Canone Rai: come non pagarlo se non hai la TV

C'è tempo fino al 16 maggio per inviare all'Agenzia delle Entrate il modello di autocertificazione attestante il mancato possesso di un apparecchio televisivo e, dunque, evitare il pagamento del canone Rai in bolletta.

canone rai 2016

Canone Rai: il modello di autocertificazione

Finalmente è online, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il modello con cui si autocertifica di non possedere una TV e le relative istruzioni per la compilazione. Il modello può essere presentato da:

  • chi non possiede alcun apparecchio televisivo;
  • chi possiede almeno un apparecchio televisivo ed è intestatario di un’utenza elettrica, ma intende dichiarare che il canone Rai viene già addebitato sull’utenza intestata ad altro componente della famiglia anagrafica;
  • chi ha un’utenza elettrica transitoriamente intestata ad un parente deceduto.

Due le modalità di invio dell’autocertificazione, entro la nuova scadenza fissata per il 16 maggio (inizialmente le scadenze erano 30 aprile e 10 maggio per le diverse modalità di invio):

  • invio telematico, tramite applicazione dell’Agenzia delle Entrate (disponibile dal 4 aprile) o tramite intermediari abilitati (ad esempio un CAF);
  • invio cartaceo a mezzo raccomandata. In questo caso bisogna ricordarsi di allegare copia di un documento di identità valido e di inviare il tutto all’Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Se si rispetta la scadenza, la dichiarazione sostitutiva avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016. Le dichiarazioni inviate in date successive e comunque entro il 30 giugno 2016, avranno valore esclusivamente per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre 2016.

Questo significa che, sebbene non si possieda alcun apparecchio televisivo, senza l’autocertificazione verranno addebitati 50 euro che non saranno più recuperabili.

Infine le dichiarazioni presentate dal 1° luglio 2016 al 31 gennaio 2017 avranno effetto sull’intero canone dovuto per l’anno 2017.

Canone Rai: come non pagarlo se non hai la TVCanone Rai: come non pagarlo se non hai la TV http://bit.ly/22UpRwe via @6sicuro

Canone Rai in assenza di utenza elettrica

Era fissata al 1° febbraio 2016 la scadenza del pagamento del canone Rai per coloro che non sono titolari di alcuna utenza elettrica, ma sono soggetti alla tassa di possesso degli apparecchi radiotelevisivi. Questa scadenza era stata pubblicata nello scadenziario ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

A rilevare l’anomalia rispetto a quanto comunicato sul sito della RAI e durante spot televisivi e telegiornali, è stata l’Unione Nazionale Consumatori (UNC), che nella persona del Segretario Generale, Massimo Dona, ha affermato:

era evidente che, in caso di sovrattasse, sarebbero scattate possibili azioni legali a tutela dei consumatori, male informati prima dal legislatore e poi dall’Agenzia delle Entrate stessa. Per non parlare della Rai, che ha informato milioni di consumatori fidandosi di quanto riportato nel comunicato congiunto con l’Agenzia delle Entrate

Ovviamente l’Agenzia delle Entrate è stata costretta a fare un passo indietro sulla questione.
Ad oggi su questa questione i dubbi permangono, mentre si è chiarito che le famiglie che non consumano energia elettrica seppure titolari di un’utenza, riceveranno ogni quatto mesi una bolletta con addebito del canone Rai.

No al pagamento degli arretrati nella bolletta dell’energia elettrica

Sul tema degli eventuali arretrati in bolletta è giunto un chiarimento ufficiale della Rai, che nelle FAQ del sito dedicato al canone scrive:

Le modalità di riscossione del canone mediante addebito nella bolletta elettrica riguardano esclusivamente i canoni maturati dal 1° gennaio 2016 e non eventuali arretrati precedentemente maturati

Tra comunicati e smentite, dunque, le notizie sul canone Rai in bolletta si susseguono. Continueremo quindi ad aggiornarti su tutte le notizie ufficiali.

Canone RAI in bolletta: chiarimenti sugli apparecchi televisivi

Con la nota n. 9668 del 20 aprile 2016, il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito che PC, tablet e smartphone pagano il canone RAI esclusivamente nel caso in cui sono collegati ad un sintonizzatore che riceve il segnale digitale terrestre o satellitare. Tutti i device non collegati al sintonizzatore sono dunque esenti dall’addebito del canone in bolletta e non è necessario inviare alcuna certificazione.

Il sintonizzatore può essere un dispositivo interno al device, come le schede nei PC, o esterno ad esso, come chiavette USB o decoder, in grado di ricevere il segnale televisivo. Questo significa che se si guarda ad esempio un programma RAI in diretta via web attraverso il sito dell’emittente pubblica, non si è soggetti al pagamento del canone RAI. Il canone si paga esclusivamente se l’apparecchio si collega alle frequenze radiotelevisive.

La nota giunge in seguito ai rilievi del Consiglio di Stato circa il regolamento per la gestione della riforma del canone RAI e consente al Governo di confermare che le prime bollette contenenti le prime rate del canone arriveranno a luglio come dichiarato ad inizio anno.

Michela Calculli

Dagli studi professionali tra Milano e Torino al blog personale, passando per un'esperienza televisiva che ha segnato la svolta. Tre grandi passioni: la scrittura, il fisco, la semplicità. Sempre in equilibrio tra famiglia e professione tra comunicazione e aggiornamento fiscale.

Commenti Facebook

34 Commenti

  1. Avatar
    Giancarlo aprile 03, 2016

    Ma trovo assurdo dichiarare di non possedere tv e allora non si paga il cannone..lo fanno tutti cosa fa l’agenzia delle entrare viene a vedere di persona..non può ci vuole un mandato del giudice.

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Giancarlo,
      L’Agenzia delle Entrate effettuerà dei controlli a campione sui soggetti che hanno presentato l’autocertificazione.

      Rispondi
  2. Avatar
    Marco Guerra aprile 03, 2016

    Quel che non ho capito è: OK io dichiaro che non ho un televisore, poi la Rai che fa mi manda un commissario a casa a controllare che sia vero?

    Rispondi
    • Avatar
      Michele aprile 03, 2016

      E ovviamente lo fará in orario di ufficio…. E io che devo fare? Prendere ferie per fargli vedere che non ho la tv?….

      Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Marco,
      L’Agenzia delle Entrate effettuerà dei controlli a campione sui soggetti che hanno presentato l’autocertificazione.

      Rispondi
  3. Avatar
    M de Robespierre aprile 03, 2016

    “Le modalità di riscossione del canone mediante addebito nella bolletta elettrica riguardano esclusivamente i canoni maturati dal 1° gennaio 2016 e non eventuali arretrati precedentemente maturati“
    ma NON scrivono che potrebbero addebitare i canoni precedenti in altro modo (non in bolletta ma diversamente si)
    Attenzione gente, il canone tv NON si deve pagare se c’è la pubblicità come sulle tv private, il canone+pubblicità=presa in giro dei contribuenti!!
    « La libertà consiste nell’obbedire alle leggi che ci si è date e la servitù nell’essere costretti a sottomettersi ad una volontà estranea. »

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ovviamente per i canoni pregressi si attiveranno le ordinarie procedure di riscossione. Dopodiché il canone RAI, piaccia o meno, è una tassa e come tale va pagata. Se non la si paga, vi saranno le normali conseguenze per l’omesso pagamento di una tassa.

      Rispondi
  4. Avatar
    Ion aprile 03, 2016

    Gli stranieri che non guardano la Rai ma hanno la parabola devono pagare il canone?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Ion,
      se hai un apparecchio televisivo e un’utenza elettrica residenziale pagherai comunque il canone in bolletta.

      Rispondi
  5. Avatar
    Riberto aprile 03, 2016

    Ma uno come me che ha la casa senza energia elettrica che cosa deve dichiarare che non televisioni che si accendono con una dinamo fai da te? E un paese sempre piu assurdo pensani di fare una legge ped sparare sul mucchio ma la logica del legislatore dove e ‘ ?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Riberto,
      non avendo alcuna utenza, non pagherai alcunché.

      Rispondi
  6. Avatar
    antonino aprile 03, 2016

    io ho sempre pagato il canone rai. ora mi chiedo ,se è giusto che la rai mi tartassa di publicità, se lo fanno le tv private posso capire che si deevono mantenere le spese perchè non ciedono nessuno canone ,ma la rai che attinge allo stato e alle tasche dei cittadini è legale questo

    Rispondi
    • Avatar
      antonio ferrari maggio 15, 2016

      la rai non solo fà pubblicità a pagamento! ma, grazie al canone che estorce paghiamo noi quella pubblicità! per cui prende i soldi due volte, la prima con il canone e la seconda con la pubblicità pagata dai clienti che commissionano la pubblicità su una emittente mantenuta con il canone!

      Rispondi
  7. Avatar
    Giuliano aprile 03, 2016

    Ma se io pago come privato, poi devo pagare anche per l’utenza del mio laboratorio?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Giuliano,
      Le regole per il canone speciale per le aziende restano invariate. Non vi sarà dunque alcun addebito in bolletta per il laboratorio.

      Rispondi
  8. Avatar
    nadia aprile 03, 2016

    cosa si deve fare se il canone è stato sempre pagato da un componente della famiglia ma non è il titolare della bolletta elettrica ?
    io vivo con mio figlio e lui è il titolare della bolletta ,mentre io da mamma vedova pago il canone tv da sempre…
    grazie del consiglio … e dei chiarimenti…

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Nadia,
      non devi fare nulla. Il canone non sarà più addebitato a te ma andrà sulla bolletta di tuo figlio.

      Rispondi
  9. Avatar
    Carolina aprile 04, 2016

    Scusatemi, qualcuno può dirmi, se avendo una tv, (vecchio modello), che non riceve segnali dalla Rai e quindi non mi permette di vedere programmi Rai ed è sempre spenta, perchè non ho tempo per vedere neppure i canali diversi disponibili, e che comunque non si vedono bene, sono costretta a pagare lo stesso il canone? Non paraboliche né altro ed anche se ho cellulare, smartphone e tablet, ma che adopero per comunicare, per telefonare e fare ricerche, non li adopero certo per vedere la RAI, non ascolto neppure la radio per mancanza di tempo, (sto sempre fuori), quindi impossibilitata completamente, cosa devo fare? E’ valida l’autocertificazione lo stesso? visto che dove abito il segnale RAI è assente?grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Carolina,
      il canone è una tassa di possesso dell’apparecchio televisivo. Non importa dunque che tu non riceva il segnale RAI. Se possiedi un televisore con decoder esterno o integrato, dovrai pagare.

      Rispondi
      • Avatar
        orazio maggio 17, 2016

        mi spieghi una cosa ma come fai ha pagare una tassa di possesso senza un atto o certificato che te lo attesta il possesso,e qui e l’inganno non sai neanche cosa stai pagando.

        Rispondi
  10. Avatar
    Carolina aprile 04, 2016

    Mi scusi può dirmi, se avendo una tv che non riceve segnali dalla Rai e quindi non mi permette di vedere programmi Rai ed è sempre spenta, perchè non ho tempo per vedere neppure i canali diversi disponibili, e che comunque non si vedono bene, sono costretta a pagare lo stesso il canone? Ho cellulare, smartphone e tablet, ma che adopero per comunicare, per telefonare e fare ricerche, non certo per vedere la RAI, non ascolto neppure la radio per mancanza di tempo, (sto sempre fuori), quindi impossibilitata completamente, cosa devo fare? E’ valida l’autocertificazione lo stesso? visto che dove abito il segnale RAI è assente?grazie

    Rispondi
  11. Avatar
    Bruno aprile 04, 2016

    Sono proprietario di due immobili in Comuni diversi e intestatario dell’utenza elettrica.Per non rischiare di pagare due volte il canone Rai sull’immobile di non residenza, sono obbligato a fare qualche comunicazione?.Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Bruno,
      non devi fare alcunché poiché su uno dei due immobili avrai un’utenza ad uso domestico non residenziale, utenza sulla quale non verrà addebitato il canone RAI.

      Rispondi
  12. Avatar
    rosalia aprile 05, 2016

    nel caso in cui l’utenza elettrica serve solo per luci di scale condominiali come ci si comporta per richiedere l’esonero?

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Rosalia,
      Il canone verrà addebitato sulle sole utenze domestiche residenziali e dunque non sulle utenze condominiali. Non è dunque necessario fare l’autocertificazione.

      Rispondi
  13. Avatar
    paola aprile 08, 2016

    Buongiorno, avrei un quesito da porvi:
    mia madre, per la casa di Milano, ha come gestore A2A. Per la casa di famiglia in Sardegna, di cui è intestataria, ha come gestore ENEL.
    Come faccio per evitare che le due società mi addebitino il canone RAI?
    Grazie in anticipo per la risposta.
    Cordiali saluti
    Paola Gonanu

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Paola,
      il canone RAI verrà addebitato nelle sole utenze relative alle abitazioni principali, Sono escluse le seconde case.

      Rispondi
  14. Avatar
    ROSARIO aprile 12, 2016

    DA LUGLIO DEL 2015 ABITO CON MIO FIGLIO STESSA RESIDENZA CON CONTRATTO ENEL GAS LUCE INTESTATI A MIO FIGLIO ——ANNO 2015 ABITAVO CON MIA FIGLIA CONTRATTO LUCE GAS INTESTATI A LEI MA LI PAGAVO IO CON NUMERO DI LIBBRETTO A Mè INTESTATO. COME DEBBO COMPORTARMI ADESSO GRAZIE X UN VOSTRO CHIARIMENTO

    Rispondi
    • Avatar
      Michela Calculli maggio 16, 2016

      Ciao Rosario,
      pagherà soltanto tuo figlio in bolletta. Tu non dovrai fare nulla.

      Rispondi
  15. Avatar
    TADDEI AVERARDO maggio 16, 2016

    HO due utenze elettriche a mio nome,una è la casa principale la seconda casa è un’ utenza non residenziale dove mia madre è usufruttuaria devo pagare un canone o due?

    Rispondi
  16. Avatar
    giovannidettoMaxi maggio 17, 2016

    Vorrei chiederLe se una persona che in passato è stata esentata,sia per l’età che per il reddito, cosa deve fare ?

    Rispondi
  17. Avatar
    FLORIANA luglio 13, 2016

    VORREI SAPERE COME FARE PER NON FAR PAGARE IL CANONE AD UNA SIGNORA ANZIANA DI 90 ANNI CHE HA UN REDDITO DI 500 EURO CIRCA AL MESE.

    Rispondi
  18. Avatar
    silvio luglio 24, 2016

    E come volevasi dimostrare….avendo inviato a maggio la dichiarazione di non possesso, con tanto di ricevuta di ritorno…mi sono visto addebitare il canone….che fare? Perdere ulteriormente tempo…forse e’ su questo che fanno affidamento. Ma, che fare ?

    Rispondi
  19. Avatar
    massimo agosto 03, 2016

    un informazione…io vivo con mia madre che paga gia un canone rai..sopra però c è un altro appartamento disabitato dove pero c e attivo un contatore intestato a me che naturalmente non uso…mi sono gia arrivati 70 euro in bolletta..ma mi spetta pagarli visto che già mia madre paga un canone ed è lo stesso stabile?

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*