Polizza caso vita: cos’è, le tipologie e come funziona

Polizza caso vita: uno strumento di previdenza e un investimento a lungo termine per avere la migliore qualità della vita possibile. Ecco di cosa si tratta.

polizza-caso-vita

La polizza caso vita è una tipologia di assicurazione che prevede una rendita o un capitale per l’assicurato quando questi rimanga in vita dopo una determinata data. Praticamente è una scommessa con il proprio assicuratore: sai che campo fino a 60 anni? Dai se ci riesci, ti pago! Possiamo considerare la polizza caso vita anche come una sorta di integrazione alla pensione o come un investimento economico a lungo termine.

Polizza caso vita: definizione

Pensare al proprio futuro è un atto di rispetto verso sé stessi e la volontà di avere la migliore qualità della vita possibile. Polizza caso vita è una scelta che puoi considerare sia in ottica di previdenza, che come forma di investimento. Ma vediamo subito la definizione dal glossario dell’Ania:

“Contratto di assicurazione sulla vita con il quale l’assicuratore si impegna al pagamento di un capitale o di una rendita vitalizia nel caso in cui l’assicurato sia in vita alla scadenza pattuita. Le polizze caso vita possono essere con o senza controassicurazione.”

Si tratta dunque di un tipo di polizza che assicura una rendita o un capitale al sottoscrittore, nel caso questi sia ancora vivo alla scadenza stabilita nel contratto. Il beneficiario della polizza, in questo caso, è colui che l’ha sottoscritta. Ecco perché questa soluzione può anche essere intesa come un’eventuale integrazione, di tipo privato, alla pensione.

La vita è però imprevedibile, bisogna tenerlo presente, ed esiste anche la possibilità che non sia lunghissima per tutti. In caso di premorienza del contraente, i premi versati saranno rivalutati e distribuiti ai beneficiari indicati nel contratto o agli eredi legittimi.

Insomma, un contratto assicurativo “caso vita” è una forma di considerazione verso sé stessi, prima ancora che un’opportunità intelligente di previdenza e un investimento oculato.

Polizza caso vita: cos'è, le tipologie e come funzionaPolizza caso vita: cos’è, le tipologie e come funziona http://bit.ly/2kpejwC via @6sicuro

Le tre tipologie di polizza caso vita

Ci sono tre possibilità di scelta della polizza caso vita, vediamole insieme:

  • Contratto con rendita immediata: l’assicurato versa il premio in un’unica soluzione. Dal pagamento, inizia a ricevere un vitalizio o una rendita temporanea ad una scadenza concordata;
  • Contratto con rendita differita: a partire da una data prestabilita, se sarà ancora vivo, l’assicurato inizierà a ricevere una rendita vitalizia;
  • Contratto con capitale differito: l’assicurato, se dovesse trovarsi ancora in vita alla scadenza di una data stabilita e indicata nel contratto, riceverà un capitale rivalutato dagli interessi.

Quali di queste modalità fa al caso tuo?

È molto complicato rispondere a questa domanda, visto che ogni persona vive una diversa situazione. Posso però invitarti a considerare questi aspetti per poi decidere:

  • quali sono i tuoi obiettivi previdenziali e assicurativi?
  • qual è la tua condizione finanziaria?
  • qual è la tua propensione al rischio?
  • quale intervallo di versamento del premio è adatto alla tua disponibilità?

Chiarisci questi aspetti e vedrai che troverai la soluzione perfetta per te.

assicurazione vita

Scadenza, rendita o capitale, reversibilità

La durata del contratto assicurativo è molto importante per una polizza vita “caso vita” e va definita al momento della stipula in base alle esigenze del contraente.

Quando si tratta di cosiddette erogazioni differite (cioè quando la compagnia consegna un capitale o una rendita dopo una data stabilita a priori), dle compagnie ti danno la possibilità di cambiare scelta anche in un secondo momento o addirittura alla scadenza, riguardo rendita o capitale. Mi spiego: se hai sottoscritto una polizza caso vita che prevede l’erogazione di un capitale tra qualche anno, ma nel frattempo hai cambiato idea e preferiresti ricevere invece una rendita, la società di assicurazioni ti permette di ripensarci.

Tieni presente che nel caso di rendita vitalizia sarà la compagnia assicurativa ad assumersi il rischio di longevità. Questo significa che se l’assicurato dovesse vivere (anche a lungo) oltre la scadenza della polizza, la compagnia assicurativa dovrà corrispondere la rendita. Ciò è uno dei vantaggi di questa opzione.

Se invece l’assicurato dovesse mancare durante il periodo di validità della polizza, come abbiamo visto, i premi versati fino a quel momento verrebbero erogati ai legittimi beneficiari. Le polizze “caso vita” prevedono infatti la reversibilità della rendita.

In ogni caso è possibile richiedere il riscatto secondo le condizioni contrattuali. In questo caso non sarà necessario attendere la scadenza per poter ricevere il capitale. I criteri per la determinazione della cifra da ottenere sono anch’essi indicati nella polizza.

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*