Intestazione auto a mia insaputa: cosa fare?

Intestazione auto a mia insaputa: cosa fare?

Cosa fare se ci si accorge di essere intestatari di un’auto senza esserne a conoscenza? Come ci si deve comportare?
Sembra una battuta, ma in realtà si tratta di una vera e propria truffa che può essere stata già avviata alle nostre spalle!

Sono moltissimi in Italia i veicoli intestati a prestanome, persone decedute, nomadi e addirittura a persone inconsapevoli di esserne i proprietari. Il fenomeno delle intestazioni fittizie nel Belpaese sembra aver raggiunto proporzioni allarmanti tanto che è stato necessario normarlo.

L’art. 94-bis del Codice della Strada, introdotto dalla Legge n.  120/2010 comma 3 prevede che i veicoli per i quali sia stato accertata in via definitiva la loro intestazione fittizia,  secondo quanto previsto dal comma 1 del medesimo articolo, siano cancellati d’ufficio dall’Archivio Nazionale Veicoli e dal Pubblico Registro Automobilistico (Pra), su richiesta  degli organi di polizia stradale.

Pertanto, qualora l’intestatario dei documenti di circolazione del veicolo (carta di circolazione, certificato di proprietà, certificato di circolazione) risulti ignaro dell’intestazione a suo nome è necessario che comunichi all’ufficio provinciale dell’Aci e alla Motorizzazione Civile la cancellazione d’ufficio dl veicolo. La richiesta deve accertare in maniera “incontrovertibile” la sussistenza di una intestazione fittizia.

Qualora l’intestazione fittizia del veicolo sia avvenuta attraverso false dichiarazioni o mediante l’utilizzo di documentazione falsa è necessario procedere alla denuncia penale.

Intestazione auto a mia insaputa: cosa fare?

Intestazione auto a mia insaputa: cosa fare? http://bit.ly/Zc6LmB via @6sicuro

Sanzioni

In sostanza chiunque richieda o abbia ottenuto il rilascio dei documenti in violazione art. 94-bis è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500 a euro 2.000. La sanzione si applica anche a chi abbia la materiale disponibilità del veicolo al quale si riferisce l’operazione, nonché al soggetto proprietario dissimulato.

Il veicolo, in relazione al quale sono rilasciati i documenti, è soggetto alla cancellazione d’ufficio dal Pra.

In caso di circolazione dopo la cancellazione, è prevista una sanzione amministrativa da euro 389 a euro 1.559 e la confisca del veicolo. La cancellazione è disposta su richiesta degli organi di polizia stradale che abbiano accertato le violazioni, dopo che l’accertamento è divenuto definitivo.

Giada Marangone

Giornalista e blogger, collabora con alcune testate e magazine nazionali e si occupa di comunicazione on e off line e marketing per Enti, imprese ed associazioni. Possiede una consolidata esperienza nella direzione marketing e comunicazione di affermate realtà del panorama italiano ed internazionale. È stata referente per la Provincia di Udine dei redazionali e del sito internet del Servizio Lavoro, Collocamento e Formazione.

Commenti Facebook

4 Commenti

  1. Avatar
    Giuseppe Ferrero settembre 25, 2014

    Ma come si fa a controllare quante e quali auto una persona ha intestate al proprio nome?

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo settembre 25, 2014

      Ciao Giuseppe,
      ti puoi iscrivere su ilportaledellautomobilista.it in cui potrai visualizzare tutte le auto a te intestate oppure andare al PRA e fare una visura

      Rispondi
  2. Avatar
    eligio martelli ottobre 15, 2014

    Bravo Salvatore tienici aggiornati!

    Rispondi
  3. Avatar
    Mario settembre 15, 2015

    Ciao a tutti… A dicembre del 2014 mi è stato comunicato da parte della p.s. L’avvento sequestro di uno scooter a me intestatari (senza assicurazione) ma sfortunatamente io non ho mai visto/acquistato questo scooter, subito dopo ho sporto denuncia contro ignoti alla questura ma dopo 6 mesi mi è stato comunicato che la mia denuncia è staat ritenuta “falsa”. Ora come procedo come posso dimostrare di essere vittima di una truffa e di non aver mai acquistato lo scooter in questione? Grazie a tutti

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*