Furti in casa: le statistiche e come difendersi

I furti in casa sono aumentati nel nostro Paese e sempre più italiani vogliono installare un sistema di antifurto. Ecco le ultime statistiche sui furti e le soluzioni per proteggersi.

furti in casa

I furti in casa avvengono ogni giorno nel nostro paese e sempre più spesso si sente parlare del bisogno di installare un antifurto nella propria abitazione. L’Italia è tra le prime nazioni europee a subire furti domestici e in 10 anni le infrazioni denunciate sono state quasi due milioni. La situazione è delicata, ma le nuove tecnologie dei sistemi d’allarme sono molto efficaci e sofisticate.

Furti in casa: le statistiche

La preoccupazione è nell’aria. Si percepisce una situazione particolare, determinata da diversi fattori, primo fra tutti il contesto economico. Aldilà delle sensazioni personali, qual è la situazione riguardo i furti in casa nel nostro paese? I dati ISTAT sono impietosi. Snoccioliamo qualche numero riferito all’anno solare 2015.

Tieni presente che questi numeri riguardano solo le infrazioni poi denunciate dalle vittime di furto. Quindi è da supporre che violazioni e furti siano di entità maggiore:

  • 234.726 furti nelle abitazioni;
  • quasi 85 mila nel Nord-Ovest;
  • oltre 52 mila nel Nord-Est;
  • 52.249 furti denunciati in Lombardia;
  • 18.101 irruzioni nella sola provincia di Milano.

Puoi farti un’idea di ciò che sta succedendo con questo dato: nel 2006 i furti sono stati 141.601. Nel 2014, ad esempio, 255.886. Serve aggiungere altro?

E rispetto all’Europa?

Da inizio 2006 a fine 2015 i furti in casa hanno sfiorato i 2 milioni nel nostro paese. Andando però a osservare la graduatoria Eurostat-Unodc sulla base del periodo 2008-2014 troviamo l’Italia al sesto posto riguardo il tasso di rapine in casa. Purtroppo un posizionamento alto in una classifica che non è proprio piacevole. La classifica completa è questa:

  1. Belgio;
  2. Danimarca;
  3. Lussemburgo;
  4. Olanda;
  5. Svezia;
  6. Italia;
  7. Francia;
  8. Spagna;
  9. Germania.

Interessante è vedere come la Germania, una nazione in grande salute economica rispetto all’Italia, subisca meno rapine in casa.

Furti in casa: cosa fare?

È chiaro che il miglior modo per scongiurare le rapine nelle abitazioni sia installare un impianto di antifurto aggiornato e al passo con i tempi. In questo senso le tecnologie hanno fatto passi da gigante, grazie anche al digitale e alla rete internet.

VERISURE

Sistemi di videosorveglainza

Qualche esempio? Esistono sistemi di videosorveglianza in grado di stanare i malintenzionati prima che possano intrufolarsi nelle abitazioni (o nei negozi o uffici). Oltre a questo, inviano sul “cloud” le registrazioni che restano a disposizione delle forze dell’ordine, ma lontane dalle mani dei ladri. Ne avevamo parlato nell’articolo Videosorveglianza: 8 italiani su 10 vogliono sentirsi sicuri.

La loro installazione non necessita di opere murarie e la bellezza della casa non ne risentirà. È ovvio che, visto che si parla di sicurezza della casa e della famiglia, affidiamo l’installazione degli apparecchi ai professionisti.

Telecamera fissa wireless

Lo sapevi che puoi utilizzare anche una telecamera fissa wireless? Con questa soluzione hai sott’occhio gli ambienti della tua casa anche se non sei presente. Puoi vedere che succede dal tuo smartphone o tablet in tempo reale. C’è di più: puoi anche interagire con le persone inquadrate, niente male!

Pensa al sollievo di poterti accertare in ogni momento della giornata, ovunque ti trovi, della situazione in casa. Fosse anche una veloce occhiata ai tuoi bambini. Immagino che la cosa ti possa interessare, quindi ti consiglio l’articolo Telecamera fissa: sorvegli casa, negozio e ufficio.

Furti in casa: le statistiche e come difendersiFurti in casa: le statistiche e come difendersi http://bit.ly/2r8vWZG via @6sicuro

Sensori di movimento

Oltre a identificare i ladri, è fondamentale rilevare la loro presenza immediatamente. In questo caso nulla è più efficace dei sensori di movimento che individuano i cambiamenti anomali sia nel movimento volumetrico, con microonde e ultrasuoni, che variazioni di calore dei corpi con l’ausilio degli infrarossi.

Se vuoi approfondire ti consiglio l’articolo Sensori di movimento: cosa sono, funzionamento e installazione e ricorda di scegliere anche in questo caso dei bravi professionisti.

Sensori d’apertura

Un’altra soluzione intelligente, a abbinare proprio alla videosorveglianza, è l’installazione dei sensori d’apertura. Si tratta di mettere in sicurezza gli accessi alla tua abitazione con dei sensori che segnalano l’apertura di porte e finestre da parte dei malviventi. I sensori riescono a distinguere i normali movimenti che si possono avere in giardino o a all’interno delle stanze dalle mosse degli eventuali ladri.

Mi ripeto, ma anche per i sensori d’apertura è molto meglio rivolgersi a professionisti per la loro installazione.

verisure italia antifurto casa

Salvatore Russo

Responsabile Marketing di 6sicuro dal 2011, ideatore del blog e coordinatore generale dell’intera squadra di blogger e giornalisti che scrivono per 6sicuro. Mi occupo di Digital Marketing Strategy, Consulenza Aziendale e Formazione dal 1998. Ho partecipato alla progettazione, sviluppo e gestione di importanti portali e piattaforme di e-commerce italiani.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*