Decurtazione punti patente: la tabella delle penalità

Come ben sai, ad ogni infrazione corrisponde una decurtazione dei punti patente. Ecco la tabella delle penalità che vanno a ridurre il tuo saldo punti patente.

decurtazione punti patente

Il 2003 è stato l’anno che ha visto nascere la patente a punti, una novità pensata per dissuadere anche i più irriducibili dal commettere violazioni del codice della strada. La sanzione della decurtazione dei punti, infatti, si accompagna e si somma alla multa, unendo una punizione immediata (il pagamento della sanzione) ad una pena più “a lungo termine”. Difatti, poiché ognuno di noi è stato dotato all’inizio di 20 punti sulla patente, la perdita di un paio di essi non crea subito disagio. Ma, in caso di violazioni ripetute nel tempo, le conseguenze negative possono essere molteplici e ben più fastidiose di un piccolo salasso economico.

Può capitare di commettere o credere di aver commesso qualche infrazione e, nell’attesa della temuta comunicazione da parte dell’autorità, il dubbio più fastidioso è: quanti punti della patente potrei aver perso? Nella tabella che segue trovi ogni risposta.

Conoscere il numero dei punti sulla patente

Ogni cittadino può controllare in tempo reale lo stato della propria patente, servendosi del portale dell’automobilista, presso l’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. Il portale, a cui sarà possibile accedere previa registrazione, fornisce l’estratto conto punti che può essere monitorato anche attraverso iPatente l’applicazione ufficiale della Motorizzazione Civile. In caso non disponi di un collegamento Internet, puoi conoscere le vostra situazione punti patente chiamando al numero 848.782.782. Attenzione però, non è un numero verde e la telefonata ha un costo che varia secondo la tariffa urbana del gestore che si utilizza. In entrambi i casi, è possibile conoscere il numero dei propri punti della patente.

Attribuzione dei punti patente

All’atto del rilascio della patente di guida, il “saldo punti” per ogni nuovo patentato è di 20. Nel caso in cui il titolare della patente non sia stato soggetto a nessuna decurtazione, per almeno due anni, è previsto l’accredito di 2 punti fino al raggiungimento della soglia massima di 30 punti. Dal 2010 in caso i nuovi patentati non subiscano decurtazioni di punti, si vedranno accreditati n.1 punto ogni anno per un massimo di tre.

Come si perdono i punti patente

Basta davvero poco tempo e qualche “distrazione” per ritrovarsi da 20 punti patente a 0. Il punteggio di ogni automobilista subisce una riduzione per ogni notifica di contravvenzione che prevede una decurtazione di punti. In ogni notifica è riportata la quantità di punti sottratti e l’automobilista riceve al proprio domicilio una comunicazione per l’avvenuta decurtazione.

In caso di più violazioni contemporanee, per le quali è prevista la decurtazione dei punti ma non la sospensione o la revoca della patente, verranno sottratti al massimo 15 punti patente. Di seguito, in modalità decrescente, le infrazioni che determinato la decurtazione di punti.

Decurtazione di 10 punti patente

Via il dente, via il dolore: parto subito dai comportamenti più gravi, che ti costringono a dare l’addio a ben 10 punti della patente in un colpo solo.

  • Superare i limiti di velocità di oltre 60 km/h (art. 142, comma 9° bis, Codice della strada);
  • Circolare contromano nelle curve, sui dossi o in condizioni di limitata visibilità o su strada divisa in carreggiate separate (art. 143, comma 12°, C.d.s.);
  • Effettuare un sorpasso in situazioni gravi e pericolose (curve, dossi, incroci etc..). Sorpasso per veicoli pesanti (> 3.5t); sorpasso di veicoli fermi ai semafori, ai passaggi a livello o incolonnati, di tram o filobus fermi; sorpasso di veicolo che sta a sua volta già sorpassando, etc. (art.148, comma 16° terzo periodo, C.d.s.);
  • Trasporto di materie pericolose senza autorizzazione o in violazione delle prescrizioni (art. 168, comma 8°, C.d.s.);
  • Trasporto di materie pericolose senza osservare le prescrizioni ministeriali relative ad idoneità tecnica e dispositivi di equipaggiamento dei veicoli (art. 168, comma 9°, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 20% del periodo minimo di riposo giornaliero e del limite giornaliero dei tempi di guida per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 6°, C.d.s.);
  • Fare inversione di marcia in autostrada o sulle strade extraurbane principali o procedervi in contromano (art. 176, comma 19°, C.d.s.);
  • Effettuare retromarcia in autostrada (art. 176, comma 20° con riferimento al comma 1°, lett. b, C.d.s.);
  • Circolare in autostrada o sulle strade extraurbane principali sulle corsie di emergenza e d’immissione ed uscita fuori dai casi previsti (art. 176, comma 20° con rif. comma 1° lett c) e d), C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 20% del periodo minimo di riposo giornaliero e del limite giornaliero dei tempi di guida per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 6°, C.d.s.);
  • Veicolo sprovvisto di cronotachigrafo o limitatore di velocità (art. 179, commi 2° e 2° bis, C.d.s.);
  • Guidare in stato di ebbrezza (art. 186, comma 2° e 7°, C.d.s.);
  • Guida in condizioni di alterazione fisica e psichica correlata a sostanze stupefacenti (art. 187, comma 7° e 8°, C.d.s.);
  • Darsi alla fuga in incidente con gravi danni ai veicoli causato dal proprio comportamento (art. 189, comma 5° secondo periodo, C.d.s.);
  • Darsi alla fuga in incidente con lesioni a persone causato dal proprio comportamento (art. 189, comma 6°, C.d.s.);
  • Forzare un posto di blocco, dove il fatto non costituisca reato (art. 192 comma 7°, C.d.s.).

Decurtazione di 8 punti patente

  • Mancato rispetto della distanza di sicurezza che abbia causato un incidente con lesioni gravi (art. 149, comma 6°, C.d.s.);
  • Comportamento irregolare o pericoloso nei passaggi ingombrati e nelle strade di montagna che abbia causato gravi lesioni a persone (art. 150, con riferimento all’art. 149 comma 6°, C.d.s.);
  • Fare inversione di marcia in prossimità o in corrispondenza degli incroci, delle curve o dei dossi (art. 154, comma 7°, C.d.s.);
  • Violare l’obbligo di precedenza ai pedoni (art. 191, comma 1°, C.d.s.);
  • Violazione dell’obbligo di consentire al pedone in stato di invalidità o a bambini e anziani l’attraversamento di una strada (art. 191, comma 3°, C.d.s.).

Decurtazione di 6 punti patente

  • Mancata osservanza dello stop (art. 145, comma 5°, C.d.s.);
  • Passaggio con semaforo rosso o agente del traffico (art. 146, comma 3°, C.d.s.);
  • Violare gli obblighi di comportamento ai passaggi a livello (art. 147, comma 5°, C.d.s.);
  • Superare i limiti di velocità di oltre 40 km/h, ma non di oltre 60 km/h (art. 142, comma 9°, C.d.s.).

Decurtazione di 5 punti patente

    • Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione (art. 141, comma 8°, C.d.s.);
    • Violare gli obblighi relativi alla precedenza (art. 145, comma 10°, C.d.s.);
    • Mancato rispetto delle regole di sorpasso (art. 148, comma 15° con rif. al 3° comma, C.d.s.);
    • Non osservare le distanze di sicurezza con conseguente collisione e gravi danni ai veicoli (art. 149, comma 5°, secondo periodo, C.d.s.);
    • Comportamento irregolare o pericoloso nei passaggi ingombrati e nelle strade di montagna causando gravi danni a veicoli (art. 150, comma 5° con riferimento all’art. 149 comma 5°, C.d.s.);
    • Condurre un motociclo o una motocarrozzetta senza casco, con casco irregolare o non allacciato, ovvero trasportare altro passeggero in tali condizioni (art. 171, comma 2°, C.d.s.);
    • Mancato allacciamento delle cinture del conducente e/o del trasportato minorenne o mancato uso dei seggiolini per bambini (art. 172 comma 8°, C.d.s.);
    • Alterare il corretto uso delle cinture (art. 172, comma 9°, C.d.s.);
    • Usare cuffie o apparecchi radiotelefoni durante la guida e mancato utilizzo delle lenti se prescritte (art. 173, comma 3°, C.d.s.);
    • Mancato rispetto di oltre il 10% del periodo minimo di riposo giornaliero per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 5°, C.d.s.);
    • Mancato rispetto di oltre il 20% del periodo minimo di riposo giornaliero per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 7° terzo periodo per tempi di riposo, C.d.s.);
    • Mancato rispetto di oltre il 10% del periodo minimo di riposo giornaliero per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 5° per tempi di riposo, C.d.s.);
    • Mancato rispetto di oltre il 20% del periodo minimo di riposo giornaliero per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 7° terzo periodo per tempi di riposo, C.d.s.);
    • Circolare con tasso alcolemico accertato superiore a 0 e non superiore a 0,5 gl per conducenti di meno di 21 anni, neo patentati cat. B, per trasporti professionali di persone e di cose, di veicoli maggiori di 3,5t, di veicoli con rimorchio con MCPC maggiore di 3,5, di autobus, di autoarticolati, di autosnodati (art. 186 bis, comma 2°, C.d.s.).

Decurtazione di 4 punti patente

  • Circolare contromano (non in curva) (art. 143, comma 11°, C.d.s.);
  • Omettere di occupare la corsia più libera a destra, sulle strade con carreggiata a due o più corsie (art. 143, comma 13° con riferimento al 5°, C.d.s.);
  • Caduta o spargimento sulla carreggiata di materie viscide ed infiammabili o che potrebbero causare pericolo (art. 161, comma 2°, C.d.s);
  • Trasportare cose con eccedenza di carico superiore a 3 t., o superiore al 30% della massa complessiva per i veicoli fino a 10 t. (art. 167, commi 2°, 3°, 5° e 6°, lett. d), C.d.s.);
  • Trasportare merci pericolose con eccedenza di carico rispetto al limite consentito (art. 168, comma 7°, C.d.s.);
  • Trasportare persone in sovrannumero sui veicoli adibiti abusivamente a taxi o a noleggio (art. 169, comma 8°, C.d.s.);
  • Circolare in autostrada con veicolo avente carico disordinato, non saldamente assicurato ovvero con carico suscettibile di dispersione perché non coperto adeguatamente (art. 175, comma 13°, C.d.s.);
  • Non fermarsi in incidente con soli danni a cose causato dal proprio comportamento (art. 189, comma 5° primo periodo, C.d.s.);
  • Violazione dell’obbligo di consentire al pedone attraversamento di una strada sprovvista di strisce pedonali (art. 191, comma 2°, C.d.s.);

Decurtazione di 3 punti patente

  • Mancato accertamento delle condizioni per effettuare il sorpasso (art. 148, comma 15° con riferimento al comma 2°, C.d.s.);
  • Non osservare le distanze di sicurezza nei confronti di determinate categorie di veicoli, non osservare la distanza di sicurezza con conseguente collisione con soli danni a cose (art. 149, comma 4°, C.d.s.);
  • Far uso dei fari abbaglianti in condizioni vietate (art. 153, comma 10°, C.d.s.);
  • Non osservare le prescrizioni di sistemazione e segnalamento di carico sul veicolo e omettere le cautele nel trasporto di carichi sporgenti (art. 164, comma 8°, C.d.s.);
  • Trasportare cose con eccedenze di carico non superiori a 3 t., o al 30% della massa a pieno carico per veicoli sino a 10 t. (art. 167, commi 2°, 3°, 5° e 6° , lett. c), C.d.s.);
  • Circolare con autocarri adibiti a trasporto di veicoli, di animali, di container, macchine agricole o operatrici e balle di paglia e fieno con eccedenze consentite in altezza sulle strade larghe meno di 6,50 mt. ovvero aventi opere di sottovia con franco libero superiore a 20 cm. (art. 167, comma 7°, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 10% del periodo minimo di riposo settimanale per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 7° secondo periodo, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 10% del periodo minimo di riposo settimanale per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 7° secondo periodo, C.d.s.);
  • Mancato rispetto degli obblighi verso funzionari, ufficiali e agenti (art. 192 comma 6°, C.d.s.).

Decurtazione di 2 punti patente

  • Mancato rispetto della segnaletica, ad eccezione dei segnali di divieto di sosta e di fermata (art. 146, comma 2°, C.d.s.);
  • Sorpasso a sinistra di un tram in fermata in sede stradale non riservata (art. 148, comma 15° con rif. ai comma 8°, C.d.s.);
  • Effettuare cambiamenti di direzione o di corsia per inversione di marcia o svolte senza osservare le prescrizioni imposte (art. 154, comma 8°, C.d.s.);
  • Sosta nelle corsie riservate al transito degli autobus o veicoli su rotaia; sosta o fermata negli spazi riservati a veicoli per persone invalide o in corrispondenza di rampe, scivoli o corridoi di transito; sosta negli spazi riservati alla fermata degli autobus o dei taxi (art. 158, comma 2 lettere d), g), h), C.d.s.);
  • Omettere di liberare la carreggiata o di segnalare ingombri provocati dal proprio veicolo (art 161, comma 1° e 3°, C.d.s.);
  • Omettere di segnalare il veicolo fermo sulla carreggiata, fuori dei centri abitati con l’apposito segnale di triangolo; non utilizzare i dispositivi di protezione rifrangenti individuali (art. 162, comma 5°, C.d.s.);
  • Trainare veicoli in avaria senza adeguata segnalazione o violando le altre prescrizioni (art. 165, comma 3, C.d.s.);
  • Trasportare cose in eccedenza di peso non superiore a 2 t. o al 20% della massa per veicoli sino a 10 t. (art. 167, commi 2°, 3°, 5° e 6° , lett. b), C.d.s.);
  • Trasporto di materie pericolose senza osservare le prescrizioni ministeriali per la tutela dei conducenti o dell’equipaggio e la adeguata compilazione dei documenti di trasporto e delle istruzioni di sicurezza (art. 168, comma 9 bis, C.d.s.);
  • Trasportare persone in sovrannumero sulle autovetture (art. 169, comma 9°, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 10% il limite giornaliero massimo dei periodi di guida per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 5° per tempi di guida, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 20% il limite settimanale massimo dei periodi di guida per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 7° per tempi di guida, C.d.s.);
  • Mancato rispetto delle disposizioni relative alle interruzioni di guida per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 8°, C.d.s.);
  • Trainare veicoli, che non siano rimorchi, sulle carreggiate, sulle rampe, sugli svincoli, sulle aree di parcheggio di servizio e su ogni altra pertinenza delle autostrade (art. 175, comma 14° con riferimento al comma 7°, lett. a), C.d.s.);
  • Violare le prescrizioni per la circolazione sulle autostrade e sulle superstrade (strade extraurbane principali). Rientrano in questa ipotesi: lasciare in sosta i veicoli sulle autostrade o sulle aree di servizio o di parcheggio; esercitare attività di soccorso senza autorizzazione, etc. (art. 175, comma 16°, C.d.s.);
  • Violare le prescrizioni dei comportamenti durante la circolazione in autostrada o sulle superstrade. Rientrano in questa ipotesi ad esempio: non osservare l’obbligo di immettersi sulle autostrade e sulle superstrade servendosi delle apposite corsie e dando la precedenza ai veicoli circolanti sulle corsie di scorrimento; uscire dalle stesse autostrade o superstrade senza servirsi delle apposite corsie di decelerazione; cambiare corsia di marcia senza la preventiva segnalazione; in caso di arresto del traffico su tratti ove la corsia di emergenza manchi o sia occupata, non agevolare il transito di veicoli di polizia o di soccorso omettendo di portarsi il più vicino possibile alla striscia di sinistra della prima corsia; lasciare in sosta di notte il veicolo senza tenere accese le luci di posizione e quelle di emergenza; procedere affiancato ad altro veicolo in autostrada o sulle superstrade; non osservare il corretto incolonnamento per il pagamento del pedaggio (art. 176, comma 21°, C.d.s.);
  • Ostacolo alla circolazione o accodamento alla marcia dei mezzi adibiti a servizi di polizia, antincendio e autoambulanze (art. 177 comma 5°, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 10% il limite giornaliero massimo dei periodi di guida per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 5° per tempi di guida, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 20% il limite settimanale massimo dei periodi di guida per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 7° per tempi di giuda, C.d.s.);
  • Mancato rispetto delle disposizioni relative alle interruzioni di guida per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 8°, C.d.s.);
  • Non osservare gli obblighi previsti in caso di incidente, come la salvaguardia, la sicurezza della circolazione ed il mantenimento dello stato dei luoghi e delle tracce; in incidente con soli danni a cose evitare intralcio alla circolazione; fornire le proprie generalità; etc. (art. 189, comma 9°, C.d.s.):

Decurtazione di 1 punto patente

  • Non far uso dei dispositivi di illuminazione o segnalazione visiva quando è prescritto (art. 152, comma 3°, C.d.s.);
  • Uso improprio dei fari (art. 153, comma 11°, C.d.s.);
  • Trasportare cose con eccedenza di carico non superiore ad 1 t. o al 10% per veicoli fino a 10 t. (art. 167, commi 2°, 3°, 5° e 6° lett. a), C.d.s.);
  • Non avere ampia libertà di movimento nelle manovre, trasportare persone in soprannumero e trasporto irregolare di persone, animale e oggetti (art. 169, comma 10°, C.d.s.);
  • Trasportare persone in soprannumero sui veicoli a due ruote, ovvero violare le prescrizioni relative al trasporto di oggetti o trainare o farsi trainare con veicoli a due ruote (art. 170, comma 6°, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 20% il limite settimanale massimo dei periodi di guida per gli autisti di camion e autobus muniti di tachigrafo (art. 174, comma 7° primo periodo, C.d.s.);
  • Mancato rispetto di oltre il 20% il limite settimanale massimo dei periodi di guida per gli autisti di camion e autobus non necessitanti di tachigrafo (art. 178, comma 7° primo periodo, C.d.s.);
Decurtazione punti patente: la tabella delle penalitàDecurtazione punti patente: la tabella delle penalità http://bit.ly/1SR3sWI via @6sicuro

Perdita dei punti patente e conseguenze

In tutte le ipotesi viste nella tabelle sopra, per le patenti rilasciate successivamente all’1 ottobre 2003 a soggetti che non siano già titolari di altra patente di categoria B o superiore, i punti riportati, per ogni singola violazione, sono raddoppiati qualora le violazioni siano commesse entro i primi tre anni dal rilascio (i neo patentati).

Può confortare sapere che per la patente non funziona come per il termometro in inverno: se si commettono contemporaneamente tante infrazioni il numero dei punti non scende sotto zero. Anche in un caso del genere, il massimo dei punti patente che possono essere decurtati è 15.

Se i punti della patente, una infrazione dopo l’altra, arrivano effettivamente a quota zero, non c’è bisogno di andare nel panico, si può essere ragionevolmente certi che il prezioso documento non si dissolverà tra le dita. Sarà invece necessario revisionare la patente, entro il termine di 30 giorni dalla relativa comunicazione che giunge a casa.

È utile anche sapere come recuperare i punti persi e scoprire cosa accade quando vengono contestate diverse violazioni gravi in anni successivi.

Accredito dei punti patente

Così come possono essere tolti, i punti patente possono essere anche guadagnati o riguadagnati, senza particolari attività, salvo quanto richiesto in ipotesi specifiche. La legge prevede infatti che, in assenza di violazioni contestate, ogni due anni vengano accreditati 2 punti in più, fino a giungere al massimo complessivo di 30 punti.

Io ho provato l’accesso al portale on line e l’ho trovato utile: superato l’inevitabile scoglio dell’inserimento dei miei dati (un po’ faticoso, perché è ovviamente necessario inserire anche il numero della patente), ho potuto verificare la data di scadenza del mio documento e della revisione della mia auto, che mi verranno d’ora in poi ricordati via mail. Infine, essendo io alquanto ligia al codice, ho avuto la soddisfazione di veder campeggiare un bel 30 nello spazio del saldo punti patente. Anche se, da secchioncella, non ho potuto fare a meno di pensare che avrei voluto anche la lode.

Come si recuperano i punti patente?

Il 2013 ha visto l’introduzione di nuove categorie per la patente di guida, ma le modalità per recuperare i punti persi sono le stesse. Finora, nel caso di perdita di punti patente per delle infrazioni commesso, è stato difficile capire il periodo in cui si sarebbe ricominciato a guadagnare. Ora la Motorizzazione Civile e il Ministero dei trasporti sono chiamati a fare chiarezza, rendendo disponibili tutte le informazioni e le attività riguardanti la patente di guida. Informazioni necessarie ad acquisire i punti per “buona condotta”. Al soggetto che non ha completamente esaurito i punti e che per due anni consecutivi non avrà commesso infrazioni con decurtamento di punti, verranno restituiti i 20 punti originari.

Tutti i patentati possono recuperare alcuni punti persi seguendo dei corsi presso le autoscuole o soggetti autorizzati. Gli automobilisti possono recuperare al massimo 6 punti patente, frequentando un corso di 12 ore, mentre i conducenti professionali possono ottenere 9 punti, con corso di 18 ore.

Il soggetto che perde tutti i punti patente dovrà sostenere nuovamente l’esame, al superamento di questo gli verranno riassegnati i 20 punti patente.

Sara Bolzani

Avvocato civilista a Bologna, gestisco uno studio legale e un blog, entrambi con passione e parecchia ironia. Nel lavoro mi occupo soprattutto di RCA, condominio, eredità e contratti. Nel tempo libero scrivo di tutto (quello che mi capita) e di tutti (quelli che incontro).

Commenti Facebook

19 Commenti

  1. Avatar
    massimo ottobre 26, 2013

    A seguito di contestazione dalla ps mi sono stati decurtati in due verbali distinti 15 e 12 punti. Un articolo è stato ripetuto nei due verbali., da 10 punti.

    Ricorso al gdp che non sospende il provvedimento prima dell’udienza e ciò comporta la.sospensione della patente e decurtazione punti.

    Mi è arrivata ora la comunicazione che mi vengono decurtati solo 10 punti dei dei 27 contestati riferibili ad un solo verbale . È un errore e devo aspettarmi ulteriori decurtazioni oppure è tutto correttore avevo inizialmente 22 punti, ora 12.

    Grazie.

    Rispondi
  2. Avatar
    Mariel Tessandori novembre 28, 2015

    Avrei bisogno di un informazione. mi sono stati decurtati 6 punti perché superato lo top di 50 cm. 6 punti.
    vorrei sapere come si fa a sapere quanti punti avevo in precedenza visto che ho appreso dai vostri commenti che i punti possono aumentare in una patente. ho capito male?. poi quando li riacquisto?
    posso tuttavia guidare?
    aspetto risposta.
    Grazie

    Rispondi
  3. Avatar
    pellegrinelli anna agosto 29, 2016

    Ho pres una multa per eccesso velocità di 6 km.. vegono toltoi punti patente???sul verbae non è specificato..grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Sara Bolzani agosto 29, 2016

      Ciao Anna,
      no nessuna decurtazione se il limite è superato di non più di 10 km., come nel tuo caso.

      Rispondi
  4. Avatar
    mario ottobre 21, 2016

    Buona sera Dottoressa Bolzani Sara volevo chiederle gentilmente una cosa ; un mio amico dipendente di una ditta che svolge assistenza per le banche recandosi sul luogo di lavoro durante il tragitto quella mattina una pattuglia a seguito di controlli amministrativi verifica che il mezzo della ditta è sprovvisto di copertura assicurativa lui dipendente non sapendo di tutto cio chiama in sede per accertarsi della situazione del caso e avvisando il datore di lavoro, la polizia verbalizza la sanzione amministrativa del mezzo con il relativo sequestro del mezzo lui si chiede essendo conducente del mezzo temporaneamente a lui vengono decurtati punti della patente di guida?

    Rispondi
  5. Avatar
    Tiziano novembre 07, 2016

    Volevo sapere un’antologia tempo passa prima che ti arriva la lettera che ti hanno decurtati i punti. Dopo un mese che ho dati i dati di chi raffa alla guida faccio l numero verde non sono ankora tolto i punto è normale grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Sara Bolzani novembre 11, 2016

      Ciao Tiziano,
      non conosco i tempi di aggiornamento dei punti. Sei certo che la comunicazione dei dati sia arrivata a destinazione?

      Rispondi
  6. Avatar
    AnnaRita Di Bari novembre 09, 2016

    Sono di nazionalità Italiana , sono stata in Romania per vacanza e mi hanno decurtato 7 punti dalla patente (in Romania) , fra due giorni tornerò in Italia definitivamente . I punti decurtati saranno automaticamente annullati oppure rimarranno decurtati?

    Rispondi
    • Avatar
      Sara Bolzani novembre 11, 2016

      Ciao Annarita,
      in base al sistema vigente per l’Unione Europea direi di no, la sanzione ha efficacia nel paese che l’ha emanata, non dovrebbe influire sui punti della patente italiana.

      Rispondi
  7. Avatar
    Alex novembre 13, 2016

    Ho preso tre verbali per superamento della velocita di oltre 10 km/h con la sottrazione di ognuno di 3 punti, ma dopo aver pagato immediatamente una volta ricevuta la notifica per sfruttare lo sconto ,dopo oltre un anno e mezzo non ho ricevuto nessuna sottrazione di punti, continuo a controllare il saldo sul portale ma nulla, ce un termine entro il quale devono sottrarre i punti dopo l’avvenuto pagamento?

    Rispondi
  8. Avatar
    Elisa marzo 07, 2017

    salve, io ho 3 patenti
    A1 conseguita nel 2014
    B conseguita nel 2015
    A2 conseguita nel 2017
    oggi ho tamponato con la macchina leggermente (solo un paio di graffio) uscendo da un parcheggio un’altra macchina. ora mi chiedo i punti decurtati saranno 3 o 6 (il doppio) considerando che dal 2014 sono già passati i 3 anni da “neopatentato” A1

    Rispondi
  9. Avatar
    Ivan marzo 07, 2017

    Dopo quanto vengono decurtati i punti x sospensione? grazie.

    Rispondi
  10. Avatar
    Ivan marzo 07, 2017

    Dopo quanto decurtono i punti x sospensione? Grazie

    Rispondi
  11. Avatar
    Max aprile 16, 2017

    Posso sapere cosa mi succede se non fornisco i miei dati della patente per la decurtazione dei punti dicendo che non sapevo chi era alla guida bella mia auto??

    Rispondi
  12. Avatar
    Mario Terbonetti luglio 03, 2017

    Buongiorno Carissimi,

    mi chiamo Mario e chiedo il vostro aiuto per aver ricevuto una multa in Calabria l`estate scorsa.
    Ho appena ricevuto una sanzione da pagare e se ho capito bene richiedono la comunicazione dei dati del conducente.
    Sapete dirmi dove inviarli, dato che io sono residente in Germania!
    Non mi conosco bene con la legge in Italia e non voglio mettermi nei guai.
    Sarei lieto di conoscere come procedere!!

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro luglio 05, 2017

      Ciao Mario,
      Nella multa che ti è arrivata non ci sono indicazioni?

      Rispondi
  13. Avatar
    Fabio agosto 15, 2017

    Buongiorno a tutti, volevo chiedere , ieri correndo ho visto l autovelox posizionato all interno del auto dei vigili senza nessun posto di blocco, considero ugualmente fosse funzionante anche senza presenza dei vigili, temo la multa sia prossima ad arrivare ma la mia domanda sorge spontanea, rischio il ritiro della patente o solo la contravvenzione ?

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*