Pedaggio autostradale: sconto del 20% per i pendolari

Pedaggio autostradale: sconto per i pendolari

Autostrada e sconti

Con un tweet di qualche giorno fa, il primo ministro Enrico Letta aveva lanciato in rete la discussione su di un potenziale sconto per i pendolari sulle tariffe autostradali. Una sperimentazione che a partire potenzialmente da questo mese dovrebbe agevolare i soggetti che si servono dell’autostrada quotidianamente. Un’iniziativa necessaria, anche a sedare le polemiche esplose con gli aumenti “poco giustificati” dei pedaggi, ma voluta per garantire una maggiore flessibilità ai pendolari.

Sconto autostradale per i pendolari

La proposta presentata dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi è stata accolta pochi giorni fa dall’associazione delle concessionarie autostradali (Aiscat), che ha accettato di garantire ai pendolari uno sconto sulle tariffe autostradali. Una riduzione che potrebbe essere applicata anche agli autotrasportatori con cui era stato già aperto un tavolo di discussione per concordare le forme di compensazione degli aumenti. Lo sconto stabilito va ben oltre l’aumento medio delle tariffe, fissato a +3,9% ma che in alcuni sfiora il 15%, e permetterà ad alcune fasce di automobilisti di risparmiare tanti euro.

Come funzionerà lo sconto? Chi potrà usufruirne?

Gli automobilisti che percorreranno una tratta autostradale – sia in andata che al ritorno e di lunghezza massima di 50 km – almeno 20 volte al mese potranno godere di uno sconto pari al 20%. Ciò significa quindi almeno 40 viaggi singoli spalmati su cinque giorni alla settimana. Il 20% è lo sconto massimo di cui può godere ogni singolo pendolare. Tale sconto decresce in base ai viaggi, fino a un minimo di 10 percorsi andata-ritorno (e quindi un totale di 20 viaggi singoli). Il meccanismo è ancora però al tavolo delle trattative, quindi potrebbe essere confermato o completamente ribaltato.

Gli automobilisti che vorranno godere dell’agevolazione dovranno dichiarare e dimostrare i parametri obbligatori al raggiungimento della soglia minima di sconto. Per fare ciò i pendolari dovranno munirsi di un sistema Telepass Family, ma si sta valutando l’ipotesi di offrire il servizio di sconto anche per le tessere Viacard, che monitorerà frequenza e riduzione tariffaria.

Pedaggio autostradale: arriva  lo sconto per i pendolari
Pedaggio autostradale: arriva lo sconto del 20% per i pendolari http://bit.ly/1bZ85Zd @6sicuro

È già tutto pronto per la sperimentazione?

Malgrado i chiarimenti richiesti e le problematiche avanzate dall’Aiscat, il ministro Lupi ha tenuto a precisare che gli sconti verranno applicati in via sperimentale dal 20 di febbraio fino al 31 dicembre del 2015. Un periodo in cui si comprenderà, valuterà e – si spera – perfezionerà il funzionamento dell’intero processo che parte già con non poche problematiche.

Non tutte le tratte sono adeguatamente attrezzate. Molte barriere richiederebbero un aggiornamento delle tecnologie, sia software che hardware, necessarie al monitoraggio del traffico e al calcolo dello sconto per ogni singola autovettura. I gestori delle tratte chiedono tempo per analizzare i dati sul traffico annuale, necessaria a determinare l’impatto economico dovuto agli sconti, per creare un database dei veicoli che potrebbero eventualmente godere dell’agevolazione.

Intanto alcuni consigli regionali – come quello del Lazio – si stanno muovendo per verificare l’eventualità di ricorrere al Tar contro gli aumenti delle tariffe autostradali e bloccarli almeno temporaneamente.

Pedaggio autostradale: arriva  lo sconto per i pendolari
Francesco Del Franco

Social media specialist, community manager, consumatore di cultura audio-video-testuale. Vede la comunicazione in ogni prodotto, parola, gesto e gli piace osservare e scrivere di quelle accezioni sempre un po’ nascoste.

Commenti Facebook

15 Commenti

  1. Avatar
    Pietro Sole febbraio 05, 2014

    È UNA TROVATA PUBBLICITARIA DEI NOSTRI GOVERNANTI ! Se ti voglio davvero fare lo sconto, ti impongo meno vincoli! Piuttosto, dovrebbero fare tutti come me: abito a Vicenza e lavoro a Ferrara, percorrendo poco più di 100km e per la Riviera Berica e quindi TUTTE STATALI, PROVINCIALI, eccetera. Da sottolineare che la mia Punto 1.3 multijet percorre 25 KM/LT alle velocità imposte dalle strade che percorro, SEGUITEMI ! Con questo sistema, nel 2013 ho risparmiato 800,00 € di autostrada e una cifra imprecisata, ma sicuramente esagerata di gasolio, SEGUITEMI !

    Rispondi
  2. Avatar
    Omar febbraio 05, 2014

    Autostrade per l’Italia fa tanta publicita per farci viaggiare di meno facendo con una macchina in 4 persone alternandosi a vicenda, e adesso vogliono fare lo sconto dei pendolari su una tratta di 50 km questa è una trovata per pochi perché chi come me fa quasi 100 km andata e ritorno si trova fuori da questi sconti comunque concordo nella recensione precedente la mia a dire che una trovata pubblicitaria.

    Rispondi
  3. Avatar
    Nicola febbraio 05, 2014

    Ragazzi,questa è una vera setta pubblicitaria,(sete di potere)per confondere le idee agli italiani,visto che hanno perso di credibilità non sanno più dove aggrapparsi.Ma ormai crediamo che se si va alle elezioni politiche perdono in partenza,ormai Grillo gli ha smascherati.sono una banda di ladri,io li chiamo la squadra Lupin…..

    Rispondi
  4. Avatar
    lidia febbraio 06, 2014

    sono cose all’italiana per prenderci in giro,non hanno chiarezza.
    Io faccio 50 km al giorno per andare e tornare da lavoro.
    Cosa devo fare per avere lo Sconto?
    CHIAREZZA…….

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo febbraio 07, 2014

      Ciao Lidia,
      capisco cosa vuoi dire, ma in questo caso è un po’ prematura la tua richiesta. E’ solo un’idea, non è stata emanata nessuna legge in merito, quindi come è possibile darti delle informazioni su come richiedere lo sconto?

      Rispondi
  5. Avatar
    nane bunigolo febbraio 06, 2014

    per l’autostrade si faccia una tessera annuale di EURO 60 basteranno, se tagliamo in questo modo chi ci mangia sopra e mangia anche con gli autogrill

    Rispondi
  6. Avatar
    Angelo febbraio 06, 2014

    In Germania(e anche in altri paesi europei) anche il lavoratore dipendente può detrarre le spese di trasporto (carburante, autostrada, auto), entro ampi limiti ma può detrarre. O ci adeguiamo oppure, se siamo in bolletta, la smettano di prenderci in giro e diano l’esempio facendo come la massaia che non compra il vestito nuovo per sè.

    Rispondi
  7. Avatar
    Giacomo febbraio 07, 2014

    Ma perché non fanno come in Austria, o altri paesi più emancipati del nostro, degli abbonamenti a chi usa quotidianamente l’ autostrada che contemplano dei grossi sconti?

    Rispondi
  8. Avatar
    Antonio febbraio 07, 2014

    Il lupo perde il pelo ma non il vizio……
    il Ministro Lupi farebbe bene ad informarsi su cosa avviene in Europa,iproponendo al Consiglio dei Ministri i provvedimenti messi in atto dalla Germania a favore di tutti coloro che utilizzano le autostrada per lavoro e non.Ricordo cortesemente ai sig.Lupi che se oggi si trova a fare il Ministro(dopo essere fuggito dal Pdl) lo deve ai voti degli italiani che hanno dato al Pdl e non al Ncd.
    Il trasformismo politico non sempre premia.

    Rispondi
  9. Avatar
    gianni febbraio 08, 2014

    Pendolare dal 1997 tratta di 25 km sulla A24
    Costo tratta 1997 800 lire
    Oggi €. 2,90 ovvero oltre sette volte il costo iniziale.
    Il mio stipendio invece e quasi rimasto tale e negli ultimi 5 anni e bloccato .
    Non ditemi di fare strade diverse xche oltre l’autostrada ci sono solo le “mulattiere”.

    Rispondi
  10. Avatar
    Maurilio febbraio 10, 2014

    grazie onorevole ministro nuovamente grazie, io faccio un percorso di 54 km al die e non so come ringraziarla.
    Ma chi ve li suggerisce ste dritte il mago silvano?…….

    Rispondi
  11. Avatar
    Michele febbraio 11, 2014

    Bollino autostradale annuale di paesi a noi confinanti :
    Austria – 82,70 euro
    Slovenia – 110 euro

    Entrambi senza limitazioni di km percorsi o di giorni in un mese …

    Siamo alle solite… all’italiana …

    La mia tratta autostradale Trieste – Villesse (GO) per un totale di 22 km e la cifra astronomica di 2.4 euro (4,8 euro al giorno) per una A4 che è un colabrodo rattoppato da paura … scivoloso e super trafficato da TIR di tutti i tipi e di tutte le nazionalità …

    Rispondi
  12. Avatar
    Pierantonio febbraio 13, 2014

    Oggi pomeriggio ritengo chi LUPI SARÀ DIMESSO meno male, per quello che ha fatto non lo ripiangeremo certo

    Rispondi
  13. Avatar
    Maurizio Cavazzuti ottobre 02, 2016

    Come sempre nel ns sistema ad ogni “finta” agevolazione, corrisponde una vera e fruttuosa agevolazione per Banche ed Enti pubblici, parastatali o collegati.
    Purtroppo qualsiasi analisi approfondita di quanto sopra letto e di qualsiasi altra ipotesi di risparmio, cade nell’imbuto della ns GRANDE DISGRAZIA: la burocrazia.

    Rispondi
  14. Avatar
    Giuseppe Scaramella novembre 06, 2016

    Come posso avere a casa una Viacard di 25 euro???

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*