Auto cabrio: gli italiani boicottano la decappottabile

Che sia nuova o usata, l'italiano "rinnega" l'auto cabrio. Secondo Autoscout24 solo il 5,8% ricerca questo tipo di veicoli.

auto

Non è più tempo di Maggiolino cabriolet, Alfa Romeo Spider Duetto o di Porsche cabriolet. A quanto pare gli italiani snobbano le auto a cielo aperto.

assicurazione auto

Auto cabrio: perché non sono amate dagli italiani?

Sarà che il clima in Italia non è forse più quello di una volta, sarà anche che mantenere una vettura decappottabile oggi potrebbe essere piuttosto rischioso perché vista come un “extra”, ma anche il mercato dell’usato piange la scarsa presenza degli automobilisti italiani in materia di auto cabriolet.

Questo infatti è ciò che si evince da una ricerca statistica del famoso sito di auto usate AutoScout24 secondo la quale soltanto il 5,8% degli interessati alle auto decappottabili usate sono italiani. Davanti al popolo italico, va forte la Spagna (complice magari anche il clima più secco e meno piovoso), il Belgio (e qui il clima c’entra poco) e la Germania, seguita poi all’Olanda.

I marchi più ricercati sono facilmente intuibili e riguardano Porsche, Bmw e Mercedes i quali hanno diversi modelli appartenenti alla categoria.

Auto cabrio usate: rivincita dell’Alfa Romeo

In Italia prevale la Porsche Boxter che è risultata l’auto più ricercata nel periodo tra marzo e giugno di quest’anno 2016, seguita dalla Bmw Serie Z (soprattutto la Z4). L’Italia però è a sé e si sa: infatti vi è un certo romantico amarcord nella ricerca dell’Alfa Romeo Spider, che va ad interrompere la classifica guidata dalle tedesche.

Bmw Serie 3 precede il quinto posto della Porsche 911, seguita successivamente dall’Audi TT Roadster. Al settimo posto la Volkswagen Beetle, ottava la Bmw Serie 1, nona l’Audi A5 e infine la la Bmw Serie 4.

Nel mercato spagnolo invece si ricercano più auto cabrio:  l’Alfa Romeo GTV Spider, la Fiat 500 C, e la Fiat Punto Cabriolet.

Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*