Sconti sull’assicurazione per chi condivide i dati sanitari

In Svizzera vengono proposti sconti sull'assicurazione in base allo stato fisico di salute del cliente. Trovata geniale o violazione della privacy?

sconti assicurazione dati sanitari

Assicurazione: sconti se fai attività fisica

E davvero incredibile come la tecnologia abbia cambiato il mondo dell’assicurazione e come ancora lo stia cambiando. In Svizzera, paese in cui l’assicurazione icopre un ruolo fondamentale nella vita del cittadino, si è arrivati a proporre uno sconto sulla polizza assicurativa annua qualora il cliente fornisca dati sul suo stato fisico quotidiano, mediante l’uso di un apposito dispositivo che rileva dati motori, come ad esempio il numero di passi, l’attività fisica e il battito cardiaco.

In realtà questi dispositivi non sono altro che braccialetti connessi a smartphone. Ad esempio la compagnia CSS propone uno sconto di € 0,40 per ogni giornata in cui il cliente compie almeno 10.000 passi e, fino ad ora, hanno aderito circa 3000 persone, mentre un’altra compagnia chiamata Sweca offre delle riduzioni assicurative al cliente che accetta di collegare il suo braccialetto anche al portale della compagnia stessa, raggiungendo obiettivi proposti.

assicurazione auto

Sconti e assicurazione: ma la privacy?

Ovviamente gli sconti maggiori non siano tanto sulla polizza RCA, ma riguardano soprattutto le assicurazioni che offrono garanzie accessorie, riguardanti la malattia, oppure la polizza vita, quasi a testimoniare il buon stato di salute del soggetto, garantendo statisticamente alla compagnia un rischio minore.

“I consumatori svizzeri condividono già dati personali con aziende come Google ed Apple, ma sarebbero certamente più protetti se lo facessero anche con le assicurazioni svizzere che sono soggette alle norme elvetiche in materia di privacy”

Questo è quanto sostiene Christophe Kaempf di Santésuisse, l’associazione si occupa della disciplina delle assicurazioni malattia.

Infatti la legge svizzera sulla protezione dei dati dovrà subire una revisione più avanti, in quanto proprio l’avvento di questi nuovi dispositivi tecnologici impongono una revisione anche alle normative relative alla privacy. Con questi metodi è proprio la privacy che rischia di venire meno e di generare delle possibili rimostranze.

Sconti sull'assicurazione per chi condivide i dati sanitariSconti sull’assicurazione per chi condivide i dati sanitari http://bit.ly/2bQG1Uc via @6sicuro
Giovanni Bizzaro

Assistente web marketing di 6sicuro, coordino blogger e giornalisti gestendo e pianificando il calendario editoriale. Mi occupo inoltre di strategie sui social network per aziende e privati.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*