Aston Martin RB 001 2016: prezzi, consumi e motori

Pronta nel 2018, la nuova Aston Martin RB 001 nasce dalla collaborazione con Red Bull. Scopri le caratteristiche, i consumi e il motore.

aston martin

Prezzo di listino Aston Martin RB 001: a partire da 3 milioni di euro

Tutto tace in merito al prezzo della supercar Aston Martin RB 001. Innanzitutto vi saranno due versioni: la prima in tiratura limitatissima per le corse e la sua produzione non dovrebbe superare le 25 unità, mentre la versione stradale potrebbe beneficiare di un centinaio di vetture in più (anche se potrebbero essere in numero limitato compreso tra 99 e 150). In rete circolano previsioni di cifre pazzesche, anche di 3 milioni di euro per il prezzo di listino, ma per ora è tutto top secret.

Aston Martin RB 001: le caratteristiche

La monoscocca è in fibra di carbonio e costruita basandosi su un’aerodinamica da Formula 1. Fondo piatto, convogliatori d’aria ed estrattore posteriore saranno dettagli importantissimi che consentiranno all’Aston Martin AM-RB 001 di beneficiare di un carico aerodinamico molto marcato e determinante per la tenuta di strada. Anche la struttura delle sospensioni deriva direttamente dalla Formula 1 poiché lo scopo è quello di realizzare artigianalmente una vettura proprio da Formula 1 ma a ruote coperte, il cui utilizzo sia pensabile anche in strada.

La Aston Martin RB 001 è frutto del lavoro congiunto di Adrian Newey, chief technical officer di Red Bull Racing e di Marek Reichman, chief creative officer di Aston Martin, i quali hanno messo insieme le competenze racing e il design sportivo tipico di Aston Martin (il designer è proprio uno “stilista” della F1).

Adrian Newey, direttore tecnico della Red Bull Racing, parla in merito al progetto Aston Martin RB 001:

“Ho a lungo nutrito il desiderio di progettare una vettura stradale. La formazione della Red Bull Advanced Technologies mi ha portato un passo avanti proiettandomi anche alla realizzazione di questa ambizione, ma ho creduto di dover lavorare con un produttore automobilistico e Aston Martin era in cima alla mia lista. La sinergia tra Red Bull Racing e Aston Martin è chiara. Sapevo che la Red Bull Racing avrebbe avuto la capacità di gestire gli aspetti di prestazione pura, ma l’esperienza di Aston Martin di costruire vetture belle, veloci e confortevoli  sarebbe stato di grande beneficio per il progetto. Sono sempre stato fermamente convinto che l’AM-RB 001 dovrebbe essere una vettura stradale, anche però in grado di offrire prestazioni estreme in pista. Questo significa che deve veramente essere una vettura con due caratteri. Questo è il segreto che stiamo cercando di mettere in questa vettura: la tecnologia che permette di essere docile e confortevole, ma con immense capacità a titolo definitivo”.

Non resta che attendere il 2018 per vedere questo bolide.

assicurazione auto

Aston Martin RB 001: i consumi

Non si conosce nemmeno il motore e di conseguenza non si hanno indicazioni sui consumi, che per una vettura del genere, non rivestono certo importanza.

Aston Martin RB 001: il motore

Nulla si sa in merito alle prestazioni specifiche del motore, se non che la versione scelta potrebbe avere un rapporto peso potenza molto prossimo a uno a uno (l’obiettivo è proprio questo). Stimando un peso della vettura compreso tra 900 e 1000 kg, è possibile ipotizzare un motore con una potenza di almeno 950 cv o poco più. Sarà comunque un dodici cilindri aspirato e montato posteriormente. L’obiettivo è 1000 kg e quindi 1000 cv di potenza erogata.

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*