Auto a noleggio per le vacanze: ecco tutte le soluzioni

noleggio auto

Noleggio Auto

Anche quest’anno sono oltre 9 milioni gli italiani che si sposteranno per le ferie a luglio e 14 milioni che viaggeranno in agosto (fonte: dati Confesercenti-SWG). Come ogni anno, saranno molti quelli che preferiranno noleggiare un’auto per spostarsi invece di utilizzare la propria, a volte troppo piccola per un lungo viaggio, preferendo un maggior spazio di carico per i bagagli e un miglior comfort alla guida.

La formula “rent-a-car” piace molto: già lo scorso anno il 13% dei vacanzieri ha noleggiato un’automobile per le vacanze, mentre quest’anno si prevede una percentuale ancora più alta.

Perché gli italiani preferiscono noleggiare l’auto per le vacanze?

Il comportamento di noleggio può essere interpretato in una duplice chiave. Da un lato, l’auto è vista come un mezzo insostituibile e comodo per esplorare e viaggiare con maggiore libertà nello scegliere mete e tragitti, senza dover sottostare a orari di treni e mezzi pubblici.

Dall’altro, il noleggio cresce come conseguenza dell’aumento dei costi di mantenimento dell’automobile di proprietà: molti preferiscono evitare le spese per tagliandi e manutenzione utilizzando un’auto non propria. Inoltre, anche le esigenze di risparmio si fanno sentire: sono tanti quelli che hanno tagliato la seconda macchina, mantenendo solo l’auto da città.

Noleggio auto tradizionale

Di solito, il modo più conosciuto per noleggiare un’auto per le vacanze è rivolgersi ad uno dei tanti brand che offrono servizi di autonoleggio: Europcar, Hertz, Sixt, Avis per citarne alcuni.

Solitamente per noleggiare un’auto con queste compagnie è necessario avere 25 anni di età ed essere possessori di una carta di credito o debito. Alcune compagnie, in caso di noleggio per la sola Italia, permettono di utilizzare la carta di credito intestata ad una terza persona (che non viaggia), mentre se si prevede di andare all’estero questa soluzione non è possibile.

Il vantaggio di noleggiare un’auto in questo modo è che si può prelevare e lasciarla in città diverse, quindi non c’è necessità di tornare alla città di partenza. È un’ottima soluzione per viaggiare all’estero, per esempio ritirando l’auto all’aeroporto all’arrivo e riconsegnandola il giorno della partenza.

Tutti i costi sono inclusi nella tariffa tranne le spese per il carburante, che va riempito a pieno prima di riconsegnarla.

Quanto costa? Il prezzo varia in base alle compagnie di riferimento e alla tipologia di auto. Facendo un confronto per un giorno da Roma Fiumicino a Milano Malpensa (auto utilitaria, tramite autonoleggio-online.it), i prezzi si attestano così: Avis 91€, Hertz 85€, Firefly 57€, Enterprise 70€. Tendenzialmente, diciamo che per questo tipo di auto il range è 75-85 € al giorno e in ogni caso dipendente anche dal periodo e dalle disponibilità.

Tutti i modi per noleggiare un'auto per le vacanze

Tutti i modi per noleggiare un’auto per le vacanze http://bit.ly/U9ct5p @6sicuro

Noleggiare l’auto per le vacanze con un’app

Chi segue le vicende intorno al mondo del web conosce benissimo della vicenda Uber, l’app che ha fatto infuriare tutti i tassisti perché permette di prenotare un servizio taxi da privato a privato. Qualche settimana fa, l’Antitrust italiana ha messo alla pari i due tipi di servizi, aprendo le porte a un nuovo modo di vivere una vacanza: spostarsi grazie al noleggio auto con Uber.

Come funziona? Basta scaricare sullo smartphone l’app in questione e collegarvi i dati della carta di credito. Una volta localizzato il luogo di interesse, l’app da indicazione delle auto disponibili. L’auto è guidata da un autista privato. Il vantaggio è che è possibile sapere in anticipo quanto costerà la corsa: una volta accettata, parte la chiamata e l’auto arriva a destinazione. Il costo della corsa sarà addebitato dopo il viaggio automaticamente sulla carta di credito.

Quanto costa? In media, i prezzi sono del 20% più alti rispetto ad un taxi normale. Può essere una soluzione conveniente solo per tragitti parziali o necessità dell’ultimo minuto.

Condividere un’auto per le ferie con il car sharing

Un altro modo per risparmiare senza rinunciare all’auto è quella di utilizzare servizi di condivisione auto, come ad esempio il circuito BlaBlaCar. Il car sharing è molto semplice: chi ha posti liberi in auto li mette a disposizione di altri utenti in cerca di passaggio. Quindi chi vuole spostarsi può prenotare tra i vari tragitti che trova nel sito. Una volta individuata l’offerta più adatta, il passeggero contatta il conducente e prenota il suo posto.
 I passeggeri sono sempre diversi e chi viaggia contribuisce alle spese pagando una quota: il pagamento avviene in contanti al momento dell’incontro.

Questa soluzione può essere utile per chi vuole dividere i posti in auto e il tragitto con altre persone, abbassando i costi di trasporto, ma soprattutto conoscendo gente nuova (il bello del car sharing è anche il “lato sociale”). Inoltre, è una buona soluzione per chi vuole fare un viaggio itinerante, magari poco rigido, affidandosi ai passaggi che trova nei vari portali di car sharing.

Quali sono i costi? Tendenzialmente sono molto più bassi e può risparmiare fino alla metà rispetto ad un viaggio in solitaria. Ad esempio, da Roma a Milano la tariffa media in car sharing è di circa 30€.

E voi, come andrete in vacanza questa estate? Con quali mezzi e tecnologie avete deciso di spostarvi? Raccontatecelo qui sotto!

Simone Moriconi

Profondo conoscitore del web e Blogger/Editor per diverse realtà editoriali, Simone Moriconi si occupa di marketing, e-commerce e comunicazione (online e offline), offrendo i suoi servizi di consulenza ad aziende, organizzazioni e persone

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*