Ecobonus e sismabonus: come cedere il credito d’imposta

I condomini beneficiari di detrazioni d'imposta legate a ecobonus e sismabonus possono cedere il beneficio. L'Agenzia delle Entrate chiarisce chi può farlo e come.

ecobonus sismabonus

Hai fatto dei lavori per riqualificare le parti comuni del tuo condominio o interventi antisismici? Puoi cedere il tuo bonus fiscale a terzi, come fornitori o persone fisiche. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato due diverse risoluzioni per chiarire la procedura da seguire per cedere il credito d’imposta legato all‘ecobonus e al sismabonus. Ecco chi può usufruire della cessione del credito e come fare.

Chi può cedere il credito legato a ecobonus e sismabonus

Chi vive in un condominio e risulta beneficiario delle detrazioni d’imposta previste per gli interventi che rientrano nell’ambito dell’ecobonus e del sismabonus può cedere a un altro contribuente il credito d’imposta corrispondente alle detrazioni. Le spese che vengono considerate in questo caso sono quelle sostenute tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021.

Possono usufruire della possibilità di cedere il credito d’imposta tutti i condomini a cui spettano le detrazioni, anche quelli che non devono versare le imposte sul reddito.

Il credito d’imposta può essere ceduto a favore di chiunque, ad eccezione di intermediari finanziari, istituti di credito e amministrazioni pubbliche. Ad esempio, un condomino può decidere di cedere il credito d’imposta a favore di imprese che hanno contribuito a svolgere i lavori o a persone fisiche. A sua volta, chi ottiene il credito d’imposta può cederlo a un altro soggetto e poi utilizzarlo in compensazione. Il credito segue le stesse regole previste per il beneficiario originario: nel caso del sismabonus va ripartito in 5 anni e nel caso dell’ecobonus in 10 anni.

Ecobonus e sismabonus: come cedere il credito d'impostaEcobonus e sismabonus: come cedere il credito d’imposta http://bit.ly/2r9Cva5 via @6sicuro

Come fare la cessione del credito d’imposta

I condomini che vogliono usufruire della cessione del credito d’imposta possono farlo indicandolo nella delibera condominiale oppure facendone richiesta all’amministratore di condominio. La richiesta va fatta entro il 31 dicembre e deve includere anche l’accettazione da parte del beneficiario.

Una volta ricevuta la richiesta, l’amministratore di condominio comunica la cessione all’Agenzia delle Entrate entro il 28 febbraio. A questo punto l’Agenzia delle Entrate registra le richieste ricevute e mette a disposizione dei beneficiari i crediti d’imposta, inserendoli nei rispettivi cassetti fiscali.

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*