Vendere un’auto usata: i consigli per farlo al meglio

Vendere la propria auto usata non è una procedura semplice: bisogna capire quali documenti servono, a chi venderla, come venderla. Ecco la nostra guida.

vendere auto usata

Vendere un’auto usata non è semplice come sembra e le variabili da tenere in mente sono moltissime: vuoi puntare al concessionario o ad un privato? Che documenti sono necessari per avviare le pratiche? Fai un bel respiro e rilassati, sei nel poso giusto.

Vendere un’auto usata: per iniziare

Dopo interminabili viaggi e mitiche avventure hai deciso di separarti dalla tua amata auto. Che sia per necessità economiche o semplice voglia di cambiare non importa, vuoi sostituirla nel più breve tempo possibile. Per iniziare il tuo cammino ecco alcuni consigli per non essere impreparato:

  • Informati su quanto vale la tua auto: un passaggio necessario che ti aiuta in due modi. Nel primo ti fa capire quanto vale la tua auto realmente, il secondo è che l’acquirente non può giocare al ribasso. Sapere la valutazione della tua auto usata è il primo passo per iniziare una contrattazione;
  • Dove vendere la tua auto usata? I canali sono tanti e tutto dipende dalla fretta che hai. Se non puoi aspettare che passi troppo tempo ti puoi affidare ai servizi online che ti permettono, in pochi passaggi, di mettere un’annuncio riguardante la tua auto. Se sarà interessante stai certo di venderla in una settimana al massimo;
  • Verifica di essere in regola con i documenti: bollo, tagliando e libretto sono scaduti? Male, corri ad aggiornarli. Il tuo acquirente si sentirà sollevato a trovare tutta la documentazione auto in ordine. Meno pensieri per lui, più guadagno per te;
  • Hai trovato il compratore? Pulisci e sistema la tua auto. Si sa, anche l’occhio vuole la sua parte e, nonostante la tua auto abbia un motore perfetto, la carrozzeria ammaccata o sporca servirà solo a far abbassare il prezzo. Quindi, se ne hai la possibilità, tira a lucido il tuo mezzo prima di iniziare il processo di vendita;

La prossima domanda è scontata: vendere un’auto usata a privati o  a un concessionario?

Vendere un’auto usata al concessionario

Nel primo caso non basta andare lì, lasciare l’auto, prendere i soldi e scappare. Esistono diverse tipologia di compravendite e ognuna con le proprie caratteristiche:

Vendita e acquisto di una nuova auto: la permuta

Permuta = scambio, ciò significa che se consegni la tua auto usata, devi ricomprarne un’altra. Ovviamente il valore di quest’ultima dovrà essere superiore a quella che dai dentro. Perché? Semplice, il concessionario deve guadagnarci dalla compravendita e se ti presenti con un catorcio antiquato è difficile che lo comprino senza batter ciglio. Chi non ti fa storie sono le aziende che acquistano auto in contanti. In quel caso ti presenti, valuti, e vendi.

Vendila per me: il conto vendita

Con il conto vendita consegni la tua auto usata al concessionario e lo incarichi di venderla al posto tuo. Non devi sostenere nessun costo (solo al momento della vendita l’autosalone terrà una percentuale) e tutte le preoccupazioni di gestire l’atto sono a carico di terzi. Per attivare il conto vendita è necessario firmare l’atto di “procura a vendere” con un notaio. Durata e costo di questo contratto sono decisi in loco e variano da concessionario a concessionario.

Vendere un’auto usata ai privati

Se ti vuoi cimentare nell’arte della vendita della tua auto usata ad un privato sappi che ci sono pro e contro. I vantaggi sono sul prezzo: un privato è interessato a comprare l’auto per se stesso e, al contrario di un concessionario, ti darà la cifra che chiedi interamente (trattando sul prezzo, è ovvio). Inoltre non ti dovrai muovere per mostrare la tua auto usata: gli interessati verranno da te per concludere la vendita, non viceversa.

Gli svantaggi riguardano il tempo di contrattazione: sistemare l’auto, preparare gli annunci, fissare appuntamenti sono tutte attività che ti assorbiranno al 100% e possono durare anche mesi se non trovi l’acquirente ideale. Inoltre devi gestire completamente la parte burocratica riguardante le pratiche auto evitando potenziali truffe.

In conclusione: se devi risparmiare soldi punta a vendere la tua auto usata ai privati. Se non hai tempo da perdere e vuoi gestire meno cose possibili, affidati ad un concessionario.

I documenti per vendere la tua auto usata

Dopo attente valutazioni hai deciso di vendere la tua auto usata? Perfetto, i documenti che ti servono sono: il certificato di proprietà, la carta di circolazione e la carta di identità (o passaporto o patente). Il primo, rilasciato dall’ACI, contiene sul retro una dichiarazione unilaterale per chi vende.

La carta di circolazione è rilasciata dalla Motorizzazione Civile e contiene tutti i dati necessari per far rendere idoneo il veicolo alla circolazione. Come il certificato di proprietà, andrà consegnata all’acquirente.

Cosa fare per vendere l’auto usata?

Passiamo ora al livello pratico: per riuscire a vendere la tua auto devi obbligatoriamente redigere un atto di vendita a favore del compratore. Un contratto scritto, validato con firme autentiche, è un necessario affinché si possa stabilire, in qualsiasi momento, tutti gli atti della compravendita. Detto questo devi:

  • utilizzare il riquadro T del certificato di proprietà dichiarando, e firmando, la vendita dell’auto presso:
    • STA (lo sportello telematico dell’automobilista dell’ACI): qui la firma avviene in maniera del tutto gratuita e, inoltre, puoi già attuare il passaggio di proprietà. Se non lo fai hai 60 giorni di tempo per rimediare altrimenti l’auto resterà intestata a te, con tutte le conseguenze del caso;
    • presso il tuo Comune;
    • presso le agenzie di pratiche auto;
    • presso un notaio.

Ricorda che, per avere una firma autenticata, è necessario apporre sul certificato di proprietà la marca da bollo di 16 €. In caso di vendita ad un cittadino extracomunitario, serve una copia del permesso di soggiorno.

Vendere un'auto usata: i consigli per farlo al meglioVendere un’auto usata: i consigli per farlo al meglio http://bit.ly/1NSGUaY via @6sicuro

I costi per vendere un’auto usata

La burocrazia non è gratuita e, per vendere la tua auto, dovrai sborsare le seguenti cifre:

  • Emolumenti ACI : 27 euro;
  • Registrazione al PRA: 32 euro;
  • diritti Dtt: 9 euro;
  • aggiornamento carta di circolazione: 16 euro (come detto sopra);
  • Imposta provinciale di trascrizione: per un’auto fino a 53 Kw è 150.81 euro, oltre si calcolano 3,51 euro per ogni Kw.

Vendere un’auto usata: il momento del pagamento

Sei agli sgoccioli di questa tua vendita, ora non ti resta che gestire il pagamento. Il consiglio è quello di affidarsi sempre e solo all’assegno circolare. Rispetto a quello bancario, con l’assegno circolare hai la sicurezza che i soldi siano presenti nel conto e, inoltre, non può essere emesso “al portatore”. Dovrai riscuoterlo entro 30 giorni e deve contenere:

  • Nome e firma della banca emittente;
  • La denominazione “assegno circolare”;
  • Nome dell’acquirente;
  • Data e luogo di emissione.

A transazione finita ricorda sempre di controllare che tutto sia andato a buon fine senza lasciare nulla al caso.

Assegno circolare: evita le truffe

Anche gli assegni circolari non sono sicuri al 100%, ma ti do qualche consiglio per effettuare la vendita in sicurezza:

  • vendi l’auto nei giorni settimanali, quando le tua banca è aperta e puoi contattarla per avere informazioni sull’assegno;
  • fatti mandare, se possibile, una copia dell’assegno prima dell’appuntamento;
  • riscuoti l’assegno prima di firmare l’atto di vendita. È una pratica che ti consiglio solo se hai creato un ottimo legame con l’acquirente e vi fidiate l’uno dell’altro.

Come vendere un’auto usata online

Vendere un’auto usata su Internet è la soluzione più veloce e vantaggiosa che tu possa avere. Il bacino di utenti è pressoché infinito e puoi fare tutto comodamente da casa. Ma come si fa?

Innanzitutto bisogna selezionare i siti per annunci auto che si vuole andare ad occupare. I nomi più blasonati sono sicuramente: AutoScout24, AutoUncle, Subito.it e Kijiji. All’interno di essi, previa iscrizione, è possibile inserire un annuncio riguardante la propria auto usata e dare il via alla compravendita. Alcune accortezze faranno del tuo annuncio un’arma vincente:

  • Cura la descrizione in tutti i particolari, sii preciso e corretto. I vari siti ti mettono a disposizione vari campi da riempire con le informazioni necessarie alla vendita: nome del modello e allestimento, chilometri percorsi, accessori, revisioni effettuate, tagliandi, ecc. Ricorda: più il potenziale acquirente sa, più tu farai breccia nel suo portafoglio;
  • Carica delle belle foto. Può sembrarti inutile, ma sulle immagini basiamo tantissime nostre scelte e anche tu preferiresti una foto luminosa e dettagliata piuttosto di una sgranata e cupa;
  • Indica sempre il prezzo, senza tanti giri di parole. È quello che interessa al tuo pubblico e se non c’è l’acquirente potrebbe pensare ad una truffa;
  • Sii disponibile a far provare l’auto al tuo potenziale acquirente

Una volta messo online il tuo annuncio non tarderanno ad arrivare le prime email interessate al tuo prodotto. Presta attenzione durante questo passaggio perché potresti essere vittima di una truffa.

Vendi un’auto usata con la garanzia

Quando vendi un’auto usata non puoi applicare la Garanzia Legale e questo mette l’acquirente in una condizione sfavorevole: se il veicolo presenta dei problemi inaspettati, dovrà affrontare delle spese che non aveva messo in programma, magari rivalendosi su di te.

garanziaonline
La Garanzia per privati di Garanziaonline.it copre i principali organi meccanici, elettrici ed elettronici ed aggiunge una efficace tutela sulla vendita dell’auto appena effettuata. Scegli tra quattro diverse tipologie di garanzia quella che è più adatta alle tue esigenze e potrai effettuare il tuo acquisto con maggiore tranquillità.

Vendere un’auto usata: la tua esperienza

È arrivato il tuo turno adesso, ti è mai capitato di vendere un’auto? Come è andata? Raccontami la tua esperienza nei commenti!

Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

1 Commento

  1. Avatar
    silvia agosto 26, 2016

    bell’articolo.
    una domanda: questi costi da sostenere (registrazioni, diritti..) sono a carico del venditore?
    io stavo pensando di vendere la mia auto, ma ad un prezzo molto basso, ma se devo sostenere questi costi, non mi conviene per niente..!

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*