Acqua gratis per chi non riesce a pagare la bolletta

Acqua gratis: 50 litri per i morosi che versano in difficili condizioni economiche. L'acquedotto dovrà garantirli a coloro che presentano determinati requisiti.

acqua gratis

Acqua gratis per i morosi che versano in difficili condizioni economiche: l’acquedotto dovrà garantire 50 litri al giorno a coloro che presentano determinati requisiti. Si attende il provvedimento dell’AEEGSI.

Acqua gratis: le condizioni

Coloro che hanno difficoltà a pagare la bolletta avranno diritto a 50 litri giornalieri d’acqua gratis nonostante la morosità. È quanto prevede il Decreto del Presidente del consiglio dei Ministri pubblicato lo scorso 14 ottobre sulla gazzetta ufficiale. La quota di 50 litri d’acqua gratis al giorno sarà garantita a chi rientra in entrambi questi requisiti:

  • valore Isee inferiore a 7.500 euro e, al massimo inferiore, a 20.000;
  • famiglia con tre o più figli a carico.

Alle famiglie con tre figli a carico e con indicatore ISEE non superiore a 7500 euro (o 20.000 euro nel massimo) non sarà tagliata l’acqua nonostante l’inadempienza, è atteso il provvedimento dell’Autorità Garante per l’energia elettrica, il gas e i servizi idrici affinché il decreto si renda del tutto operativo.

Acqua gratis per chi non riesce a pagare la bollettaAcqua gratis per chi non riesce a pagare la bolletta http://bit.ly/2ee9wea via @6sicuro

Acqua gratis per chi è in difficoltà, ma non solo

Oltre al sostegno a coloro che versano in difficili condizioni economiche, direttive per il contenimento della morosità degli utenti del servizio idrico saranno emanate dall’AEEGSI nei prossimi giorni e si tratta soprattutto della disciplina che regola:

  • la lettura dei contatori e il loro ammodernamento;
  • i piani di rientro del debito;
  • la fatturazione;
  • i reclami e le controversie;
  • la messa in mora e la chiusura della fornitura.

Dunque un nuovo complesso di norme uniformi su tutto il nostro paese che, tra l’altro, permetterà ai consumatori di rivalersi in modo più agevole contro le condotte aggressive dei singoli fornitori di servizi idrici. La sospensione del servizio idrico per chi non paga la bolletta potrà avvenire solo dopo la ricezione della messa in mora e solo quando la cauzione non dovesse coprire l’insoluto.

L’utenza sarà passibile di sospensione se la cifra da pagare dovesse superare l’equivalente annuo riferito al volume della fascia agevolata per come sarà definita dall’Authority (e non secondo le condizioni contrattuali sottoscritte con i singoli fornitori).

Francesco Candeo

Studio, pianifico e implemento i modi migliori per raccontare in rete le persone e le loro attività. Amo ogni tipo di linguaggio, specie se digitale, e mi occupo di ciò che rende interessante il web: i contenuti.

Commenti Facebook

0 Commenti

ancora nessun commento!

Non ci sono commenti, potresti essere il primo!

rispondi

La tua mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.*