ADSL gratis: tutti i sistemi per navigare in modo gratuito

Dagli hotspot al tethering, passando per le linee domestiche condivise, ecco tutti i sistemi per avere accesso a una linea ADSL gratis.

adsl gratis

Probabilmente te lo sei chiesto più di una volta guardando la bolletta del telefono: non si può avere l’ADSL gratis? Ci sarà pur un sistema per navigare senza pagare! In effetti qualche soluzione per avere accesso a internet e navigare con una buona velocità senza dover pagare un abbonamento c’è ed è ora di mostrartele tutte!

Come avere una ADSL gratis: gli hotspot WiFi

Il sistema più sicuro ed efficiente per avere l’ADSL gratis è usare una rete hotspot WiFi. Si tratta di reti senza fili accessibili liberamente, protette da una password o che richiedono la registrazione gratuita al servizio che le propone. Le linee ADSL accessibili tramite hotspot possono essere di due tipi:

  • private;
  • pubbliche.

Nel primo caso chi ha un abbonamento ADSL per la propria linea fissa o mobile decide di condividere la propria rete con altri utenti o con altri dispositivi, usando il modem fisso oppure attivando la funzione del proprio smartphone che trasforma il dispositivo in un punto di accesso, rendendo così accessibile la connessione a più dispositivi contemporaneamente.

Nelle reti pubbliche, invece, la connessione a internet è messa a disposizione da istituzioni, associazioni o società che offrono gratuitamente l’accesso alla rete in luoghi di interesse pubblico. Ad esempio, ci sono reti gratuite nei centri storici delle maggiori città italiane e nei principali luoghi turistici. Ma sono sempre di più anche i locali commerciali, in particolare bar e ristoranti, che condividono la linea wireless con la propria clientela.

Per connetterti a un hotspot basta fare una scansione con il tuo dispositivo e selezionare la rete alla quale vuoi connetterti. Se si tratta di una rete aperta, senza registrazione, il device si collegherà automaticamente e ti permetterà da subito di navigare. Spesso però queste reti richiedono la registrazione al servizio, indicando i propri dati anagrafici o facendo login con uno dei propri account sui social network. Le reti wireless dei locali commerciali sono invece spesso protette da una password: per connettersi bisogna richiedere la password al personale.

L’accesso a internet tramite hotspot è molto comodo quando si ha bisogno di navigare, ma non si ha accesso a internet con il proprio dispositivo. Può capitare, ad esempio, che abbia finito il pacchetto dati incluso nel tuo abbonamento, che non ci sia campo perché nella zona in cui ti trovi c’è un problema di mancata copertura da parte dell’operatore di cui sei cliente o che tu sia senza credito e non possa attivare o riattivare il piano dati. Sono tanti i casi in cui si può avere bisogno di internet e avere a poca distanza un hotspot pubblico o un dispositivo che può trasformarsi in un modem è molto utile.

Il tethering per condividere la connessione a internet

Un sistema simile a quello dell’hotspot per avere accesso a una linea internet veloce gratis è usare il tethering. In questo caso, si condivide la propria connessione mobile con altri dispositivi, permettendo l’accesso alla rete a un solo device alla volta.

Se l’accesso alla connessione condivisa tramite tethering è sempre gratuito per chi si connette, non sempre l’operazione è gratuita per chi è il titolare della linea. Ci sono operatori telefonici che prevedono infatti un sovrapprezzo rispetto alla tariffa base per la condivisione della linea con altri device. In alcuni casi la funzione tethering potrebbe essere bloccata: è il caso di alcuni device brandizzati, cioè smartphone e tablet venduti direttamente dagli operatori telefonici. In altri casi il blocco della funzione tethering potrebbe scattare se la condivisione comporta l’uso di dati superiore a una certa soglia fissata dal gestore della linea telefonica.

Attraverso il tethering si può condividere una linea mobile con smartphone e tablet, usando la funzionalità wireless, o con un computer, che può collegarsi alla rete tramite collegamento USB o tramite sistema Bluetooth. Chi condivide la propria linea, per renderne più sicuro l’uso, può impostare una password, in modo da limitare l’accesso agli sconosciuti.

La funzione tethering è disponibile di default su tutti i dispositivi mobili che usano i sistemi operativi iOS, Android o Windows Phone. Per attivarla è sufficiente scorrere il menu delle impostazioni, raggiungere la voce tethering/hotspot portatile, impostare il nome della rete e l’eventuale password e autorizzare altri dispositivi a connettersi alla rete. Alcuni dispositivi permettono anche di impostare un limite di traffico dati. Se impostato, questo limite fa sì che, una volta raggiunta la soglia di consumo stabilita, l’hotspot venga spento automaticamente, così da non consumare più dati di quelli desiderati.

ADSL gratis: tutti i sistemi per navigare in modo gratuitoADSL gratis: tutti i sistemi per navigare in modo gratuito http://bit.ly/2rTlC4e via @6sicuro

Ricercare linee ADSL libere

Un sistema ancor più semplice per avere accesso a internet gratis è cercare se nelle vicinanze c’è qualche linea ADSL libera. Puoi cercarle sia da computer, facendo una scansione delle linee captate dal dispositivo, sia da smartphone o tablet. Potresti trovare un vicino di casa che ha lasciato aperta la propria rete WiFi, per generosità o per distrazione.

C’è anche un’altra possibilità: mettere a disposizione di altre persone solo una parte della banda della propria linea internet. Ci sono servizi appositi che lo fanno, ma ci sono anche operatori che permettono a tutti i propri clienti di condividere in modo sicuro l’ADSL con altri utenti. È il caso degli utenti che hanno una linea ADSL Vodafone Casa con Vodafone Station 2 e Revolution. Chi fa parte della community di clienti ha accesso automatico e gratuito a migliaia di reti wireless, anche all’estero.

In alcune città italiane è attivo anche il servizio WOW FI di Fastweb. Anche in questo caso, il modem casalingo funziona come punto di accesso, permettendo la connessione gratuita e sicura ad altri dispositivi. Analogamente, i clienti Tiscali possono accedere al servizio Tiscali Social Wi-Fi, la community che riunisce tutti i clienti del provider e che permette sia di condividere la propria linea con altri sia di connettersi senza costi aggiuntivi alle linee WiFi Tiscali di tutta Italia.

Perché non si può avere una ADSL gratis per sempre

C’è chi ritiene che l’accesso a internet sia ormai un diritto irrinunciabile per tutti. Se internet è un diritto fondamentale, allora l’ADSL dovrebbe essere gratis per tutti e per sempre. In realtà le cose sono un po’ più complicate di così. Non è solo per una questione di interesse economico delle compagnie telefoniche che non è possibile avere l’ADSL gratis per sempre.

Sono almeno due i motivi per i quali è necessario avere una rete di connessioni protette e sicure. Il primo motivo è poter garantire la privacy dei cittadini e poter ridurre i rischi connessi a furti d’identità, furti di dati e appropriazione di informazioni private e riservate. Il secondo motivo è legato a questioni di sicurezza: le reti wireless a libero accesso potrebbero essere usate da malviventi per organizzare la propria attività criminale. Avere reti protette da password o che richiedono un’autenticazione per l’accesso è una garanzia sotto tutti e due i punti di vista.

Luana Galanti

Ho una laurea specialistica in Consulenza e direzione aziendale e, da sempre, un legame indissolubile con le parole scritte. Le mie due anime – quella creativa e quella pragmatica – si confondono nel mio lavoro di web writer e business writer freelance.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*