La Ford Mustang sbarca in Italia

ford-mustang_italia

Alcune storie impiegano millenni per assurgere a “mito”. Alla Ford Mustang, invece, sono bastati cinquant’anni. Quelli festeggiati nel 2014 in tutto il mondo, compresa l’Italia, dove è attivo dal 2007 il Mustang Club of Italy, riconosciuto ufficialmente dalla casa madre americana; e mentre gli appassionati si ritrovavano a sfoggiare e/o ammirare i propri gioielli rombanti, dal Michigan arrivava per loro il regalo più bello che potessero immaginarsi: la notizia che, dall’anno successivo, non avrebbero più dovuto passare attraverso i canali d’importazione per procurarsene di nuovi, perché lo storico modello sarebbe finalmente stato immesso sul mercato europeo.

Ford Mustang in Italia: quando e quanto

Che cifra dovranno sborsare gli innamorati per il loro oggetto del desiderio? I prezzi partiranno da 36mila euro per il modello base (Fastback 2.3 ecoboost 314 cv), passando per i 41mila della Fastback 5.0 V8, i 40mila della Convertible ecoboost e i 45mila dell’omologa con motore 5.0 V8. Duemila euro in più su ciascun modello per il cambio automatico. Il nuovo cavallo selvaggio è stato presentato nel 2014 negli USA, nientemeno che in cima agli 86 piani dell’Empire State Building di New York; per trasportare l’auto nei piccoli ascensori del grattacielo, è stato necessario segarla in sei parti e poi rimontarla. La casa dell’ovale blu ha dimostrato di conoscere bene gli europei aprendo invece le ordinazioni in occasioni della scorsa finale di Champions League. Dal 21 gennaio si sono aperte le prenotazioni in Italia, non in tutte le concessionarie ma solo nei Ford Store, quelle di alta gamma (una ventina sul territorio nazionale). Il 4 maggio è il gran giorno: la nuova Mustang corre su una strada europea, quella di Monaco di Baviera dove effettua i test drive; nella seconda metà di giugno incontrerà gli automobilisti e i media, e da luglio dovrebbe essere pronta per essere cavalcata (come per le prestazioni, da Ford trapela poco di certo anche sulle date). Ci sarà ancora da aspettare, ma in fondo si attende da mezzo secolo; si può prendere esempio, volendo, da Lynda Alsip, una donna californiana che recentemente ha ritrovato l’adorata Mustang che le avevano rubato nel 1984: non aveva mai smesso di cercarla…

Ford Mustang in Italia
A luglio finalmente la Mustang sbarcherà in Europa e in Italia http://bit.ly/1Jo8oyl @6sicuro

Cavalli

Ford non ha certo preso senza una ragione la grande decisione di varcare l’oceano: conosceva l’innamoramento nostrano per il suo cavallo selvaggio. L’ha potuto notare direttamente sul proprio sito: in appena un mese, il car configurator della Mustang ha raccolto oltre 500mila visite dall’Europa, numeri senza precedenti. L’ha visto confermare da Autoscout24.com, portale europeo dell’auto usata, in un grande sondaggio fra i cittadini del vecchio continente che hanno eletto la Mustang come “classica” più desiderata d’Europa. Il cavallo dà alla Mustang il nome; il cavallo definisce perfino la tipologia di auto cui appartiene, le pony car, inventata per lei (vi appartengono poi varie Pontiac, Dodge, Chevrolet e pure Alfa Romeo). E i cavalli di certo non mancano nei motori delle nuove uscite, da 314 a 418 a seconda del modello. Andiamo a vederli più da vicino.

Modelli

Quella che sbarcherà nei nostri autosaloni sarà la sesta serie Mustang; rispetto a quella mandata in pensione (la quinta, prodotta a partire dal 2005), si presenta leggermente più compatta, proprio perché pensata per un mercato internazionale e non esclusivamente americano. “Ha l’aspetto di un felino che sta per balzare”, secondo il capoprogetto Dave Pericack. I modelli sono di fatto due: Fastback e Convertible, nomi storici. La novità concepita per le esigenze europee è il motore ecoboost a quattro cilindri (2.3 litri, 314 cavalli); l’altro invece è un V8 da 5 litri e 418 cv. Il cambio, a sei marce, può essere automatico o manuale. I componenti ad alta resistenza permettono di reggere forti stress meccanici; le prestazioni, specie per l’ecoboost, si annunciano (Ford sta mantenendo il massimo riserbo sui dati ufficiali) adatte anche ai ritmi che le nostre strade spesso impongono, ma senza perdere nulla in potenza e aggressività. La curva di coppia, ampia, affidabile e lineare, viene considerata uno dei maggiori punti di forza di queste ultime nate.

Optional e non solo

Di serie, le nuove Mustang montano il Performance pack che comprende cerchi in lega da 19” e freni maggiorati, ma anche interni in pelle, sensori di luce e pioggia, fari a led, telecamera posteriore, climatizzazione ambiente e sedili, e un sistema tecnologicamente avanzatissimo di comandi vocali, connettività e touch screen. Ma le possibilità sono molte: con il Mustang pack, per esempio, ecco il navigatore satellitare, mentre i cerchi in lega di cui sopra possono presentare un design personalizzato. E poi, un piccolo grande piacere per chi guida: il servosterzo elettrico progressivo, con la sensibilità del volante regolabile in qualsiasi momento. I colori disponibili sono 10, fra cui sgargianti giallo e arancione, ma gli italiani – in preordine – preferiscono il nero. Resterà “confinata” in America, invece, la Mustang più estrema: la Shelby GT350R, che monta il motore V8 più potente mai prodotto da Ford, un modello alleggerito di 60 kg per aumentarne la velocità massima. Per ottenere ciò, oltre a optional come il condizionatore, è stato tolto un po’ di tutto dal suo interno; compresi…i sedili posteriori.

Alessandro Salvatico

Giornalista, amante dello sport rigorosamente guardato e non praticato. Scrivo articoli su carta di quotidiano, di periodico o di libro, ma soprattutto sul web, dove pratico il mio mestiere dal 2007, dirigendo diverse testate. Metto il mio faccione in tv e cerco di parlare solo di ciò che conosco, dedicando il massimo dei miei sforzi all'ascolto.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*