Tamponamento auto: ecco cosa bisogna sapere

Tamponamento ecco cosa bisogna sapere

La guida di un veicolo richiede molta attenzione: bisogna essere pronti a rispettare la segnaletica stradale, eventuali pericoli e gestire il proprio stile di guida in base alle condizioni del mezzo e del clima. Può capitare di essere coinvolti – come vittime o causa – di un tamponamento tra mezzi proprio perché il livello di attenzione è venuto meno o perché si è stati poco tempestivi nell’evitare l’urto.

Cos’è effettivamente un tamponamento?

Possiamo parlare di tamponamento quando un veicolo riceve un urto posteriore, quindi non è opportuno usare il termine per definire tutti gli altri tipi di urti che si possono verificare durante la guida di un mezzo. Il tamponamento tra due o più veicoli è causato, nella maggior parte dei casi, per il mancato rispetto delle disposizioni riguardo la distanza di sicurezza. Violazione che comporta l’attribuzione di responsabilità, quasi immediata, al soggetto alla guida del veicolo che tampona.

Cosa comporta un tamponamento

Il tamponamento viene disciplinato dall’art.149 del Codice della Strada (Distanza di sicurezza tra veicoli) che già dal comma 1 chiarisce il comportamento da tenere durante la guida di un veicolo. Durante la marcia i veicoli devono tenere, rispetto al veicolo che precede, una distanza di sicurezza tale da permettere l’arresto tempestivo evitando collisioni.

Chi causa il tamponamento ha sempre torto?

In un tamponamento c’è un’ovvia violazione del Codice da parte del soggetto alla guida del veicolo che tampona. Il soggetto che ha causato la collisione, avendo violato l’art.149 del CdS, sarà soggetto ad una sanzione amministrativa e dovrà pagare una somma compre tra euro 41 e euro 68.

Nel caso in cui l’inadempienza della norma abbia provocato una collisione dalla quale i veicoli coinvolti abbiano riportato gravi danni – che possono far sorgere dubbi sulle condizioni di sicurezza per la circolazione – gli stessi dovranno essere sottoposti a revisione singola e l’automobilista dovrà pagare un’ammenda tra euro 84 a euro 335.

Il tamponamento che genera lesioni gravi alle persone (oltre ai danni alle cose) prevede per il conducente una sanzione amministrativa tra euro 419 euro a 1.682, salvo applicazione di sanzioni penali per delitti di lesioni colpose o omicidio colposo.

Quanti punti della patente vengono decurtati?

Non osservare la distanza di sicurezza, elemento da cui può scaturire un semplice tamponamento, vi farà perdere ben 3 punti dalla patente se la collisione ha generato lievi danni a cose. I punti decurtati diventeranno 5 nei casi in cui i danni causati alle cose saranno di grave entità. Infine nel caso più grave, ovvero quando dall’urto si generano lesioni alle persone, i punti che ti verranno sottratti dalla patente saranno ben 8.

È possibile che venga sospesa la patente per un tamponamento?

Scatterà la sospensione della patente di guida, da uno a tre mesi, dell’automobilista che in un periodo di due anni abbia violato almeno per due volte la distanza di sicurezza e quindi abbia causato un tamponamento.

Le cose si complicano nel caso in cui il tamponamento causi lesioni gravi alle persone, che siano il guidatore o passeggeri delle altre vetture. Nel caso in cui il sinistro causi una lesione personale colposa, per legge, è prevista una sospensione della patente da quindici giorni a tre mesi. Quando dal fatto derivi una lesione personale colposa grave o gravissima la sospensione della patente è fino a due anni. Nel caso di omicidio colposo la sospensione è fino a quattro anni.

Qualora il tamponamento – generato da un’automobilista sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e/o in stato di ebbrezza – abbia causato una lesione personale colposa grave/gravissima o vittima, il giudice applicherà la revoca della patente.

Tamponamento auto
Tamponamento auto: ecco cosa bisogna sapere http://bit.ly/16MVdbu @6sicuro

Cosa fare in caso si venga coinvolti in un tamponamento

Quando siamo vittime di un tamponamento, dopo lo spavento, sorgono le preoccupazioni per il veicolo e gli occupanti dell’abitacolo. Mantieni la calma e recupera lucidità, necessarie a risolvere la questione nel più breve tempo possibile, ma senza commettere errori.

In caso di danni lievi al veicolo si consiglia di sottoscrivere una constatazione amichevole a doppia firma. L’operazione richiede la compilazione del Modello CAI, fornito dalla tua compagnia assicuratrice o stampabile via internet, in tutte le sue parti e ponendo molto attenzione ai dati inseriti e all’apposizione della firma di entrambi i guidatori.

In presenza di un tamponamento a catena, quindi con danni sia alla parte posteriore che anteriore del veicolo, è necessaria la compilazione di due modelli. Uno necessario a risolvere la questione con la macchina che precede, l’altro con l’auto che vi ha tamponati. In presenza di tamponamenti più complessi, magari in cui sono coinvolti più veicoli o in cui non c’è un accordo tra le parti coinvolto, è consigliato richiedere l’intervento delle autorità che verbalizzeranno le dichiarazioni.

Nei giorni seguenti – il prima possibile per avviare la “macchina assicurativa” – bisogna denunciare il sinistro alla propria compagnia assicurativa e inoltrare la richiesta di risarcimento danni. La compagnia, in presenza di una richiesta completa di tutte le informazioni, è tenuta a rispondere con un’offerta di risarcimento: entro 30 giorni, in caso di danni a veicolo e cose e con modello CAI firmato da entrambi i conducenti dei veicoli; entro 60 giorni, in presenza di danni a veicoli e cose ma con modello CAI firmato solo da uno degli automobilisti coinvolti nel tamponamento; entro 90 giorni per i danni al conducente e alle persone.

Ricevuta la proposta dalla compagnia, il veicolo dovrà essere portato dal carrozziere per le riparazioni previste. Il metodo più veloce e funzionale, come potete riportato da una testimonianza diretta, è quella di affidarsi a carrozzerie convenzionate. Ogni compagnia assicurativa ne ha di proprie, facilmente rintracciabili, che ripareranno il veicolo e verranno pagati direttamente dalla compagnia. Diversamente l’assicurato potrà richiedere alla compagnia di servirsi di una carrozzeria non convenzionata, ma questa richiesta potrà essere rifiutata.

Il tamponamento può causare lievi lesioni e si possono avvertire dolori anche qualche ora dopo l’accaduto, che possono essere accertati dai medici del più vicino Pronto Soccorso attraverso opportuni controlli. La struttura rilascerà al soggetto infortunato un verbale su cui saranno riportati i giorni di prognosi e la cura a cui sottoporsi. Il danno biologico è determinabile tramite un iter medico che ti permetterà di richiedere un risarcimento danni completo. Tutti i danni fisici dovranno essere documentati da accertamenti clinici, anche il più comune “colpo di frusta”.

Cosa fare in presenza di un incidente

Cosa bisogna fare se un tamponamento causa gravi danni alla persone? Fermarsi immediatamente, accertarsi delle condizioni dei soggetti feriti, attendere i soccorsi e le forze dell’ordine per i rilievi di rito. Non importa di chi sia “la colpa” del tamponamento, dal quale magari si sono generate altre complicazioni: per la Cassazione chiunque non consenta una sua identificazione (se coinvolto nel sinistro) può essere soggetto a denuncia per fuga dal luogo dell’incidente.

Attenzione, la sosta del soggetto deve durare il tempo necessario ad avviare le prime attività di indagine. Quindi, se hai causato o sei vittima anche di un lieve tamponamento sei obbligato a fermarvi ed eventualmente chiamare i soccorsi e/o la polizia stradale. La violazione della norma può essere punita con una reclusione compresa tra sei mesi e tre anni, meglio non rischiare.

Tamponamento a catena: chi paga i danni?

Il tamponamento a catena è una delle situazioni più frequenti. Si può verificare sia nelle strade cittadine che in quelle a scorrimento veloce. In questa ipotesi non è possibile procedere con il risarcimento diretto, ma occorre richiedere i danni alla compagnia assicuratrice del veicolo responsabile del sinistro.

In una situazione di tamponamento a catena, anche per motivi legati all’agitazione, può essere problematico individuare il responsabile del sinistro. Prima di compilare i modelli CAI, bisogna effettuare una distinzione tra tamponamento a catena tra mezzi fermi in coda da quello tra veicoli in movimento.

  • Quando il tamponamento a catena avviene tra mezzi fermi, magari per motivi di traffico o semplicemente al semaforo rosso, l’unico responsabile del sinistro è il conduce che generato la prima collisione da cui sono scaturiti i successivi tamponamenti. In definitiva, le richieste di risarcimento danni andranno inoltrate tutte alla compagnia assicurativa del conduce che ha generato il primo tamponamento.
  • Nel caso in cui il tamponamento a catena avviene tra mezzi in movimento, magari per un decentramento immediato di uno dei veicoli, vige il principio di base secondo il quale il conducente dell’ultimo veicolo è responsabile del danni causati al mezzo che lo procede che, a sua volta, è responsabile del tamponamento al mezzo che gli sta davanti. In pratica si verifica più di un’inosservanza della distanza di sicurezza rispetto al veicolo antistante. Nel caso in cui si fornisca una prova liberatoria di aver fatto tutto il possibile per evitare il tamponamento, anche se in movimento, il secondo/terzo veicolo tamponato non sarà responsabile del danno causato.

Cosa succede se subisco due tamponamenti a breve distanza temporale?

Sulla strada può capitare di tutto, anche che nel giro di pochissimo tempo siate vittima di due o più tamponamenti magari riportando gli stessi danni al veicolo. A prima vista la situazione potrebbe generare un malinteso tra assicurato e compagnia, la truffa è sempre in agguato, per questo ti consigliamo di sfruttare al massimo l’indennizzo diretto.

La procedura non solo ti permetterà di essere liquidato in tempi ristretti, in modo da riparare il veicolo velocemente, ma anche di usufruire di una “maggiore credibilità” nei confronti della compagnia. Ricordati che la richiesta di risarcimento danni con indennizzo diretto non è applicabile con sinistri stradali che coinvolgono più veicoli (ad esempio tamponamento a catena).

Tamponamento in car sharing

La condivisione delle auto ha rivoluzionato, almeno nelle grandi città, la mobilità degli italiani. Ovviamente, anche in car sharing si può causare o essere vittima di un tamponamento stradale. Come bisogna comportarsi in questi casi? La prima cosa da fare è denunciare, tramite il call center, l’accaduto alla società con cui è avete sottoscritto il contratto di car sharing (operazione fatta al momento dell’iscrizione online al portale) e successivamente compilare il modello CAI o richiede l’intervento delle forze dell’ordine per i casi più gravi. Infine inoltrare la documentazione alla società di car sharing.

Nel caso abbiate generato un tamponamento con questa tipologia d’auto, la tua classe di merito non subirà nessuna modifica, ma la compagnia con cui è stata assicurata la vettura potrà richiedervi i danni causati agli altri veicoli o persone.

Francesco Del Franco

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook

43 Commenti

  1. Avatar
    Francesca gennaio 16, 2014

    Ieri sera ho urtato leggermente in frenata l’auto davanti a me, guidata da uno straniero di colore. Nessun danno alle auto (mia Yaris contro la sua Mercedes), e un’ora e mezza per convincerlo a fare la Constatazione Amichevole. Chiamato pure i Vigili che si sono rifiutati di venire dato che non c’erano danni a persone nè cose. Stamattina il Signore mi telefona che è in ospedale per dolori al collo. Abbiamo la stessa Assicurazione. Nella constatazione è stato scritto “nessun danno a veicoli e cose”, e ho molte foto. Il Signore può riuscire a imbrogliare sui dolori e chiedermi danni? GRAZIE.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo gennaio 16, 2014

      Ciao Francesca,
      i “dolori al collo” se non verificati da accertamenti strumentali non vengono risarciti da nessuna compagnia.
      Quindi se dovesse essere risarcito è perché effettivamente ha avuto un problema fisico che si è manifestato dopo l’incidente.

      Rispondi
  2. Avatar
    daniel febbraio 02, 2014

    Oggi uscendo da un parcheggio di un centro commerciale ho urtato una macchina in sosta vicino al marciapiede difronte a negozio dove non esiste parcheggio e non aveva neanche le fracce accese lui ha spiegato che doveva caricare il figlio chi ha ragione? Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo febbraio 03, 2014

      Ciao Daniel,
      in merito ne abbiamo parlato in questo articolo Incidente auto in doppia fila.
      In linea generale la responsabilità rimane tua, tranne in casi particolari, come tiportato nell’articolo menzionato.

      Rispondi
  3. Avatar
    Francesca febbraio 03, 2014

    Salve,venerdì scorso ho subito un tamponamento mentre mi recavo a lavoro.
    Al pronto soccorso mi hanno diagnosticato un trauma distrattivo del rachide cervicale e mi hanno dato una prognosi di 7 giorni. Vorrei sapere se alla visita di controllo per chiudere l’Inail mi venisse diagnosticata la guarigione con postumi, posso rientrare a tempo pieno a lavoro senza nessuna limitazione? e le eventuali cure che dovrò affrontare mi verranno rimborsate dall’assicurazione automobilistica di chi mi ha tamponato nonostante mi venga diagnosticata la guarigione? grazie

    Rispondi
  4. Avatar
    roberta marzo 04, 2014

    Spero possiate rispondermi,circa 2 mesi fa un motorino,nel tamponarmi,mi ha rotto il fanalino posteriore destro..dato che dovevo portare la macchina subito a casa ho solo preso i suoi dati e lui ni ha assicurato che me l’avrebbe riparato a sue spese..a distanza di 2 mesi cerca scuse e rimanda sempre l’acquisto del fanalino..cosa posso fare per tutelarmi? Sembrava onesto e invece si e’ rivelato un cialtrone,ma il danno l’ho comunque subito io.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo marzo 05, 2014

      Ciao Roberta,
      puoi fare la denuncia del sinistro. Ovviamente senza una costatazione amichevole e soprattuto dopo due mesi, sarà un po’ più complicata da gestire, comunque inizia a farla.

      Rispondi
  5. Avatar
    filippo marzo 10, 2014

    Buongiorno, ho subito un tamponamento e chi mi è venuto addosso si è immediatamente preso la colpa e abbiamo fatto la costatazione amichevole.
    La macchina ha subito un bel danno che sicuramente sarà piu alto del suo valore di mercato.
    L’assicurazione pagherà l’intero danno ?
    Grazie

    Rispondi
  6. Avatar
    maria assunta maggio 20, 2014

    Ciao, ieri ho tamponato un furgoncino, la mia auto oltre a essersi staccata x metà la targa e avere qualche graffio sul paraurti non ci sono altri danni. Il furgoncino tipo doblò si sono piegate leggermente le portiere si sarebbe piegata anche la barra stabilizzatrice.Ora io mi chiedo se è possibile che una berlina possa provocare un danno del genere al furgoncino e la stessa avere solo qualche graffio. POI VORREI SAPERE SE POSSO RICHIEDERE IL PERITO TRAMITE AASICURAZIONE.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo maggio 22, 2014

      Ciao Maria,
      l’assicurazione manda il perito sempre, a prescindere che tu abbia dei dubbi sulla dinamica del sinistro. Quello che può succedere è che l’assicurazione del furgoncino mandi un perito a sua volta e se le due versioni non coincidono allora i proprietari dei veicoli possono richiedere l’intervento di un terzo perito che sarà pagato al 50% ciascuno. La decisione del terzo perito è incontestabile.

      Rispondi
  7. Avatar
    Adelina maggio 31, 2014

    Salve ,nell’ottobre 2013 una signora mi ha tamponato, mi trovavo in una rotonda aspettando di dare la precedenza al pullman.
    All’improvviso da ferma questa signora mi ha tamponato, in macchina c’erano le mie due figlie tra cui una cardiopatica, siamo state trasportate al pronto soccorso dal 118 nel mentre la signora dichiarò ai vigili (arrivati dopo che siamo state portate al pronto soccorso)che stavo facendo la retromarcia.
    La mia assicurazione e la sua hanno deciso di fare 50% e 50%,dopo aver messo di mezzo il mio avvocato ancora non ho avuto ancora nessun responso.
    I referti del pronto soccorso hanno dato a me 20 gg di collare per trauma cervicale, a mia figlia cardiopatica (5 anni) 4 giorni prolungati ad 8 e all’altra mia figlia (16 anni) 15 giorni.
    La mia macchina dal danneggiamento è stata valutata dal carrozziere per 3000 euro.
    Secondo lei e giusto? Cosa dovrei fare? Grazie in anticipo.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo giugno 03, 2014

      Ciao Adelina,
      mi spiace per l’accaduto. Purtroppo se non hai un testimone od un verbale delle forze dell’ordine che supporti la tua versione, non credo si vada oltre il solomonico 50%. Infatti entrambe potreste dire il vero o il falso.

      Rispondi
  8. Avatar
    Sandro giugno 18, 2014

    Salve, sabato 14 giugno un auto mi ha tamponato leggermente entrando nel parcheggio mentre ero a bordo con la mia ragazza, scesi e constatato che la mia macchina non aveva alcun danno non ho avuto interesse di fare la constatazione amichevole ma mi sono comunque fatto fare uno squillo con il suo numero di telefono e ho preso la sua targa! poco dopo questo mi ha detto che non c’erano danni e se potevo non fare niente che alla fine solo lui ne aveva subiti! alle sue parole mi sono un attimo insospettito sono andato a vedere e mi ha detto che gli si era rotta la griglia protettiva anteriore del reditore! e che avrebbe dovuto spendere qualcosa per riverniciare la parte della carrozzeria sverniciata quindi che avrei potuto anche lasciar perdere! guardando il muso della sua macchina ho notato che risultava danneggiato in maniera visibile ma non nella parte in cui mi ha colpito ma da tutt’altra parte e perfino nella parte destra del muso della macchina ma mi ha assicurato che c’erano già e quindi alla fine non pensavo neppure che l’avrei mai richiamato perchè tanto la mia macchina era ok, ma vedendo i danni ho preferito fare una foto.
    lunedì 16 mi arriva una suo messaggio vocale dove mi chiede se lo posso chiamare, lo chiamo e mi notifica che la sua macchina ha avuto danni per 75 euro più iva -.- allora gli dico cosa volesse da me se mi aveva tamponato e ha cominciato a cambiare la versione dicendo che io l’ho colpito andando in retro! io giustamente gli ho risposto che con me c’era la mia ragazza e che c’era un testimone che aveva visto dal balcone! questo ha cominciato a dire che anche lui ha un suo amico al bar lontano che ha visto tutto e mi ha chiesto di dargli 75 euro più iva! quando mi sono rifiutato e gli ho detto che stava cercando di truffarmi e che andavo dai carabinieri visto che io avevo tutti i suoi dati lui mi ha risposto che lui non ce li aveva i miei e voleva che io gle li dassi! e allora gli ho risposto che a me aveva poco da truffare che non gli davo niente! ha cominciato a farfugliare qualcosa di come io fossi obbligato per legge a dargli i miei dati e io gli ho risposto che non avrebbe avuto niente! e tra le altre cose era anche con il telefono in mano quando sono sceso per vedere chi mi avesse colpito quindi sicuro era distratto per quello! poi ha farfugliato qualcosa tipo di fare un concorso di colpa e io gli ho detto che non ci stavo proprio alla sua truffa e la chiamata è finita li! il giorno dopo ovvero ieri 17 giugno sono andato alla mia assicurazione a raccontare l’accaduto e mi ha detto che comunque potevo stare tranquillo che in ogni caso ci sono appunto i periti per queste cose, e mi ha consigliato data la tentata truffa di andare dai carabinieri! allora sono andato dai carabinieri e mi hanno detto che posso stare tranquillo che non gli conviene inventarsi storie in quanto io non avendo danni alla macchina ne niente poi un perito avrebbe sistemato le cose…io ho fatto foto sia alla mia macchina che alla sua e ho fatto anche un video panoramica della mia per far vedere che non ha nessun tipo di urto o segno in quanto l’assicurazione mi ha fatto preoccupare che magari il tipo potrebbe venire a danneggiare la mia macchina se la ritrova in zona prendendomi anche la targa per crearsi diciamo la prova…posso stare tranquillo?

    Rispondi
  9. Avatar
    fabio luglio 21, 2014

    Salve se hai un incidente attestato dal satellitare a 28km orari scendi attesti che l auto e ok i passeggeri stanno bene i quali te ne danno conferma che tutto ok cose e persone saluti e via…dopo 40 gg ti arriva una denuncia di sinistro. .che posso fare??? Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Fabiana agosto 18, 2016

      Buongiorno stamattina mi sono fermata in piccola salita e nel ripartire la macchina mi è andata un po’ indietro e ho urtato lievemente chi mi stava dietro di chi è la colpa? Lui non doveva mantenere la distanza da me e nel caso fare retromarcia ed allontanarsi dal mio veicolo? Rispondete perpiacere

      Rispondi
  10. Avatar
    magda settembre 26, 2014

    Buongiorno,
    Settimana scorsa ho subito un tamponamento all’estero (Svizzera) ho attivato la denuncia. Vorrei sapere gentilmente quando posso portare la macchina in carrozzeria convenzionata per le riparazioni. La macchina dopo questo incidente non è più stabile e non vorrei rischiare però mi è necessaria per andare a lavoro. Grazie mille per la risposta.

    Rispondi
  11. Avatar
    domenico dicembre 03, 2014

    buongiorno,
    sabato sera 29 novembre,vengo tamponato sono ancora in tempo ad andare in ospedale per un sospetto dolore al collo?

    Rispondi
  12. Avatar
    domenica dicembre 20, 2014

    Salve , venerdì 12 , a uno stop la macchina davanti a me fa finta di partire ma poi si ferma di colpo perchè vede arrivare la macchina io, nonostante la distanza di sicurezza gli vado addosso. La macchina davanti a me non subisce danni , la mia un lieve rientro della targa. All’impatto nessuno subisce danni, il giorno dopo però mi vedo arrivare un messaggio in cui mi dice che in tarda serata, per colpa dell’impatto, è andata al pronto soccorso. Dopo una settimana il suo dottore gli dice ancora che deve portare il collare per altri 10 giorni. Come mi posso tutelare io, perché va bene tutto, tra l’altro concorde entrambe che l’impatto è causato al 50% perchè se non ci fosse stata la frenata brusca io non sarei andata addosso, ma io vorrei capire quali sono le mie possibilità per evitare che questa ci marci a mie spese. Grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo dicembre 21, 2014

      Ciao Domenica,
      non credo che tu abbia tante possibilità, dovevi dare la distanza di sicurezza per prevenire anche brusche frenate.
      I colpi di frusta non vengono più risarciti e comunque non cambierebbe nulla dal punto di vista economico, infatti tu dovrai pagare comunque qualcosa in più al prossimo rinnovo dell’assicurazione.

      Rispondi
  13. Avatar
    Emanuele Gori dicembre 20, 2014

    Buonasera,
    giovedi 18 purtroppo ho tamponato col mio Doblo un auto dopo oltre 15anni di guida senza incidenti.
    Sono intervenuti i vigili urbani perchè il fatto è avvenuto su una strada molto trafficata e dopo i rilievi del caso mi hanno comunicato che se nel frattempo il guidatore o il passeggero (marito e moglie) si rivolgono al pronto soccorso per il maledetto colpo di frusta, rischio la sospensione della patente.

    E’ possibile che venga sospesa la patente per un tamponamento?
    E per quanti giorni? Io lavoro con il furgone e sarebbe un grosso problema

    Rispondi
  14. Avatar
    gabriel gennaio 16, 2015

    Aiutoooo
    ! Circa due mesi fa andando sulla mia corsia in una strada con senso unico con due corsie, in una curva mi ha presso la parte posteriore sinistra invadendo la mia corsia. Essendo il mio primo ”incidente” abbiamo spostato le macchine per non dare fastidio. Lui non voleva darmi l.assicurazione e cosi ho chiamato la polizia municipale. Se come abbiamo spostato le macchine loro non hanno concluso niente. Sono andato al assicurazione(generali) e ho denunciato il sinistro. Oggi ho ricevuto un foglio dove mi dice che devo pagare 380 euro per il sinistro. Io mi chiedo adesso perche non copre l.assicurazione tutto? E se la polizia non ha concluso niente perche hanno dato raggione a quello? In italia perdi anche se non e culpa tua? Cosa posso fare perche sono anche in impossibilita di pagamento. Che succede se non pago??Grazie mille.

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo gennaio 23, 2015

      Ciao Gabriel,
      pur se avessero dato ragione alla controparte, non capisco la richiesta di 380 euro, potresti riportare esattamente (ovviamente senza i dati sensibili, se ve ne fossero) la lettera in cui ti si chiede questo importo?

      Rispondi
  15. Avatar
    valentino gennaio 26, 2015

    aiuto ho un problema serio , mia suocera con una lancia y camminava su una strada provinciale penso sugli 80 km orari arrivati alla fine della strada inizia a curvare e lei rallenta scala di marcia ma il veicolo che lo segue un furgone la tampona violentemente e il furgone viene leggermente tamponato da un’altra macchina una nissan micra che porta lievi danni , mia suocera invece ha il bagagliaio posteriore tutto rientrato dentro tanto è vero che la macchina l’abbiamo dovuta rottamare , sono intervenuti i vigili urbani che hanno fatto i rilievi, mia suocera tramite ambulanza è stata portata al pronto soccorso; i vigili hanno preso le dichiarazioni ma nel frattempo si è fermato anche un amico di quello del furgone e io sono arrivato subito dopo l’incidente in effetti questo ultimo arrivato amico di chi ha tamponato gli dice quello che deve dichiarare infatti i due hanno dichiarato di aver visto la signora della lancia y che prima si spostava verso destra e poi rientrava in carreggiata , invece quella della micra ha dichiarato di non aver fatto in tempo a frenare . Ora a fronte di queste dichiarazioni l’assicurazione del furgone ha stabilito che la responsabilità è al 50 % e non ci ha dato la ragione al 100% ora noi vogliamo farci causa , ma siamo sicuri di vincere anche avendo la ragione al 100% solo con quelle dichiarazioni non possiamo avere la ragione ,ma il furgone l’ha tamponata in pieno, centrato il dietro della macchina precisamente al centro . cosa si puo’ fare ? io sono il genero e sono della guardia di finanza ho sentito quando i due si mettevano d’accordo sulle dichiarazioni posso fare ora io una dichiarazione per la causa da presentare all’avvocato in cui dichiaro di aver sentito sul posto i due che si mettevano d’accordo sulle dichiarazioni da fare? grazie

    Rispondi
  16. Avatar
    den febbraio 06, 2015

    buonasera, stamattina ho urtato il paraurti dx di una macchina in pieno traffico ero in prima e potevo andare al massimo a 20km/h… da premettere che sia la mia macchina che quella incidentata hanno riportato solo due graffietti senza nessun tipo di ammaccatura…in ogni caso parlando con la ragazza le chiedo come vuole fare se tramite assicurazione o se pagarle io personalmente il “danno”…sceglie la seconda ma dopo un paio di ore m chiama dicendo che è all ospedale dove le hanno riscontrato dei danni e che sta male e addirittura ha dei referti medici…ora parlando con la mia assicurazione, mi hanno tranquillizzato dicendo che la macchina è provvista di satellitare e che andando in prima sembra strano averle riportato colpi di frusta o cose simili…ora lei m starebbe denunciando alla sua assicurazione mentre io farò una denuncia cautelativa lunedì…mi chiedo il satellitare ha più valore di questi referti medici??anche se l assicurazione mi ha detto di stare tranquilla, ho un pò di ansia perchè la macchina è di mio padre….

    Rispondi
  17. Avatar
    Andrea febbraio 26, 2015

    Un tizio che proveniva dalla mia dx non mi ha fatto lo stop mentre svoltava a sinistra. Io ero sulla strada principale e non ho fatto a tempo a frenare e l’ho tamponato. Inoltre lui non aveva la patente in quanto non l’aveva ancora rinnovata e aveva l’assicurazione scaduta. Non voleva che chiamassi le forze dell’ordine ma io l’ho fatto lo stesso, poi poco prima che arrivassero è scappato con l’auto incidentata, poi poco dopo lo hanno trovato.
    Ora sto aspettando che le forze dell’ordine mi facciano avere quanto hanno scritto per portarlo poi alla mia assicurazione. Io ora ho dolori al collo e 2 vertebre schiacciate. La colpa è mia o del tizio che mi ha tagliato la strada?

    Rispondi
  18. Avatar
    Annoying Orange maggio 18, 2015

    Buonasera. Sei giorni fa sono stata tamponata mentre ero in coda. Il ragazzo dietro di me era distratto e non ha nemmeno frenato. L’urto mi ha spinto contro il pick-up in coda davanti a me, e la mia macchina si è praticamente distrutta. Abbiamo compilato due CAI, però la mia assicurazione mi ha detto che non sono validi, quindi tre giorni fa ho inoltrato la richiesta di risarcimento danni all’assicurazione dell’auto, che non è di proprietà del ragazzo, ma di una ditta di autonoleggio. Oggi, richiamando l’assicurazione, ho scoperto che l’autonoleggio non ha ancora denunciato il tamponamento. Sono preoccupata dalla disonestà sia del ragazzo, sia dell’autonoleggio. Posso in qualche modo tutelarmi ulteriormente?

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni luglio 10, 2015

      Buon giorno, spero possiate aiutarmi; anche perche non so bene come procedere.
      Allora io procedevo a un andamento costante di 70 km con una distanza costante e proporzionata alla vettura che mi precedeva.
      Questa vettura che mi precedeva, a sua volta aveva altre due macchine che le stavano d’avanti, che a quanto mi hanno riferito hanno svoltato improvvisamente a sinistra. Tutti noi procedevamo nello stesso senso di marcia, quando all’improvviso queste due macchina hanno svoltato (all’ultimo momento), di conseguenza la macchina che mi precedeva a fatto una brusca frenata per evitare di tamponare.
      E successo che io non ho avuto neanche il tempo di frenare e tutto d’un tratto mi sono trovato a tamponare senza neanche avere la possibilità di frenare.
      In poche parole, io ho tamponato questa vettura mentre lei non tamponava nessuno e oltretutto le macchine che hanno svoltato a sinistra non si sono neanche fermate a soccorrerci.
      Il danno causato alla mia macchina e stato molto alto, forse anche eccessivo visto che la macchina tamponata aveva la meta del danno della mia vettura. Il problema sta che in macchina mia eravamo in 5 persone, tutti che riscontrano malesseri non eccessivi. Io ho pensato inconsciamente (visto che stavamo tutti bene a parte qualche dolore), di spostare le macchine e senza chiamare nessuno ( forze dell’ordine o ambulanza), ci siamo fatti accompagnare, noi cinque più le due persone tamponate al pronto soccorso da dei passanti che c’hanno soccorso. Arrivati al pronto soccorso, oltre ad aver passato la giornata intera li; tutti e cinque abbiamo riscontrato dolori alla colonna vertebrale e al collo.
      Il giorno dopo con la macchina che ho tamponato, ho fatto la contestazione amichevole sperando che tutto finisse li.
      Il problema e che le persone che viaggiavano nella mia macchina, hanno tutti vari tipi di dolori, compresa anche la mia ragazza che stava al mio fianco (forse quella che si e fatta più male). A quanto ho capito anche chi a ricevuto il tamponamento, non sta molto bene e hanno intenzione di farsi seguire dal loro ortopedico di fiducia.
      Io chiedo gentilmente qualche vostro parere, visto che e una cosa del genere in 8 anni di patente non era mai capitata. Corro il rischio del sequestro del mezzo oppure della patente. E la mia assicurazione risarcirà i danneggiati?? Mi aumenteranno la polizza o potrei ricevere anche qualche multa??
      Spero in una vostra risposta

      Rispondi
      • Avatar
        Salvatore Russo luglio 13, 2015

        Ciao Giovanni,
        si tratta di un normale tamponamento, avrai sicuramente un aumento della polizza assicurativa, ma a parte questo nessuna multa, sequestro di mezzi, ritiro della patente, etc anche perché non è intervenuta nessuna forza dell’ordine, quindi non esiste nessun verbale

        Rispondi
  19. Avatar
    Lucrezia luglio 28, 2015

    Ciao.. Ho una domanda. Uscita dal centro commerciale noto che nella fiancata posteriore della mia macchina nera c’è un segno bianco abbastanza largo di una macchina sicuramente più alta della mia e bianca perché c’era ancora la vernice su. Ma non c’è nessun testimone e ovviamente nessun biglietto. Sono assicurata per furto incendio e atti vandalici… Atti vandalici ci rientra?? O devo pagare tutto io??

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni luglio 29, 2015

      Ciao Lucrezia,
      Il tuo caso non rientra negli atti vandalici ma nel tamponamento per cui, a meno che tu non abbia la kasko, non sei coperta.

      Rispondi
  20. Avatar
    lucio luglio 29, 2015

    E possibile che dopo 5 anni che un’automobilista ha dato una botta sola ad una persona senza fargli nulla c’é il ritiro della patente?

    Rispondi
  21. Avatar
    domenico ottobre 02, 2015

    Salve,
    ho tamponato un veicolo tedesco in autostrada il quale ha effettuato un imprroviso cambio di corsia mentre mantenevo la regolare distanza di sicurezza con gli altri veicoli davanti a me.
    Sono stato sanzionato per il 149 cds e mi chiedo…
    premesso che ho richiesto il risarcimento all’UCI in quanto trattasi di vecolo straniero e ritengo di aver ragione, almeno in parte,
    se pago subito, ammetto la mia responsabilità e mi inibisco la possibilità di ottenere almeno un concorso di colpa?
    E quante probabilità ho di ottenerlo?
    Grazie

    Rispondi
  22. Avatar
    lucia ottobre 31, 2015

    Buonasera! Stasera mentre parcheggio sulla mia destra ( tea due macchine) in retromarcia e con 4 frecce accese, sento un botto. Da premettere che avevo gia’ parcheggiato meta’ auto. Il signore dietro di me mi graffia il paraurti sinistro, mentre a lui il paraurti destro anteriore si stacca. Di chi è la colpa? Lui sostiene che sia mia, ma lui doveva mantenere la diatanza di sicurezza, anke xke’ io avevo le 4 fecce accese. Vi prego di RIS anke xke’ domani ho appuntamento con lui.

    Rispondi
  23. Avatar
    Greta novembre 23, 2015

    Buongiorno,
    spero possiate rispondere alla mia domanda ed essermi di aiuto.
    Ieri sono stata coinvolta in un incidente a catena tra 6 autovetture. Io ero la 4° macchina ed ho subito danni sia alla parte posteriore che a quella anteriore.
    E’ intervenuta la polizia locale dalla quale mi sono dovuta recare oggi per la dichiarazione dei fatti.
    Ho dichiarato che c’era un incolonnamento e mentre stavo frenando l’auto dietro (la 5°, che era stata a sua volta già tamponata dalla prima) mi ha urtato e io di conseguenza ho tamponato l’auto che mi precedeva, e così a catena fino alla prima.
    Mi hanno detto che l’assicurazione potrebbe risarcirmi solo il danno posteriore in quanto non ero del tutto ferma.
    Qual è la verità? Potrebbe essere davvero così?
    Grazie mille per la risposta!

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro dicembre 09, 2015

      Ciao Greta,
      Il fattore determinante per l’assegnazione della responsabilità è la velocità dell’ultimo veicolo al momento dell’urto. Per quanto riguarda la colpa invece, è sempre dell’ultimo che arriva e che causa il tamponamento a catena tra le auto che ha davanti. Ci possono essere circostanze particolari che estenderebbero la colpa anche al 4°, al 3°, 2° o 1° veicolo coinvolto ma, in questo caso, l’assicurazione ti avrebbe avvertito.

      Rispondi
  24. Avatar
    Carmen dicembre 15, 2015

    Buonasera,spero tanto che lei mi può aiutare a trovare una soluzione al mio problema.Ieri mattina mio figlio 20enne e uscito con i suoi amici per andare in una zona di campagna,hanno preso una strada non trafficata dove ce un ponte abbastanza alto,camminavano tutti in fila a50-60 al ora quando un ragazzo 16enne con la sua auto sorpasa,l’auto sbanda destra sinistra e si ferma davanti mio figlio che frena ma non in tempo e lo tampona. Le auto sono tutte due danneggiate,di più l’altra del ragazzo.Ora il padre del ragazzo vuole fatta l’assicurazione dicendo che la colpa e di chi tampona,però in questo caso suo figlio non è colpevole che ha sorpassato sopra un ponte (dove c’erano anche delle buche )e a perso il controllo dell’auto ?Grazie in anticipo della sua disponibilità e aspetto con anzi a una sua risposta

    Rispondi
    • Avatar
      Sara Bolzani dicembre 29, 2015

      Ciao Carmen, da quello che racconti non sembra trattarsi di un semplice tamponamento e il ragazzo dell’altra auto sembra aver messo in atto un comportamento pericoloso che ha contribuito, se non causato in esclusiva, l’incidente. Procurati le testimonianze degli amici di tuo figlio, che hanno assistito alla scena e verifica se c’era divieto di sorpasso, come immagino, sul ponte (anche con qualche foto di eventuale segnaletica di divieto e della linea che divide le corsie di marcia, se era continua). Di norma non dovrebbe essere possibile effettuare un sorpasso in un simile tratto, per via della visibilità ridotta. Lo sbandamento lo ha portato a colpire il guard rail? Aveva perso il controllo del mezzo? Inoltre: dici che il ragazzo ha 16 anni, guidava quindi uno di quei mezzi piccoli, equiparati a motocicli? Facci sapere come è andata.

      Rispondi
  25. Avatar
    Lucia gennaio 19, 2016

    Buongiorno,
    circa un mese fa mentre ero ferma in colonna con la mia Fiat Panda del 2007 sono stata tamponata: la conducente dietro di me era distratta e non ha visto che mi ero fermata, così mi ha colpito nella parte destra del paraurti posteriore rompendolo a metà, da quel momento la mia auto ha anche iniziato a fare un brutto rumore, causato probabilmente da una vibrazione. Abbiamo fatto la constatazione amichevole, il giorno dopo sono andata dal mio carrozziere il quale mi ha detto che il paraurti andava cambiato e che avrebbe dovuto smontarlo per capire l’origine del rumore, mi ha però chiesto di attendere l’uscita del perito. Dopo circa due settimane è venuto il perito: ha fatto un paio di foto e non ha nemmeno voluto che mettessi in moto l’auto per sentire il rumore; mi ha chiesto se avessi già colpito il paraurti in precedenza perché ha notato dei graffi a sx. Io gli ho spiegato che tempo prima avevo urtato sulla sx del paraurti graffiandolo leggermente ma che ciò non aveva nulla a che fare con i danni recatimi dal tamponamento, che sono evidenti perché il paraurti sulla dx è rotto. Dopo qualche settimana vado per prendere appuntamento con il mio carrozziere ma questo mi dice che il perito gli ha detto che l’assicurazione pagherà solo il 50 % del danno perchè il paraurti era già incidentato. Allora io mi arrabbio e chiamo la mia assicurazione la qualche temporeggia e mi dice che deve sentire il perito. Dopo due giorni, mentre sono ancora in attesa di una risposta, mi arriva a casa un assegno di 178 € , con il quale non riesco a pagare neanche la metà del danno! Sono arrabbiatissima perchè sono stata tamponata, la colpa non è mia e ora devo anche rimetterci dei soldi? Tra l’altro quello che a me preoccupa è il rumore che fa l’auto da quanto sono stata tamponata e non il paraurti, che alla fine è un pezzo di plastica… ma con 178 € non posso neanche andare dal carrozziere per farmi controllare i danni! Cosa posso fare? Ho sbagliato qualcosa nella procedura? Credo comunque che cambierò assicurazione perchè non ho mai fatto incidenti e alla prima occasione in cui ho avuto bisogno si sono comportati in questo modo…
    Grazie,
    Lucia

    Rispondi
  26. Avatar
    Elisa febbraio 03, 2016

    Buonasera, il 18 dicembre uscendo da un parcheggio a lisca di pesce e facendo la manovra per uscire mi sono appoggiata leggermente all’angolo posteriore destro della macchina affianco alla mia, con il muso sinistro della mia auto. Inizialmente essendo neo patentata mi sono spaventata e stavo per andarmene, poi sapendo che non era la cosa più giusta da fare e vedendo che c’erano due testimoni, amiche della proprietaria, decido di tornare indietro e osservare meglio il danno. La proprietaria nel frattempo scende dalla sua proprietà e alla mia prima proposta di compilare il CID rifiuta chiedendomi tutti i miei dati e non lasciandomi i suoi. Il giorno dopo decido di tornare per fare la foto al “danno inesistente e alla targa”, chiamò la mia assicurazione e mando una mail con la spiegazione dettagliata del sinistro. Aimè dopo due mesi mi arriva la raccomandata a casa la quale dice che la targa del veicolo è un’altra e che non c’è stata da parte mia la segnalazione del sinistro. Cosa posso fare? Grazie

    Rispondi
  27. Avatar
    paolo agosto 18, 2016

    Salve sono stato tamponato e il comducente non ha voluto fare il CID ho chiamato anche 113 che mi hanno invitato ad andar via e segnalare tutto alla mia assicurazione (fatto).
    Possibile possa farla franca? Diceva che io avevo inchiodato apposta!! Assurdo!! Grazie

    Rispondi
  28. Avatar
    yuchun settembre 09, 2016

    informo una cosa, il giorno 09/09/2016 ho tamponato una macchina. il fatto e’ cosi, prqticamente stavo uscendo da una viale per poter entrare alla corsia normale, solo che a un certo momento ce un signore con la carozzina non riusciva a passare d avanti e percio ho fatto la retromarcia, ma! non ho guardato dietro e quindi ho tamponato antiurto anteriore di un altro, ma dopo sciamo scesi dalla macchina abbiamo controllato tutto ,non abbiamo visto niente di grave, pero’ lui mi aveva comunque chiesto i miei dati, e successivamente siamo andati via, quindi informo mi potrebbe succedere qualcosa? se questo mi chiamera dopo qualche giorni dalla data di questo tamponamento, perche’ alla sua macchina non si epresente niente, perche’ ho fatto la retromarcia lentissima. ( alla fine ho fatto la fato della sua macchina)

    Rispondi
  29. Avatar
    Aniello Sorrentino ottobre 29, 2016

    Salve a tutti, qualcuno può aiutarmi a capire la dinamica del mio tamponamento?
    Mi spiego meglio:
    Mi trovavo prima dell’uscita Caserta sud sull’autostrada di tre corsie quando a un tratto metto la freccia a sinistra per mettermi sull’ultima corsia quella piu veloce quando all’improvviso vedo davanti me /sulla corsia di sorpasso/ alcune macchine ferme senza luci di posizione accese, ne le quattro frecce di emergenza, ne luci di stop funzionanti.
    In pratica era già l’inizio di un tamponamento di tre auto + la mia quarta auto perchè non sono riuscito a fermarmi in tempo in quanto secondo me loro non avendo nessun indicazione / luci, stop emergenza/ che mi abbia dato un spunto per capire se erano fermi o in movimenti ho girato bruscamente per evitare che tutta la parte davanti venisse schiacciata completamente ma lo stesso l’ho tamponata leggermente sul lato posteriore sinistro.
    E per di più la prima auto che ha causato il tamponamento è scappata via e siamo rimasti solo tre, ed io sono l’ultimo della catena di tamponamento. In più altre due erano con assicurazione scaduta da almeno 3 mesi.
    Volevo il vostro parere.
    E vero che bisogna mantenere la distanza di sicurezza e credo di averla mantenuta anche più di quella minima.
    Chi è il vero colpevole in questo caso? Ho qualche diritto anche io di rivolgermi a chiedere danni della mia auto a quello che stava davanti me?
    E poi, quello davanti me ha diritto di richiedere il pagamento di danni anche se era lui che rappresentava il pericolo sulla strada non avendo nessun faro acceso, indicatore, luci di emergenza e molto probabile anche con cellulare in mano?

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*