’aspetto risente di quelle due porte in più e si perde la linea sportiva.
  • Peso e vibrazioni: è più grande, meno stabile e “si sente” di più
  • Impossibile tornare indietro: una volta adottata la 5 porte è davvero complicato rinunciare alle comodità.

Insomma, non esiste una scelta migliore in assoluto. Bisogna confrontarsi con le proprie priorità ed esigenze e fare una bella lista di pro e contro.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*