Bollo auto: domande frequenti

Bollo auto: domande frequenti

Recentemente sono state introdotte alcune novità sul bollo auto e, in generale, molti si pongono ancora molte domande al riguardo. Con questo post cercheremo di dar risposta a tutti i dubbi sull’argomento. Se hai altre domande, scrivici tra i commenti: cercheremo di darti risposta nel più breve tempo possibile!

Cos’è il bollo auto?

Il bollo auto è un tributo locale a favore della regione di residenza, che grava sul possesso di autoveicoli e motoveicoli.

Il bollo auto è una tassa sulla circolazione dei veicoli?

No, non lo è; una tassa sulla proprietà.

Il bollo auto non deve essere pagato in quanto illegale in Europa?

Questa informazione è una bufala: il bollo auto non deve essere pagato, perché è illegale in Europa e, per questo motivo, l’Italia viene multata ogni anno.
Non c’è nulla di vero ed è spiegato in questo articolo “Non pagate il bollo auto: la notizia bufala

Se il veicolo non viene utilizzato bisogna pagare il bollo?

L’articolo 7 della legge n. 9 del 23 Luglio 2009 ha fissato definitivamente la natura di tassa sul possesso (cioè basta essere intestatario di un autoveicolo per doverlo pagare); pertanto il possessore del mezzo è tenuto a pagare il bollo anche quando il veicolo non circola.

In caso di acquisto di auto nuovo, quando bisogna pagare il bollo?

Nel caso di acquisto di nuovo veicolo il bollo va pagato entro la fine del mese d’acquisto o, in caso di veicolo immatricolato negli ultimi 10 giorni del mese, il pagamento deve essere effettuato entro la fine del mese successivo.

Il bollo va pagato in caso di acquisto di un’auto a km zero?

In caso di acquisto di un veicolo a km zero, il primo bollo è a carico del concessionario che ha immatricolato la vettura.

Se il veicolo è cointestato a chi spetta pagare il bollo?

Nel caso di veicolo cointestato i proprietari vengono considerati responsabili “in solido”. Questo comporta che il pagamento del bollo può essere pagato da uno dei soggetti per intero indipendentemente dall’utilizzo o meno del veicolo. Per approfondimenti clicca qui.

Come si calcola il bollo auto?

Il calcolo varia a seconda della potenza del veicolo e della regione di residenza. Per individuare l’importo corretto da pagare è possibile utilizzare il servizio online gratuito messo a disposizione dall’ACI oppure dall’Agenzia delle Entrate (quest’ultimo .è disponibile solo dal lunedì alla domenica dalle ore 7.00 alle ore 24.00 e non è consentito per i residenti della provincia autonoma di Bolzano). Per procedere all’identificazione dell’importo sarà sufficiente inserire i dati della propria vettura come, ad esempio, numero di targa e regione di residenza.

Dove si paga il bollo auto?

Si può pagare il bollo presso: Uffici Postali e BancoPostaOnline, Tabaccai Lottomatica, ACI e Agenzie Pratiche Auto (anche via web con Bollonet), Internet Banking e Bancomat (ATM).

Posso pagare il bollo in un’altra provincia o addirittura in un’altra regione?

Sì, purché si sia accertato che sia una sede autorizzata al pagamento (delegazioni Aci, alcune agenzie di pratiche auto, tabaccai, uffici postali, alcuni sportelli bancari convenzionati con le diverse regioni). In alcune regioni e province è possibile effettuare il pagamento online tramite il servizio Bollonet.

Se non si paga il bollo in tempo sono previste sanzioni?

Sì, il pagamento del Bollo auto in ritardo comporta versare oltre all’importo della tassa, la sanzione e gli interessi maturati in base ai giorni di ritardo. Il contribuente per non ricevere l’avviso di accertamento di violazione per il mancato pagamento del Bollo auto può ricorrere al cosiddetto ravvedimento operoso (sanzione ridotta).

Se il versamento viene regolarizzato:

  • entro 14 giorni dalla scadenza: è prevista per ogni giorno di ritardo una sanzione dello0,2%, a cui vanno aggiunti gli interessi legali giornalieri, la cui percentuale annua è pari al 1%;
  • entro i 30 giorni successivi dalla scadenza: sanzione del 3% in più per ogni giorno diritardo a cui vanno sommati gli interessi giornalieri calcolati sugli effettivi giorni di ritardo, pari all’1% annuo;
  • se il ritardo è superiore ai 30 giorni ma inferiore ad un anno dalla scadenza, la sanzionepassa a 3,75% della tassa originaria a cui vanno sommati gli interessi giornalieri calcolati sugli effettivi giorni di ritardo, pari all’1%;
  • se il ritardo è superiore a un anno dalla scadenza, la sanzione è pari al 30%dell’importo originario, più gli interessi dovuti per ogni semestre maturato di ritardo.

In caso di decesso del proprietario su chi ricade l’onere del pagamento del bollo auto?

Se il proprietario dell’ auto è deceduto l’onere del pagamento del bollo ricade sugli eredi. Scopri cosa avviene se gli eredi sono più di uno.

Bollo auto:  domande frequenti

Bollo auto: domande frequenti http://bit.ly/19ro8Vt @6sicuro

Il veicolo è sottoposto a fermo amministrativo. In questo caso il bollo auto si paga?

La questione è controversa. Ma no, è sufficiente chiederne l’esenzione, in quanto durante il fermo amministrativo si ha una temporanea perdita di possesso del veicolo. Per approfondimento leggi qui.

Se l’auto è stata rubata proprio nel mese di scadenza del bollo, qual è l’iter da seguire?

È necessario effettuare immediatamente la trascrizione del furto al PRA; in tal modo si eviterà di pagare il rinnovo per l’anno successivo.

In caso di vendita del veicolo a pochi giorni dalla scadenza del pagamento del bollo, a chi spetta il pagamento?

Il pagamento del bollo spetta al proprietario del veicolo (in questi casi fa fede la data dell’atto di vendita).

Esistono esenzioni riguardanti il pagamento del bollo?

La Legge di stabilità 2015 ha introdotto un’importante novità: le auto elettriche per i primi cinque anni dall’immatricolazione godranno dell’esenzione del pagamento del bollo auto. L’esenzione è inoltre concessa ai disabili qualora siano intestatari del veicolo oppure se risultano essere “a carico dal punto di vista fiscale” del proprietario del mezzo.

Come cancellare un nome sul libretto di circolazione senza ricorrere al passaggio di proprietà?

Intanto ricordiamo che l’aggiornamento della carta di circolazione è obbligatoria nel caso in cui il veicolo in questione viene guidato per un periodo superiore ai 30 giorni da chi ha in uso l’auto (e che non siano familiari conviventi!). Si tratta di una norma presente nel Codice della Strada dal 2010, ma resa operativa e applicata ufficialmente dal 2014.

In realtà non si tratta di un passaggio di proprietà, ma di un semplice aggiornamento della carta di circolazione: ovvero l’invio, da parte della Motorizzazione, di un tagliando da applicare al libretto dell’auto, contenente le generalità della persona che utilizza effettivamente il veicolo.

La comunicazione ufficiale alla Motorizzazione deve essere fatta sia da persone fisiche che giuridiche che dispongano del veicolo (intestato ad altra persona) per un periodo superiore ai 30 giorni.

Costo dell’operazione? Variabile tra i 9 euro (per i “diritti di motorizzazione”) ai 25 (aggiungendo l’imposta di bollo).

Come fare? Bisogna presentare domanda al Ministero dei Trasporti, allegando: la dichiarazione sostitutiva di chi “presta” l’auto – specificando nome e cognome del fruitore; la fotocopia di un documento di identità del richiedente; gli attestati di versamento dei 9 euro per i diritti di  motorizzazione [c.c.p. n° 9001] e dei 16 euro per l’imposta di bollo [c.c.p. n° 4028].

Il Ministero invierà quindi un tagliando con i dati del fruitore del veicolo (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza). Allo scadere del periodo di prestito, il proprietario dell’auto può ottenere la cancellazione del tagliando richiedendo il duplicato della carta di circolazione.

E in caso di violazione della norma? Partiamo dal presupposto che non si incappa in alcuna sanzione se si utilizza il veicolo di un familiare convivente, per tutti gli altri casi occhio che è prevista una sanzione di 705 euro e il ritiro della carta di circolazione (che la Motorizzazione darà indietro solo dopo essersi messi in regola).

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

35 Commenti

  1. Avatar
    sincero48 febbraio 18, 2015

    Il bolo della moto è scaduto il 31/01 ed è stata venduta il 16/02.
    Chi deve pagare il bollo entro il 28/02, io o l’acquirente?

    Rispondi
  2. Avatar
    vittorio febbraio 18, 2015

    Desidererei sapere quale’ la normativa sulle auto d’epoca . grazie

    Rispondi
  3. Avatar
    NUNZIO LEANZA febbraio 18, 2015

    Sono residente all’estero con iscrizione aire, in Italia ho auto e scooter a me intestati ultima residenza regione sicilia, sono entrambi in garage assicurazione bloccata quindi o li svendo cosa totalmente assurda oppure devo continuare a pagare il bollo, trovo totalmente assurdo tutto ciò

    Rispondi
  4. Avatar
    nevio febbraio 18, 2015

    Ho una vespa px 150 del 1981; non è iscritta a nessun archivio storico ma al momento non circola ;
    essendo vecchia oltre i 30 anni devo pagare il bollo , e se si in che misura .
    Grazie.

    Rispondi
  5. Avatar
    Vittorio zac febbraio 18, 2015

    Auto storica con iscrizione ASI del 1992 paga il bollo?
    Grazie

    Rispondi
  6. Avatar
    gianni di roma febbraio 21, 2015

    se viene rottamata l’auto entro il mese di febbraio si deve pagare il bollo per tutto l’anno o si può pagare solo per due mesi, gennaio e febbraio.

    Rispondi
  7. Avatar
    Enrico febbraio 21, 2015

    Ma un bollo non pagato va in prescrizione dopo un pò di anni o gli interessi crescono sempre?

    Rispondi
  8. Avatar
    enzo febbraio 21, 2015

    come posso fare per pagare il bollo auto trovandomi all’estero nel periodo di scadenza.(estero europa)
    c’e’ un mezzo tramite on-line. grazie

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo febbraio 26, 2015

      Ciao Enzo,
      abbiamo risposto al punto “Dove si paga il bollo auto?”

      Rispondi
  9. Avatar
    flavio febbraio 21, 2015

    Se l’auto ha il bollo pagato per tutto l’anno e a maggio non supera il collaudo e viene demolita venendo a mancare la proprieta’ vengono restituiti i soldi per i restanti mesi fino a fine anno?

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo febbraio 26, 2015

      Ciao Flavio,
      dipende dalla tua regione

      Rispondi
  10. Avatar
    raffaele febbraio 22, 2015

    Salve, sono proprietario di una autovettura in cointestazione con mia figlia, per questione di assicurazione. Siccome mia figlia per ragioni di lavoro ha trasferito la propria residenza in altra regione, chiedo come è possibile fare la cancellazione sul libretto di circolazione del mio nominativo senza ricorrere al passaggio i proprietà, in quanto i costi di questo atto da noi sono eccessivi? Grazie per una eventuale risposta. RAFFAELE.

    Rispondi
  11. Avatar
    PATRIZIA luglio 15, 2015

    buona sera, mi è arrivatl l’accertamento del bollo dapagare, ma sono gia trascorsi i 60 gg, cosa devo fare e che interesi in più mi dovrò aspettare?
    grazie

    Rispondi
  12. Avatar
    angelo settembre 06, 2015

    ciao salvatore:
    ho scadenza tassa di circolazione ad agosto 2015,se io rottamo l’auto a settembre 2015 devo comunque pagare la tassa di circolazione?

    Rispondi
    • Avatar
      Salvatore Russo settembre 26, 2015

      Ciao Angelo,
      scade ad Agosto, ma hai ancora un mese per poterlo pagare? Se così fosse sei nei termini e non dovresti pagare

      Rispondi
  13. Avatar
    franco ottobre 09, 2015

    a mio figlio oggi 09,10.15 e arrivata una multa da ecoitalia x un bollo non pagato nel 2010 cosa devo fare

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro ottobre 12, 2015

      Ciao Franco,
      Se tuo figlio non ha ricevuto altri avvisi in precedenza, può chiederne la prescrizione.

      Rispondi
  14. Avatar
    Besnik novembre 13, 2015

    Scusate ho un problema alla macchina sa dirmi qualcuno il motivo xk mi si accumulata del acqua dentro il cruscotto ora mai ogni volta che l’auto svolta da destra a sinistra sento moltissima acqua dentro il cruscotto e quando accendo il condizionatore lo sento triplicare e fa tutti rumori strani qualcuno sa mica aiutarmi .?ho provato ah aprire davanti fino al filtro del condizionatore ma nn so poi che fare siccome acqua nn ne vedo

    Rispondi
  15. Avatar
    Panettiere Alfio gennaio 22, 2016

    Ciao Salvatore .. ho ritirato una nuova auto presso concessionario ufficiale in data 8 Gennaio 2016 e ho dato in permuta alla stessa data la mia vecchia auto con trascrizione sul certificato di proprietà 8 Gennaio. La mia vecchia auto ha il bollo pagato fino al 31 dicembre 2015, in questo caso dovrò pagare il bollo auto per tutto l’anno 2016 anche della macchina vecchia oltre logicamente sulla nuova? Se sì, posso richiedere un rimborso per il periodo non più di mia proprietà? Ed eventualmente cosa fare?
    Grazie, cordiali saluti.

    Rispondi
  16. Avatar
    vladimir febbraio 01, 2016

    Ciao,
    il bollo è da pagare se l’auto è all’estero e non torna più in Italia?
    grazie

    Rispondi
  17. Avatar
    Luigi Cellai febbraio 10, 2016

    Buongiorno,scusate ma vorrei sapere come mai esiste una differenza di circa € 7,00 su un bollo fatto con Lottomatica e fatto ad una agenzia ACI?
    Lottomatica € 62,61
    ACI € 69,57
    Se mi date una spiegazione ve ne sarei grato.
    Saluti.

    Rispondi
  18. Avatar
    Vincenzo febbraio 19, 2016

    ciao, volevo sapere in caso di comproprietà del veicolo con proprietari residenti in diverse regioni a quale regione va pagato il bollo auto.
    inoltre è possibile cancellare uno dei due proprietari senza pagare il passaggio di proprietà?

    Rispondi
  19. Avatar
    sandro marzo 22, 2016

    Buongiorno ieri ho pagato un bollo di un auto acquistata ad agosto ma ho dovuto pagare tutto l’anno in quanto non era stato pagato il bollo dalla società venditrice ma non avrei dovuto pagare solo i mesi alla scadenza annuale o mi sbaglio?
    Grazie.

    Rispondi
  20. Avatar
    francesco maggio 30, 2016

    Buonasera, vorrei un’informazione, se sono in procinto di vendere la mia auto ad un privato, e non riuscendo ancora a trovare un acquirente, sono costretto a pagare il bollo lo stesso, o posso bloccare il pagamento?

    grazie

    Rispondi
  21. Avatar
    antonio giugno 23, 2016

    Buonasera il prossimo 27/06/2016 farò il passaggio per l’acquisto di una lancia musa da un privato residente in puglia. Il bollo avente scadenza 30/04/2016 è stato pagato. Io sono residente in basilicata , il bollo lo devo ripagare o va bene quello che ha pagato il vecchio proprietario? Grazie

    Rispondi
  22. Avatar
    Riccardo Boattib novembre 27, 2016

    Buongiorno,
    ho acquistato un auto usata e darò in permuta la mia.
    Ho fatto specificare nel contratto la data di consegna tassativa entro novembre 2016. Il concessionario ed io siamo residenti in Lombardia dunque spetta al proprietario del primo giorno del mese l’onere del pagamento del bollo. 5 giorni prima della scadenza della data di consegna vengo a sapere che il passaggio di proprietà non verrà effettuato il 30 novembre in quanto i lavoti di ripristino concordati non sono finiti. A Vostro avviso mi tocca pagare due bolli? Uno per la macchina vecchia avente scadenza dicembre 2016 e l’altro per la nuova usata? Senz’altro il concessionario intesterà la mia vecchia auto entro il 10 dicembre e poi chiederà l’esonero.
    Grazie
    R. Boatti

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro novembre 30, 2016

      Ciao Riccardo,
      Il bollo della auto, prima della effettiva vendita, è di tua competenza. Una volta effettuato il passaggio sarà a carico del nuovo proprietario.

      Rispondi
  23. Avatar
    Maury dicembre 27, 2016

    Buongiorno,
    ho comprato un auto nuova il 21 dicembre, come mi devo comportare per il bollo?

    Rispondi
    • Avatar
      Giovanni Bizzaro gennaio 02, 2017

      Ciao Maury,
      Hai contattato un ufficio ACI per definire al meglio il pagamento del bollo auto?

      Rispondi
  24. Avatar
    matteo marzo 12, 2017

    non chiedetemi perche’ (non saprei neppur io dare 1 risposta) ma vorrei tenermi l’ auto ferma e smontarmela (ha 18 anni e tra 2 anni diventa storica DEVO CMQ pagar il bollo o c’e’ una scappatoia?

    Rispondi
  25. Avatar
    Aldo luglio 03, 2017

    Ho pagato il bollo in Piemonte per l’auto di mia figlia residente in Milano. Il bollo anche l’anno scorso pagato da me sempre all’aci di chivasso aveva scadenza il 31 Maggio 2016 e quest’anno il 31/5/2017. Per la agenzia delle entrate il bollo appare sempre con scadenza 30/4 /2016 e adesso 30 aprile 2017 nonostante le due ricevute abbiano sempre come scadenza il 31/5.

    Rispondi
  26. Avatar
    STEFANO MARANGON ottobre 26, 2017

    buongiorno,
    ho immatricolato auto 24/10/17 in Piemonte a benzina
    Dopo l’acquisto ho istallato gpl.
    Il collaudo verrà effettuato in dicembre per problemi alla motorizzazione.
    Visto che in Piemonte c’è l’esenzione di 5 anni per le auto trasformate io per un mese e mezzo devo pagare comunque il bollo x un anno?

    Rispondi

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*